Commenti all'articolo Nativi e migranti digitali: la democrazia rappresentativa va difesa

Torna all'articolo
Avatar
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
paola
paola
4 Novembre 2018 21:56

Bravo Milko Pennisi

max
max
25 Ottobre 2018 9:27

milko pennisi, un commento attuale, purtroppo si va nella direzione di una società liquida…

massimiliano melis
20 Agosto 2018 17:14

Ahinoi, Casaleggio Jr. ha capito una cosa tragica, che la parola “democrazia” è oramai diventata la scatola di uno strumento, quello elettorale, e basta: se democrazia “vuol dire solo votare” è seducente l’idea di votare senza intermediari, senza muoversi da casa una domenica di caldo o di pioggia, ma usando il proprio smartphone.
Che democrazia non sia solo tracciare delle croci con una matita, ma costruire un sistema in cui la sintesi di posizioni confliggenti non è un’operazione di semplice conteggio ma di ponderazione e compromesso per conquistare un consenso più ampio e conciliare più esigenze, appare oramai svanito.
La democrazia rappresentativa non è (solo) qualcuno che “ci sostituisce” è soprattutto qualcuno che “tratta per noi” non un intermediario ma un nostro incaricato… tutto questo apparentemente s’è perso e ricostruire la sostanza di questa parola è un’operazione difficile, sciaguratamente non solo per parlare con i nativi digitali, ma con le generazioni che li hanno preceduti, che hanno visto questa parola appassire e non hanno fatto nulla per impedirlo.

Mara
Mara
16 Agosto 2018 21:40

Articolo molto interessante e attualissimo. Sicuramente degno di riflessione. Grazie Milko