Commenti all'articolo Non c’è pace per chi si difende. Gioielliere di Cuneo accusato di omicidio

Torna all'articolo
Avatar
guest
24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
EnricoV
EnricoV
9 Ottobre 2021 9:35

C’è un piccolo particolare che vi siete dimenticati di riportare: il gioielliere ha rincorso i tre rapinatori in strada e ha sparato loro alle spalle. E su 4 colpi, ben tre hanno colpito i rapinatori, segno evidente di quanto poco fosse emotivamente alterato. Tutto questo ha un nome: desiderio di vendetta. O, se preferite, “giustizia fai da te”. Dott. Magnani, nessuno ti costringe a reagire: lo fai perché vuoi farlo e perché hai già pensato di farlo e magari ti sei pure esercitato a farlo. E questo è inaccettabile.

Davide V8
Davide V8
7 Ottobre 2021 17:51

La proprietà è un furto.
Il regime usa la forza solo per difendere sè stesso, quasi mai i cittadini e le loro proprietà.

I cittadini non devono proprio potersi difendere, perchè tutto è dello stato.
E’ tutto così lampante.
Le pecorelle si sveglino.

Marco
Marco
7 Ottobre 2021 12:54

Bisogna essere obiettivi e comprendere che statisticamente la sentenza di legittimita difesa è una chimera come sentenza nei processi di questo tipo…se ti va bene ti danno l’ eccesso colposo e significa anni di condanna e migliaia di euro di risarcimento.
Il concetto è semplicissimo…Quanto vale la vita umana? Sicuramente più di qualsiasi cifra che qualsiasi vittima del furto può subire.La condicio sine qua non , che permette di valutare la legittima difesa è che l’uso della forza sia irrinunciabile contestualmente al pericolo imminente di perdere la propria vita o altrui.In questo caso il gioielliere è fottuto.

Iena
Iena
7 Ottobre 2021 12:09

Il governo odia i gioiellieri, proprio come battisti ke ne secco’ uno x questo motivo!