in

Meno morti di Covid. Grazie ai vaccini?

Dimensioni testo

di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

Iniziamo dalla questione fondamentale, cioè morti e ospedalizzati, e prendiamo il paese europeo che ha vaccinato di più, la Gran Bretagna. Come si vede alla data del 30 giugno le ospedalizzazioni Covid in questo grafico dell’Nhs stesso (National Health Service) sono maggiori dell’anno scorso alla stessa data (e in aumento da maggio).

I decessi –  non riportiamo qui il grafico ma fidatevi –  sono invece ora quasi spariti, ma lo stesso era accaduto l’anno scorso in questa stagione. Lo stesso fenomeno si verifica in Italia per quel che riguarda i decessi, cioè l’anno scorso in giugno e luglio i morti erano quasi spariti, anche se non era ancora iniziata la vaccinazione di massa.

I contagi invece sono di più quest’anno ovunque, rispetto ad un anno fa, nonostante quasi sei mesi di lockdown, mascherine obbligatorie fino al naso e la campagna di vaccinazione di massa. È importante prima di entrare in polemiche inutili vedere con i propri occhi i dati, che sono disponibili per chiunque su internet, anche se per qualche motivo non arrivano sulla carta stampata. Ci sono però anche esempi molto chiari di paesi che avevano evitato l’epidemia in cui la vaccinazione ha coinciso con l’arrivo dei contagi e dei morti come appunto Maldive, Seychelles e Fiji.

Qui di seguito riportiamo i dati italiani in cui si confrontano i “casi positivi” o contagi del 1° giugno e 1° luglio 2020 con quelli del 1° giugno e 1° luglio di quest’anno.

L’aumento dei “casi positivi” in Italia è minore che nel Regno Unito, ma rispetto ad un anno fa è comunque indubbio ed è un fenomeno che si registra in quasi tutti i paesi occidentali anche se stanno vaccinando, vedi qui la Spagna che al 6 luglio aveva 13 mila contagi contro meno di 800 contagi al 6 luglio dell’anno scorso.

Dato che bisogna tenere conto dei morti Covid, dei morti totali, degli ospedalizzati e dei “casi” positivi si dovrebbero mostrare qui molti più grafici per avere un quadro complessivo. Ma esistono alcuni casi nel mondo molto più semplici da analizzare, di piccole isole in cui nessuno era morto di Covid fino a quest’anno e non c’erano neanche contagi e dove lo stesso si è vaccinato tutti per attirare i turisti: le Maldive, le Seychelles e le Fiji. Queste tre piccole isole hanno fatto anche loro notizia negli ultimi due mesi perché per la prima volta sono apparsi sia casi positivi sia morti Covid in contemporanea alla vaccinazione di massa. E dato che erano disperati di far tornare il turismo che è l’unica fonte di reddito hanno vaccinato il 90% della popolazione alle Maldive e Seychelles e il 65% alle Fiji.

Qui si vede come alle isole Fiji non ci fosse nessuna epidemia fino all’inizio di quest’anno, quando è iniziata la vaccinazione di massa.

Lo stesso lo si può constatare nei grafici delle Maldive e Seychelles. Questi tre casi sono molto chiari, perché erano isole lontane con piccole popolazioni e un clima tropicale, per cui avevano evitato la malattia virale, niente contagi e niente morti fino all’inizio di quest’anno. Da quando si è vaccinato in massa queste isole hanno sia gli uni che gli altri. Non tocca a noi spiegare quello che è successo, ma evitare di parlarne non risolve il problema.

Torniamo in Europa. I dati mostrano che la situazione non è migliore dell’anno scorso in questa stagione in termini di contagi. In termini di decessi sono quasi spariti, ma anche l’anno scorso era successo con l’arrivo del caldo. Inoltre, nel Regno Unito si nota ora un aumento di ospedalizzazioni. In termini di decessi però quest’anno si devono considerare anche quelli coincidenti con la vaccinazione. Nel Regno Unito, ad esempio, il sistema di reporting “yellow card” dei casi avversi susseguenti alla vaccinazione riporta al momento oltre 1,300 decessi e centinaia di casi di disabilità. Negli Usa il sistema Vaers ufficiale di reportistica dei casi avversi relativi alla vaccinazione riporta ora quasi 6 mila morti e circa 4 mila casi di disabilità. In Italia non viene pubblicato un report simile agli Usa e al Regno Unito, ma spulciando le cronache si possono trovare alcune centinaia di casi di morti susseguenti alla vaccinazione e tra persone di età media intorno ai 40 anni.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
145 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
P R
P R
13 Luglio 2021 0:01

Santo cielo, ma non basta citare due paesi e snocciolare 3 numeri per dimostrare qualcosa! Questo articolo esprime bene la prosopopea tipicamente italiana e da bar di persone che si improvvisano statistici virologi epidemiologi. Per il resto è spazzatura.

Sergio Endrigo
Sergio Endrigo
11 Luglio 2021 1:46

Mi permetto di far notare come in altri paesi (India) ci sia un approccio più serio verso personaggi che, pur sapendo la verità, negano l’efficacia di cure (non voglio fare nomi, ma solo cognomi: beltrame, per dirne uno) provocando, seppur indirettamente, numerosi decessi altrimenti evitabili:
https://www.nextbigfuture.com/2021/06/india-could-sentence-who-chief-scientist-to-death-for-misleading-over-ivermectin-and-killing-indians.html
sperando che si arrivi anche in europa, quanto prima, a livelli simili (anche se son già certo sia una pia illusione).

Mauro
Mauro
10 Luglio 2021 19:19

In Cile, una delle quattro nazioni più vaccinate al mondo, è un disastro…Santiago è in lockdown e contagi a go go tra vaccinati in doppia dose.
Questo ha riservato loro l’ inverno australe.
Naturalmente, i soloni imputano il guaio al vaccino Sinovac che coprirebbe poco…vedremo qui in ottebre i pfizeriani come saranno messi…

geogio
10 Luglio 2021 18:04

Titolo su il giornale, ammissioni del ministero, gaffe: i morti contabilizzati non erano quelli morti di covid ma chiunque morendo era positivo al tampone. Quindi tutti questi morti seli sono inventati. Interessante. Vuoi vedere che il covid ha fatto meno morti dell’influenza nel 2019? Se poi sottrai quelli che hanno fatto morire per soffocamento principalmente perche’ non capivano l’effetto coaugulante nel sangue (proibite le autopsie), non c’e’ la possibilita’ di carcerare conte e speranza per malafede, truffa ed usurpazione di potere e buttare la chiave? chiedo per un amico

Giuliana
Giuliana
10 Luglio 2021 13:54

Forse qualche dubbio voi giornalisti avreste dovuto porvelo quando è partita la campagna vaccinale!!!! Tutti in coro avete gridato “correte a vaccinarvi” senza dare spazio a medici che invece gridavano al pericolo….Adesso i numeri cominciano a palesarsi…

Fabry
Fabry
10 Luglio 2021 12:52

Come ho detto…..aspettiamo un paio di mesi. Il resto sono solo opinioni. rispettabili ma opinioni. anche quando si riparano dietro presunti capisaldi scientifici. che se cosi scientifici fossero non avrebbero generato il caos sotto gli okki di tutti. Troppi indizi, purtroppo per chi magari onestamente crede nella “scienza”. fanno una prova. Spero solo di non sentire ad ottobre la patetica scusa del vaccino non efficace per via delle varianti. Spero davvero di essere nel torto.

e_g_n
e_g_n
10 Luglio 2021 11:21

i commenti a questo articolo fanno capire perché fosse cosí facile, secoli fa, indurre una folla di contadini a armarsi di fiaccole e mettere al rogo la strega di turno.

GiuseppeC
GiuseppeC
10 Luglio 2021 11:08

Ciò che più mi dispiace leggendo tutti questi interventi a commento dell’articolo, è l’acredine e la maleducazione che spesso li caratterizzano.
Mi spiace soprattutto perchè spesso questo trattamento
viene riservato a persone come il dr. Beltrame che, sebbene io talvolta non sia d’accordo
(come in questo caso) con quanto lui sostiene, mantiene sempre
un livello di discussione educato, informato e ragionevole. (CONTINUA, per chi è interessato…)