Commenti all'articolo No, la colpa della “crisi energetica” non è della guerra

Torna all'articolo
Avatar
guest
39 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
paolospicchidi@
paolospicchidi@
23 Giugno 2022 10:43

SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI CONTROVERSIE
https://www.google.com/readit?url=https%3A%2F%2Fit.m.wikipedia.org%2Fwiki%2FControversia_sul_riscaldamento_globale%23%3A%7E%3Atext%3DGray%2520e%2520Reid%2520Bryson%252C%2520i%2Cda%252
0parte%2520di%2520James%2520Lovelock.
*
Io dico esagerando che se dipendono ad esempio esclusivamente dal SOLE e questo portasse allo scioglimento di tutti i ghiacci sulla Terra e a 50 gradi ai poli SIAMO INNOCENTI MA MORTI.
Se invece dipendono dalle nostre attività, SIAMO COLPEVOLI, ma qualcosa possiamo fare, almeno pregare che il SOLE si
raffreddi per compensare il riscaldamento dovuto alle nostre attività.

geogio
22 Giugno 2022 23:39

solo uno stolto distrugge l’approvvigionamento energetico senza primaa avere creato un’alternativa (piu’ economica). Drltronde come dice il presidente ungherese Orban, la EU prima mette le sanzioni alla Russia e poi pensa alle conseguenze.

Giovanni
Giovanni
22 Giugno 2022 23:10

Viviamo in tempi storici. Il mondo che si è originato alla fine della seconda guerra mondiale è terminato. Gli Stati Uniti non hanno più il potere di dettare legge in Ucraina e in Europa.
Quel potere ora appartiene alla Russia.

Davide V8
Davide V8
22 Giugno 2022 20:24

E’ proprio dagli anni ’70 che viene rotto l’incremento del 2% annuo di consumi di energia pro capite, che ha caratterizzato praticamente tutta l’era industriale:

https://twitter.com/saifedean/status/1539626070449786880

“How much cheaper would energy be, and how much better would our lives be, if fiat inflation didn’t raise reliable fuel prices & subsidize renewable scams?

Imagine a world in which per capita energy consumption continued to grow at 2% per year over the past 50 years.”

La vera causa è la moneta, negli anni ’70 come ora.
Ora si è certamente aggiunto il suicid*o delle “rinnovabili”, che aggrava il tutto.