in

Scoop della Gruber: al mare si va in costume

Cari amici, la notizia pià importante passata un po’ sottosilenzio – e il merito va dato ai cronisti di Otto e mezzo guidati da Lilli Gruber – è l’aver scoperto che la gente, di norma, sta in spiaggia in costume da bagno. Si tratta di una notizia che non ci aspettavamo e che ci coglie completamente di sorpresa. Forse meritava un reportage più articolato questa scoperta usata per mettere in difficoltà un ex ministro della Repubblica, presente in studio: tale Matteo Salvini. Questi, infatti, avrebbe la colpa di essere stato al mare – nel mitico Papete – in costume da bagno e a panza scoperta.

Detto che la notizia ci lascia stupefatti, volevamo osservare che, a parti invertite, si sarebbe scatenato un coro di moralizzatori che avrebbero condannato il body shaming. “Non si fa, non si usano i difetti fisici degli avversari o degli interlocutori per metterli in imbarazzo”, avrebbero ammonito i moralizzatori di turno con il ditino. In questo caso, però, nessuno ha avuto niente da obiettare (a parte qualche giornale di destra). Insomma, la solita doppia morale. Ai sovranisti si può dire e fare tutto…

Alessandro Gnocchi, 2 ottobre 2019

Condividi questo articolo

22 Commenti

Scrivi un commento
  1. Sgrido’ anche la Boschi perché da ministro fu fotografata in bikini, e lei le rispose:”dovevo andare in spiaggia con la tuta da sci?” La Gruber, donna che viene dai monti dell’alto adige, non ama l’abbigliamento da spiaggia

  2. Ma avete visto, dopo che la Gruber dice “è contento che non deve più girare in mutande per le spiagge italiane”, l’espressione di Salvini? È rimasto basito, povero!, come credo siano rimasti basiti i telespettatori a casa. La Gruber è stata più che maleducata:
    un’ uscita del genere è tra l’assurdo, lo sconveniente, il ridicolo e l’insensato.
    Non si cerca di colpire una persona additandone il modo di vestire o con apprezzamenti fisici, è bullismo del livello più basso.
    Diventa evidente che il sistema mediatico sta cercando di colpire Salvini con ogni mezzo, che sia lecito o meno, pur di metterlo in cattiva luce agli occhi della gente. Secondo me si sta superando il segno.
    In un ordinamento democratico questo è puro veleno, che rischia di turbare e manipolare l’esercizio democratico; dalle urne deve uscire la vera volontà popolare, non il risultato di un plagio, a danno degli elettori, sopratutto i più deboli, anziani, molto giovani o con un grado di istruzione più basso.
    Scusate la mia riflessione finale che è la scoperta dell’acqua calda, ma mi sentivo di precisarlo.

  3. Che STRONZA , senza argomenti seri
    Solo cazzate , ma vi sembra un’intervista seria. Come si permette di offendere un ospite, io non condivido tutto ciò che dice ma rispetto le sue idee. La Gruberina è
    Finita , sembra un comico!!

  4. Tipico atteggiamento di chi non ha argomenti e quindi si abbandona all’inutile cazzeggio. Restare a lungo tempo in video fa credere di essere padroni delle verità, simpatici ed intelligenti anche se si ha l’intelligenza di un criceto e la simpatia di una scarpa vecchia. Sarebbe necessario creare frequenti rotazioni di mansioni. Comunque viva il telecomando!

  5. se i parametri “estetici” di sora gruber dovessero valere per tutti….. credo che lei sarebbe proprio la prima a doversi nascondere sotto un burka.
    Detto questo, quello che e’ da contestare in toto e’ il chiamare tale soggetto una “giornalista”…. ma di che ??? e’ soltanto uno squallido personaggetto di parte che si maschera da giornalista per ATTACCARE SPUDORATAMENTE ospiti a lei non graditi. O non li fa parlare, o – peggio – controbatte come fosse un ospite di tendenze opposte !!
    Ho appena visto la puntata di stasera ( solo perche’ sapevo che avrebbe ospitato la Meloni ) ed e’ stata una goduria vederla ASFALTATA , letteralmente asfaltata, da una grandissima, geniale, super-intelligente e super-preparata “sovranista di nome Giorgia….. e l’oca siliconata (male) ha osato controbattere alla sua “ospite” invitandola a “non dire sciocchezze”……… e questa sarebbe una giornalista che intervista ???? VADA A LEZIONE DI GIORNALISMO, CRUCCA !!!

  6. Povera… Chi non ha argomenti insulta. La tracotanza della conduttrice talmente piena di sé arriva al punto di mette essa stessa a paragone di misura (se fossi Io ministro) al pari di un commento da bar. Ormai siamo abituati a questa che non riesce neppure a farmi arrabbiare. La calma é la virtú dei forti. Salvini é un grande

  7. Dalla foto quel braccio allungato, con mano che piglia la camicia di salvini é aggressività interiore nella gruber.. salvini rispetta ed asseconda solo perché femmina.. qualcosa che circola in lei e non risolto ci dovrà pur essere
    Curioso sarebbe far fare
    Una perizia psichiatrica alla gruber ci sta!!
    Una patologia visto l aspetto e la trasformazione ci sta!

  8. c’è chi, per non disturbare i sensi altrui ( da ministro) frequenta spiagge private e ricchi velieri sui quali vengono invitati in cambio di qualche favoruccio

  9. Se ci fosse una tassa sul silicone la Gruber dovrebbe pagare una cifra non indifferente. Comunque, giusto per restare sul piano altamente “culturale” scelto da costei, mentre al mare Salvini porta la sua pancetta naturale, Gruber porta il canotto artificiale delle sue repellenti labbrone. Contrariamente a quello che diceva un vecchio spot “con quella bocca – NON -può dire ciò che vuole”.

  10. Ho visto l’intervista a Salvini. La Gruber aveva la schiuma alla bocca: si vedeva che il capitano le sta proprio sullo stomaco. E questo non va bene per una giornalista obiettiva.
    Però sulle mutande e canottiera qualcosina si dovrebbe dire.
    Insomma, un ministro della repubblica ha il diritto di andare al mare (perchè questo ribatteva Salvini) ma un tempo si faceva con più discrezione e soprattutto senza ingaglioffirsi agli infimi livelli come pure talvolta è capitato di vedere.
    Preferisco lo stile di Conte.

  11. Restando sul piano estetico, volendo, si potrebbe notare che la Gruber espone una testa sproporzionata su un fisico da anoressica. Ma non sarebbe educato, quindi non lo dico.

  12. Io potrei che, per decoro, lei poterebbe evitare di presentarsi in televisione con due canotti al posto delle labbra e con un cervello da gallina, ma tant’è.

  13. Lilli Gruber non posso credere che tu con tutte le tue onorificenze e nomine, “giornalista prestata alla politica” di sinistra, iscritta al gruppo parlamentare del Partito Socialista Europeo e conduttrice di un programma televisivo ti sia persa nella pancia di Salvini e nelle sue mutandine da bagno.
    Ognuno è libero di guardare quello che vuole ma soffermarsi a guardare tanto in basso come le mutande di Salvini mi stupisce e non poco.
    Pur non condividendo le tue idee ti ho apprezzata ma adesso sei proprio caduta in basso, tuttavia non te la prendere ti sei allineata alle intelligenze illuminate dei componenti del tuo partito.

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.