in

“Siete ossessionati da Salvini”, Capezzone vs Magi e Sansonetti

1) Il sistema mafioso degli scafisti, 2) la volontà della Sea Watch di sbarcare in Italia (con i risvolti politici del caso) e 3) la narrazione dei giornaloni della buona Capitana contro il cattivo Capitano: ecco tre elementi che Daniele Capezzone evidenzia nel dibattito sulle recenti vicende della Ong olandese. Seguono dei vivaci botta e risposta con il parlamentare Riccardo Magi (+ Europa) e con il direttore del Dubbio Piero Sansonetti.

Dalla trasmssione del 1° luglio 2019.

Condividi questo articolo

6 Commenti

Scrivi un commento
  1. la magistratura italiana da anni rappresenta il peggio dell’Italia, sia dentro che fuori i confini nostrani; in poche parole fa piu’ danni delle organizzazioni criminali made in Italy, e all’estero ridono: i soliti italiani.

  2. Lo ammetto: ascoltando questi pozzi di scienza sinistrati che di mestiere fanno gli informatori di parte, pardon giornalisti, che campano e alla grande grazie ai contributi statali mi sento un cretino e mi pongo una domanda cui quegli eccelsi figuri hanno sicuramente una risposta, ma che per oscuri motivi non vogliono condividere con gli imbecilli della “classe subalterna” di cui orgogliosamente faccio parte: ” Se la Libia è in guerra: perchè gli africani sub-sahariani aspiranti al mantenimento fancazzista a spese degli itaglioni, io li chiamo clandestini, non vanno per cercare di entrare illegalmente nel paese del bengoni ( mica in europa) in nazioni più tranquille come la Tunisia, il Marocco o l’Egitto e si ostinano a pagare 3/5.000 dollari per fare i vacanzieri, se va bene oppure se dovessero faticare gli abituée del crimine, itaglia ai delinquenti organizzati scafisti libici?” Mi viene un dubbio: ma l’imbecille o magari disonesto sono proprio io?

  3. Essendo abbonata a Quarta Repubblica non mi perdo una parola detta in trasmissione.
    Ieri sera è stata come tutte le altre riguardo i non ragionamenti – solo litanie – dei sinistri e si rimane ogni volta basiti da tanta fuffa che hanno nel cervello; ieri Capezzone spiegava perchè, e per come, non si possono accettare ricatti da una fuorilegge del menga che fa la tratta di esseri umani – mai li salvano già che sono in contatto con gli scafisti in Libia e si ritrovano in un punto stabilito del Mediterraneo per fare il trasbordo degli africani – inutili spiegazioni niente toccava la scatola cranica del Magi e di quella donna che si definiva generazione d’Erasmus ( ecco perchè della fuffa, te la raccomando!).
    Ieri, come sempre accade, i due dalla scatola cranica miserevole nemmeno ascoltavano e cercavano d’interrompere; mi sembrava di vedere gli staliniani a cui davano lezione di non lasciar mai parlare l’antagonista di turno.
    Ho un parente acquisito che lavora all’Onu, gira il mondo, specialmente l’Africa essendo sudafricano, per tale organizzazione e racconta che noi siamo dei bischeri già che ci lasciamo
    infinocchiare da chicchessia specialmente dai criminali; ascoltiamo le parole di tali farabutti che raccontano le peggiori torture e delle migliaia di morti – che sottintendono per colpa nostra – e non sappiamo vedere le analogie tra le varie foto che ci vengono mostrate e che sono quasi sempre le stesse prese da angolazioni diverse ed alcune taroccate.
    Racconta della differenza di noi popoli europei, c’è chi non tollera forzature di confini – 27 difendono i loro paesi- il 28°, noi, ci facciamo prendere in giro dal primo che passa.
    Non capisce, lui che proviene da un paese colonizzato dagli olandesi, come possiamo non avere amore per la nostra patria e non desideriamo difenderla dalle aggressioni marinaresche; chiede anche come mai ora che c’è un ministro che cerca di riprendersi la dignità che spetta ad un paese serio ci siano, invece, tanti troppi venduti e traditori a non volerlo.
    Ritornando a ieri, a Quarta Repubblica ed ai filmati tedeschi e francesi, nulla mi meraviglia dei due paesi: uno ha sempre la puzza sotto il naso – causa il puzzo che emana lui stesso, l’altro ha gli stessi metodi dello zio Adolf. Se glielo fai presente ti rispondono che in casa loro si va se invitati e qui non posso dargli torto anche se ci sono metodi meno cruenti da usare, il succo del pensiero, però, non è scorretto.
    Anche ieri sono stata colta dal desiderio di urlare che i clandestini che arrivano non sono affamati e macilenti ma baldi giovani ben messi e che le ferite di cui raccontano gli scafisti ed i dementi di sinistra sono causati per la maggior parte dalle lotte tra bande già che sono spesso considerati delinquenti nei loro paesi (notizia Onu), che spesso le donne avevano una certa professione nei loro paesi e credere che siano state tutte stuprate è da boccaloni stolti.
    Con questo non si vuole negare che almeno qualcuno abbia subito maltrattamenti ma, dice l’Onu, sono una minima minimissima, quasi nulla, parte di chi facciamo entrare.
    Continuerò ripeterlo all’infinito: -se abbiamo bisogno di manodopera la chiamiamo così possano mantenersi e vivere ed avere casa come tutti noi.-
    Ho chiesto al mio parente acquisito sudafricano come mai, secondo lui, siamo fissati noi europei a chiamare milioni di neri invece di accogliere chi ci è più vicino: bianchi di religione cristiana che hanno bisogno di “salvataggio”. Dice, giustamente, causa gli europei che ancor oggi derubano gli africani e che, invece noi lo facciamo perchè ci vergogniamo d’essere italiani e bianchi già che le nostre aziende in Africa non derubano.
    Purtroppo i dementi non sanno nemmeno quanti ne possiamo ospitare di clandestini e rispondono sempre con le stesse stucchevoli stupide litanie che, un giorno o l’altro, gli farò ingoiare rendendoli afoni per l’eternità

  4. Il conduttore Porro ieri sera però non ha fatto “il bravo giornalista” a mio parere.
    Ha omesso di far vedere e sentire le frasi ingiuriose alla Capitana durante lo sbarco.
    Ha omesso di far vedere il barchino che sbarcava tranquillamente con una dozzina di migranti, mentre la sea watch era indagata dalla Guarda Costiera.
    Dovrebbe, secondo me, farci vedere tutto. Poi è il cittadino che se ne fa un’opinione.
    Grazie

  5. dai filmati messi in onda dalle TV ho visto una ”culona” da 140kg povera malnutrita, uno stravaccato sul ponte della bagnarola enorme , ma piantiamola lì è una vergogna, a espulsi immediatamente. e non se ne parla più , basta pubblicità gratuite , parliamo della ”nostra” MAGISTRATURA, dello SCANDALO Emiliano-Piemontese che schifo NON MI CI VEDO PIù COME italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.