Articoli

Qual è la vera stupidità

16k 25
  • La vera stupidità non è rappresentata da chi è uscito per andare al mare o dove cavolo vuole ma da chi ha ordinato posti di blocco causando file, folla, assembramenti. Il potere è stupido e più lo allarghi e più diventa stupido e solo gli stupidi possono sentirsi al sicuro vivendo sotto l’abuso di potere.
  • Solo in Italia esiste la grottesca figura dell’europeista nazionalista, come Conte, che vuole che l’Europa paghi i suoi debiti a fondo perduto (intellettuali e giornalisti che, forse inconsapevolmente, difendono questa tesi hanno un problema non solo con la cronaca ma anche con il principio di non contraddizione).
  • Conte fa l’antisalviniano adottando il salvinismo (con il benestare del Pd).
  • Sono resistente a tutti coloro che dicono resilienza. Ma ancora per poco.
  • Più che la Fase 2 serve un governo 2.
  • Quand’è che avremo una vita immune da tutti i mali, quand’è che l’uomo sarà Dio in modo tale che tutti potranno spassarsela nel Paradiso Terrestre senza necessità di lavorare e la fatica di essere liberi?
  • Giunti all’anno domini 2020, gli uomini ormai privi di memoria e gonfi come palloni di un sapere superstizioso fecero una grande scoperta: la morte.

 

  • Il Papa denuncia l’egoismo degli Stati che senza garanzie non vogliono pagare i debiti dell’Italia che quando ha fatto debiti per sostenere l’insostenibile era altruista.
  • Le tre mosse di un governo illuminato: 1) chiudere gli italiani in casa; 2) indebitarli; 3) tassarli.
  • L’unica regola per la pomposa Fase 2 è la libera intelligenza degli uomini e delle donne.
  • Chi ha lo stipendio assicurato, dallo Stato o dall’azienda, dovrebbe capire che se il resto del mondo non lavora il suo stipendio ha le mensilità che si contano sulle dita di una sola mano.
  • La libertà è la cosa più faticosa che ci sia.
  • Ci sono professori e giornalisti, e giornalisti professori, che ti spiegano senza dire nulla che bisogna programmare la ripartenza. Se il Padreterno avesse dovuto programmare la creazione non avrebbe creato nulla. Vivi, pensa, sbaglia, correggiti. E non rompermi l’anima!
  • Se c’è un problema e si fa una commissione ci saranno tre problemi: il problema originario, la commissione, le decisioni della commissione.
  • Lo Stato non può pensare al tuo posto, non può agire al tuo posto. Lo Stato è solo un atto di violenza concordata – la forza legale – e se gli permetti di andare oltre il suo limite inevitabilmente ti schiaccia.
    PaginaPrecedente
    PaginaSuccessiva

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli