in

Mio padre uccise i ladri. E io sto con il gioielliere - Seconda parte

Dimensioni testo

Sarebbe bello vivere in un paese che tuteli maggiormente il cittadino onesto, la sua vita e quella dei suoi famigliari, il suo lavoro ma anche il frutto del suo lavoro, la proprietà privata, la sua libertà di vivere, lavorare, difendere sé stesso e le persone amate. La verità è che la legittima difesa è la vera falla del mito statalista che domina le nostre vite. Davanti alla canna di una pistola, o alla lama di un coltello, in quello stato di natura dove vige la regola dell’homo homini lupus, lo Stato e i suoi burocrati scompaiono dall’orizzonte. È il singolo individuo che, in un attimo eterno che fuoriesce dagli schemi della società in cui viviamo, decide il proprio destino e quello dei suoi aguzzini. Questo è ciò che fa più paura. Questo è il vero motivo per cui la legittima difesa non può essere a tutti gli effetti “legittimata”.

Eppure, volenti o nolenti, facciamo parte di questo sistema iniquo che non premia la giustizia sostanziale. E se lo fa, lo fa tardi e male. Ecco perché, se non vi è possibilità di scardinarlo una volta per tutte, diventa importante conoscere bene le regole del gioco e sapere a cosa si sta andando incontro. In questo spero di avervi in qualche modo aiutato.

Un caloroso abbraccio al signor Mario e a tutti voi!

Nicolò Petrali, 30 aprile 2021

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nella
Nella
1 Maggio 2021 21:11

Mors tua vita mea!! E DI VITA NE ABBIAMO UNA SOLA!!!

Abbiamo una legge sulla legittima difesa che FA SCHIFO(e dire che io avevo votato Salvini proprio x la modifica di questa legge)

Ai problemi ci sarà sempre un rimedio nonostante l’ardua impresa x la riuscita.
Cmq x me il gioielliere HA FATTO BENE.

Non è facile stabilire che la pistola che hai contro di te è solo “a salve” soprattutto se hanno tinto di nero il tappo rosso cosa che chiunque ne entra in possesso fà regolarmente…(SIC)

Maria B.
Maria B.
1 Maggio 2021 9:33

Spero che solo che il magistrato non sia tutto spostato a sinistra e mantenga l’ obbiettività necessaria al suo operato, così come i vari periti.
Della stampa è meglio non parlare.

Roberto
Roberto
1 Maggio 2021 7:45

La proprietà da tutelare x i komunisti è solo la loro….l’altra è un FURTO ! Per tutti difendersi da crimini di assalti x rubare dovrebbe essere un diritto.

Carlo
Carlo
30 Aprile 2021 21:06

Gentile Mario,
se e quando avrò necessità di acquistare un gioiello, farò volentieri 100 Km per recarmi nel suo negozio.
A parte le parole, non vedo altro modo per essere concretamente solidale con lei.
Cordialmente,

Gianluca P.I.
Gianluca P.I.
30 Aprile 2021 20:29

Il solo fatto che fossero tre a dare l’assalto alla gioielleria giustifica la reazione, indipendentemente da ogni altra considerazione. Complimenti al gioielliere per la mira e per aver stroncato la carriera criminale ai delinquenti, che naturalmente avevano una caterva di precedenti penali, a dimostrazione della vacuità delle teorie perdonistiche tanto in voga nel paese di Pulcinella.

Mobius
Mobius
30 Aprile 2021 19:01

La giustizia sinistra prevede che tocchi esclusivamente ai giudici punire chi delinque. Se ti azzardi a torcere un capello ad un delinquente, sono guai grossi; poco importa che tu l’abbia fatto per legittima difesa. Se poi la difesa riguardava l’ignobile “proprietà privata”, per ciò stesso diventa inammissibile: nessun bene economico, per quanto grande, vale la vita di una persona. Se chi ti deruba ti manda in rovina per sempre, questo è comunque preferibile all’omicidio, fosse pure del peggiore dei malviventi; perchè quel malvivente ha la stessa dignità che ha qualunque persona perbene. Galantuomini e mascalzoni, siamo tutti uguali.

Carlos
Carlos
30 Aprile 2021 14:29

Auguri veri a le persone che si trovano, loro malgrado, in queste situazioni . E facile dire “io avrei fatto lo stesso” ma non é cosí facile affrontare quello che viene dopo… auguri di cuore e grazie per questa testimonianza così calzante e ben focalizzata sul problema vero…

gio
gio
30 Aprile 2021 13:43

“cercavi giustizia ma trovasti la legge”. Cosi De Gregori in “Il bandito ed il campione”. Questa é la cosa peggiore che puó capitare in casi simili. E sará sempre cosí finché non si stabilirá che le legittima difesa deve essere sempre legittima. Ora, al povero gioelliere toccherá la parte piú difficile che gli costerá in termini psicologici ( soprattutto per resistere anni e anni a processi) ed economici. Tra avvocati, perizie di parte ecc ecc…..