in

Omicron, colpo di scena. Bassetti: “Quasi innocua anche sui non vaccinati”

L’esperto parla degli effetti di Omicron sui no vax: solo un raffreddore rinforzato

Dimensioni testo

: - :

Fermi tutti, parola di Matteo Bassetti: “Noi stiamo vedendo due fenomeni insieme. 1. La Delta che nel vaccinato con doppia dose o tripla provoca una forma influenzale, un raffreddore rinforzato. 2. La Omicron addirittura sembra fare lo stesso anche nel non vaccinato“. Avete capito? Mentre il governo chiede a gran voce la terza dose per tutti, e pensa all’obbligo vaccinale per lavorare, per Bassetti Omicron avrebbe effetti lievi non solo su chi ha uno, due o tre giri di Pfizer, ma anche per chi non s’è proprio immunizzato.

“Noi non possiamo affrontare l’epidemia del 2022 con le regole che avevamo nel 2020”, ha aggiunto Bassetti, che punta ad una convivenza col virus. “Un conto era mettere in quarantena un soggetto non vaccinato con carica virale elevatissima”, ma “oggi, di fronte ad una malattia che dura molto di meno, mi sembra che non mettere in quarantena i contatti e magari accorciare anche l’isolamento del positivo asintomatico voglia dire andare nella direzione di un pragmatismo anglosassone”.

Pragmatismo che a questo punto dovrebbe davvero tenere conto del nuovo volto del virus. Fissarsi sul bollettino dei contagi, come fanno ancora oggi i giornali, non ha molto senso: anche i vaccinati si infettano (alla faccia del super green pass che dava la certezza di stare tra persone non contagiose), ma in pochi si ammalano gravemente. Meglio guardare a decessi e curva dei ricoveri in terapia intensiva. Il Sudafrica lo dice da tempo e i dati degli ultimi giorni sembrano confermarlo: con Omicron gli accessi in rianimazione e le morti non seguono la curva dei contagi, che pure sta schizzando in alto in tutta Italia. Merito dei vaccini, sicuramente. Ma – stando alle parole di Bassetti – forse non solo. Perché se Omicron produce davvero solo un “raffreddore rafforzato” anche nei non vaccinati, beh: allora la notizia sarebbe davvero clamorosa.

da Controcorrente del 4 gennaio 2022