Interviste

“Perché Draghi non è come Bettino Craxi” - Seconda parte

Stefania Craxi ricorda papà Bettino nel ventiduesimo anniversario della morte del leader socialista

Restiamo sul tema Quirinale. Nel 1992 il ministro dell’Interno del Governo Craxi, Oscar Luigi Scalfaro, fu eletto Presidente della Repubblica. Ad ormai trent’anni di distanza crede che la scelta di Scalfaro rappresenti il grande errore politico di Craxi?

Purtroppo per lui e per noi, è stato un errore. Non credo il suo “grande errore” però! Diceva: “È stato il mio ministro degli Interni”. La sua elezione avvenuta in maniera rocambolesca, anche se dietro si celano grandi manovre, su tutte quelle di Marco Pannella e di alcuni mondi ad esso riconducibili, ha inciso profondamente sugli eventi che seguirono. Di certo è stato un presidente di parte e non certo un partigiano…

D’altra parte Bettino Craxi giocò un ruolo fondamentale per l’elezione a Capo dello Stato di un partigiano come Sandro Pertini, il Presidente più amato dagli italiani. Che rapporto ebbe Craxi con Pertini?

Nonostante una certa vulgata, Craxi giocò bene la partita che portò alla sua elezione. Infatti, non era affatto vero che non volesse Pertini al Quirinale. Tra l’altro, Bettino ha sempre detto che la presenza di Pertini al Quirinale era stata fondamentale per schiudergli le porte di Palazzo Chigi. Tra i due, due caratteri importanti, non semplici, c’era grande stima e rispetto, prima umano e poi politico ed istituzionale… Al tempo c’era considerazione per i “grandi vecchi”, anche nei partiti…

Un’ultima domanda. Come sarà per Stefania Craxi questo 19 gennaio lontano da Hammamet?

Sembra una maledizione. Dopo il ventennale nel gennaio 2020 da due anni l’emergenza sanitaria impedisce a centinaia di italiani, amici e compagni vecchi e nuovi, di rendere omaggio alla tomba dello statista socialista nell’anniversario della sua scomparsa. Sarà una ricorrenza diversa ma non sottotono. Non mancheranno i momenti in suo ricordo, alcuni dal vivo altri da remoto grazie alle nuove tecnologie … e poi nel vecchio cimitero di Hammamet si terrà lo stesso la cerimonia in suo ricordo a cui parteciperà la popolazione locale ed i tanti italiani che li risiedono. Craxi resta una personalità della storia che nessuno potrà mai cancellare.

PaginaPrecedente
PaginaSuccessiva
Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

LA RIPARTENZA SI AVVICINA!

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli