Commenti all'articolo Suona la campana a morto per l’Unione europea

Torna all'articolo
Avatar
guest
61 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Andrea Salvadore
Andrea Salvadore
29 Gennaio 2019 17:48

bisogna far mrcia indetro e rifastrsi aalle considerazioni una condescrizione ddella demopcrazia e e de i suoi propositii essenziali come esposposto nella prima delle conerenze di Cardenomt
I una democrazia il governo nopuo amministrare , nondeve amministrar lr lelazioni politici sociali che possamo affettare negativamente il tessuto siciale del Paese.Il metodo é determinato dal tira e molla tra Welfare e preferenceperomali i esto é variablie ad paese a paese ma la difficoltña piú grande é rappresentata dalla velociá dello sviluppo tecnologoco che presenta il futuro come una autpista senza freni.(Segue)

Edoardo Fumagalli
Edoardo Fumagalli
29 Gennaio 2019 9:36

Sono contento di vedere alla fine che non solo noi italiani siamo dei cretini, ma anche i nostri cugini d’oltralpe. Che da tempo se la ridono alle nostre spalle in quanto ci stiamo svendendo a loro. Moda, aziende agricole (vino soprattutto), tecnologie ecc. A Torino il lingotto è in mano a loro, per pochi spiccioli.
Ora però si sono svenduti ai crucchi. I quali pensano di poter di nuovo fare un fagotto della Francia. Vedremo. Con questo contratto, l’accordo di Aquisgrana. (Carlo Magno lo hanno resuscitato?) storica sede di sacro e profano (strano che il papa non sia stato chiamato per la benedizione, che i tempi cambiano), alle spalle della EU. E l’Europa che fa? applaude a questo inciucio. Infatti come si può conciliare un’accordo del genere, addirittura con la creazione di un esercito interno alla Nato e alla EU. Incredibile. Ma che io sia uscito di senno? La cosa è strana davvero. A breve ci saranno nuove elezioni e la Francia è sul bilico di una rivoluzione (media silenziosi), per cui non so veramente a cosa si stia puntando.

salvatore
salvatore
25 Gennaio 2019 12:34

La Merkel parla papale papale ” urbi et orbi ” : io posso anche andar via, kein Problem ! La Politica, resta la stessa ; e al mio posto ci sarà Macron, fedele europeista, amico della Germania.

Oggi, io lo nomino MACRON VICE-CANCELLIERE, per la Provincia Francia.

Della Provincia ITALIEN, auch kein Problem. L’ Italia essendo ” nur ein geographischer Begriff ” ( Klemens Wenzel Lothar von Metternich ! ).

Antonio
Antonio
24 Gennaio 2019 21:29

Bravo Gnocchi hai colto il contenuto reale del patto di Aquisgrana ma sulla questione ma sulla questione delle polemiche “surreali” ti lasci guidare da una partigianeria elettoralistica forse mica gratuita. Non c’è niente di surreale sulla questione del Franco afrique. Ti consiglio l’ottimo articolo sul “il giornale” del 24.01.19 : Ecco come Parigi controlla l’Africa di Andrea Muratore.