Commenti all'articolo Mondiali Qatar, la lezione dell’Iran agli ipocriti europei

Torna all'articolo
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giancarlo 2021
Giancarlo 2021
22 Novembre 2022 16:53

Dovè la famosa sinistra? Vi ricordate? Quella che si inginocchia? Quella delle proteste? Quella delle prediche buoniste? Quella delle cancellazioni culturali? Quella del politicamente corretto? Quella che si indigna? Quella che piange per i diritti umani violati? Quella per la parità dei diritti? Per la libertà? Contro i soprusi? Quella per i lavoratori? Quella per la difesa dei poveri? Degli indigenti? Dei bisognosi? Quella dei centri sociali? Quella della difesa dellambiente? Quella che dà lezioni di ipocrisia a tutti? Dov` è? È sparita? Si è dissolta? Forse si è nascosta? Dentro nei palloni di calcio che si stanno usando in Qatar?

la-gazza
la-gazza
22 Novembre 2022 14:30

complimenti alla nazionale iraniana, anche perchè questo gesto avrà delle conseguenze al ritorno… ma, in fondo, è da tempo che l’Inghilterra è decaduta sotto i colpi del politically correct ed è solo l’ombra della potenza di secoli fa. Tant’è che in molti la chiamano Londonistan in quanto ormai è colonizzata e asservita

GIULIA RIVELLI
GIULIA RIVELLI
22 Novembre 2022 13:53

la madrea di Elias CANETTI (EBREI A CUI L’EBRAISMO NON INTERESSAVA AFFATTO) DICEVA – è SCRITTO – : CHE LE “GUERRE SONO IL FALLIMNETOP DI TUTTE LE RELIGIONI”.

PER GLI IRANIANI: ADESSO O MAI PIù!

Robert
Robert
22 Novembre 2022 12:32

Se vieni ,invitato,a casa mia,sai come la vedo e come la penso. Se non sei d’accordo,stai a casa tua

Robert
Robert
22 Novembre 2022 11:59

A casa mia fai come dico io. In caso contrario,vai altrove

wisteria
wisteria
22 Novembre 2022 7:54

Osservo che anche la dottrina cattolica condanna i rapporti omosessuali. Qui però lo stato non è confessionale e non perseguita i gay. La comunita LGBT sbaglia a pretendere leggi speciali eccetera. È una contraddizione esistenziale perché dall’altra parte prendono di essere normali. Se non ci fosse questa cultura dell’equivoco saremmo più credibili quando giustamente condanniamo la morale repressiva degli ayatollah.