Nuova Zelanda, per la sinistra è sempre colpa dei sovranisti

Sono passate poche ore dal massacro in Nuova Zelanda, dove un suprematista bianco è entrato in due moschee e ha provocato 49 morti e decine di feriti in un atto veramente spregevole e disumano, che i commentatori italiani hanno già trovato colpevoli e mandanti morali. Chi sarebbero? Naturalmente i sovranisti, i movimenti identitari, chi vuole controllare i flussi migratori e ritiene l’immigrazione islamica difficile da integrare.

Sono gli stessi commentatori che a parti invertite, quando a sparare sono gli islamici, ci vengono a raccontare che si trattava di pazzi isolati, lupi solitari e che l’islam non c’entra niente. Noi qui, non facciamo sconti e vorremmo che questi estremisti di destra fossero puniti con la massima durezza che vorremmo vedere applicata nei confronti dei fondamentalisti islamici. Al tempo stesso, questo osceno massacro perpetrato da uno stronzo maledetto non deve farci ricredere sulla necessità di controllare i flussi migratori.

Detto questo, la violenza è sempre disgustosa: preghiamo per chi ha perso la vita.

Alessandro Gnocchi, 16 marzo 2019

Condividi questo articolo

4 Commenti

Scrivi un commento
  1. tre cose: primo la violenza non è sempre disgustosa, quando ci vuole ci vuole, non generalizziamo così banalmente; secondo, io non prego per nessuno perché non professo nessuna fede religiosa, terzo , vorrei capire se si trova un magistrato che possa concedere delle attenuanti per un palese visibile episodio provocato da una tempesta emotiva.

  2. 245 mln di cristiani perseguitati nel mondo.
    più di 4000 morti nel 2018.
    stragi continue in Egitto nelle chiese di cristiani copti
    stragi continue in Nigeria, etc., etc.
    … avessi visto un quarto dei titoloni, di articoli, di servizi e interviste dai luoghi della strage, di condanna, etc…
    ultimamente poi è vietato parlare di attentati islamici, sono di tutto, principalmente azioni di malati psichici o lupi solitari, ma quelli due paroline non si dicono più.
    L’ipocrisia oramai è dilagante.

  3. DISGUSTOSO IL DOPPIOPESISMO – CONFERMATO ANCHE STAVOLTA – DEI MEDIA E DEI PIDIOTI TUTTI ! NON SI ERA MAI VISTO IL RIBALTAMENTO DI PALINSESTI CON COLLEGAMENTI IN DIRETTA , INTERVISTE E COMMENTI A GO-GO FATTI A POCHE ORE DALLA STRAGE…… MAI VISTO IN OCCASIONE DEI PURTROPPO TANTI ATTENTATI ISLAMICI NELLE CHIESE CATTOLICHE IN TUTTO IL MONDO ! NOTIZIOLE PASSATE SEMPLICEMENTE NELLE PAGINE DI CRONACA DALL’ ESTERO…..
    MAI VISTO UN TALE AMBARADAM MEDIATICO.
    NOI INFEDELI CONTIAMO MENO…. E PREPARIAMOCI : IL PROSSIMO ATTENTATO ISLAMICO SARA’ NON L’ ENNESIMO ATTO CRIMINALE MA LA LEGITTIMA E GIUSTICATA “RISPOSTA” ALL’ ATTACCO NEO-ZELANDESE ( RICORDATE IL PAPA NEL CASO CHARLIE HEBDO ? ” SE INSULTI MIA MADRE IO SONO AUTORIZZATO A DARTI UN PUGNO”, CON BUONA PACE DELL’ INSEGNAMENTO DEL PORGI L’ ALTRA GUANCIA….DETTO POI DAL PAPA, SIC !!!)
    CON LA STESSA LOGICA SI POTREBBE SOSTENERE CHE L’ ATTO DEL CRIMINALE AUSTRALIANO SIA STATA UNA “RISPOSTA” AI TANTI MORTI AMMAZZATI NELLE CHIESE, COMPRESO IL PARROCO FRANCESE SGOZZATO SULL’ ALTARE MENTRE CELEBRAVA MESSA !!!

  4. Ho letto lo Scaglione e la sua tesi è ribaltata,rispetto al Gnocchi.
    Aldilà delle mie diverse vedute sulla società cosmopolitica,che io reputo il motore che ci ha reso la parte del pianeta più competitiva invece mentre il Gnocchi,a mio parere, è un reazionario a sua insaputa,lo Scaglione(nn per nulla è un nume del sovranismo nostrano)analizza dal suo occhio una realtà islamica,rendendoci chiara la strategia islamista,dalla “ideologia” occidental-sovranista.
    Mentre il Gnocchi si “turba” del fatto che gli jihadisti ci vengono posti come “pazzi lupi solitari”,mentre il Tarrant rientrerebbe in una,nn meglio conosciuta,internazionale sovranista e suprematista lo Scaglione denota il fattore opposto(nn si fa intortare dal mainstream,in apparenza)del fattore che sia propio il Tarrant il “pazzo lupo solitario” e nn,per esempio,l’isis il quale è cresciuto grazie alle sovvenzioni dei paesi arabi sunniti e wahabiti.
    Quello che accomuna il Gnocchi e lo Scaglione é la propaganda che li mantiene.
    Tutte due vedono nell’islamizzazione dell’Occidente il nostro futuro.
    Mentre i vari jihadisti vengono “omaggiati” dalla loro parte,i “nostri” si alterano le menti su sovranisti alla carte,come la tanto amata,da Trump,blogger ultradestrorsa USA Candace Owens citata nel suo “memoriale” dal Tarrant,che quando um loro adepto all’apice dell’allucinazione compie una strage,si ritirano e prendono le distanze.
    Ci sarebbe da ridere,se tali avvenimenti nn fossero estremamente tragici,di come nella nostra cultura occidentale si stia chiudendo le porte del cosmopolitismo da parte dei cosmopoliti più totali.
    Prima si esce dal loop a redditività corta del sovranismo,del bilateralismo e di tutti gli ismo che con liberalismo nn c’entrano una cippa,prima risolviamo qualche problemino che ci è scappato di mano.
    Il multiculturalismo e il multilateralismo,portano in sé i geni dell’anticorpo.
    Più apri le porte,più allargherai le prospettive di eliminare le visioni inquisitorie.
    È alquanto strano,per chi si dice ricondotto al liberalismo trovarsi a definire “gretinismo” un nascente movimento basato sui giovani della loro società,per una ottusa(o ben retribuita?)difesa di coloro che rendono le nostre società indifese nei loro strati produttivi e di svago.
    Una difesa di chi si abbarbica al “metodo” orientato sulla co2, senza vedere tutta la serie di critiche agli usi distorti di qualsiasi attività in cui la chimica potrebbe rendere il nostro pianeta meno inquinato.
    Una difesa di retroguardia da esimi “liberali” propio nel momento del cambio di paradigma produttivo.
    È lapalissiano che se tale movimento verrà avversato dalla parte addetta al progresso,si porterà “in dono” ai massimalisti.
    Potrebbe anche essere lo scopo.
    Ce lo possiamo ancora permettere?

    Ps
    Qui ho letto persone che nn biasimano il Tarrant,in pratica appoggiando la sua allucinazione.
    Posso consigliare,nn richiesto,di pensare al futuro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *