in

Tutte le balle dei giallorossi sul Covid

Dimensioni testo

Basta mettere in fila date e dichiarazioni per capire come sulla gestione del Covid i giallorossi non ne abbiano azzeccata una. Soprattutto alla luce di quelle che saranno le festività natalizie, con il nuovo Dpcm che vieta addirittura gli spostamenti tra Comuni nei giorni 25-26 dicembre e il 1º gennaio (salvo modifiche successive: si sta ragionando, in queste ore, di consentire almeno gli spostamenti all’interno della stessa provincia).

Giuseppe Conte, il 27 gennaio 2020, ospite a Otto e Mezzo dice espressamente: “Siamo pronti ad affrontare il Coronavirus”.

Il ministro Roberto Gualtieri, il 5 marzo scorso, durante una conferenza stampa afferma che nessuno dovrà perdere il lavoro a causa del Covid.

Domenico Arcuri, commissario straordinario all’emergenza, il 4 giugno, addirittura si loda con “siamo stati straordinari”.

E poi ancora Conte che poco più di un mese fa, era il 24 ottobre, assicura gli italiani che le misure restrittive sarebbero servite a salvare il Natale

Sì, certo, come direbbe il grande Totò: “Ma fateci il piacere!”

Nicola Porro, 8 dicembre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nella
Nella
9 Dicembre 2020 14:51

Mario…com’é la vita da troll? Ti pagano bene?

Mario
Mario
9 Dicembre 2020 13:44

Sei così schierato contro il governo, che non riesci neanche per un po ad essere un “giornalista”… Continua a leccare i tuoi capi

Fiorenzo Bertani
Fiorenzo Bertani
9 Dicembre 2020 13:35

Mi scusi Dott. Porro,
conoscendo la sua professionalità e la sua esperienza , sono francamente stupito delle stupidaggini che Lei scrive da qualche tempo forse allo scopo di ingraziarsi qualche capo politico o partito.
Ritengo che ci sia un limite insuperabile al diritto delle proprie opinioni , ed è rappresenato dallo scrivere delle idiozie solo per andare contro il governo al potere. Lasci queste cose agli scribacchini di serie B e Lei continui invece a fare il professionista

Pigi
Pigi
9 Dicembre 2020 11:44

Uno sfottò è il minimo per un governo che ha i dati peggiori di tutto il mondo e si vanta di essere un modello.

Raffaello Rota
Raffaello Rota
9 Dicembre 2020 10:58

Siamo finiti nelle mani di una banda di PAGLIACCI, come minimo INCOMPETENTI se non INTERESSATI politicamente e/o economicamente…

Kim
Kim
9 Dicembre 2020 9:53

Goduria infinita vedere crollare il natale commerciale e tutto l’indotto.
Il nuovo ordine sociale in creazione sta scaldando i motori.
Sporchi borghesi pagherete tutto.

Nedo Micci
Nedo Micci
9 Dicembre 2020 9:25

Al vergognosamente irriso Galli ( tra l’altro non sta bene dondolare la testa secondo le regole del bon ton ) si aggiunge oggi un altro ben noto ” terrorista ” , certo Crisanti che oggi dalle colonne di Repubblica fotocopia la tesi di Galli : ci troviamo come ci troviamo per il ” lassismo dei mesi scorsi ” facendo capire che se quel che e’ stato e’ stato il medesimo puntualizza ancora che il Natale , con fabbriche a ritmo ridotto e servizi chiusi dovrebbe trasformarsi in una occasione per limitare i danni. Il mondo alla rovescia insomma in relazione alle idee espresse qui in maggioranza. Più esattamente , DEVO RICONOSCERE LEGITTIMAMENTE EH , non si vuole prendere atto che in Italia la cosa si sta rivelando più grave che altrove e con uno scenario , sempre descritto da Crisanti , da brivido nel futuro prossimo. Tutti noi siamo penalizzati drammaticamente nelle nostre vite ma E’ COSI’ , dissertare sulle nostre liberta’ represse e il panettone a Natale con i nostri cari lo trovo illogico.Dico cio’ avendo sposato una certa tesi e senza avere la pretesa di avere la verita’ in mano. Viviamo in un mare di incertezza , a cominciare, e lo ripeto , del perche’ con riferimento a quello che accade nel nostro Paese , di tutti questi… Leggi il resto »

Vincenzo Di Tolve
9 Dicembre 2020 8:43

Purtroppo, il popolo italiano in piccolo, poiché si merita questo governo che non ha votato! Un Mattarella, il peggiore Presidente dopo il vecchio Comunista Napolitano che dal ’56 ci ha preso per i fondelli. Ultimo, un cavolo di Papa di cui le colpe sono di chi l’ha nominato pur non essendo Cattolico Cristiano. Oggi, abbiamo una vecchia Europa in declino, un Italianuzza svenduta tra Cina e Germania col vizio peggio della Colonialismo Francesel: cosa lamentarsi se siamo ultimi in tutto e sempre peggio numero, la Mafia che questi Quaquaraqua li amano così tanto tanto che, le Forze dell’Ordine li mettono dentro e ccheski 376, li scarcera e non esiste né Giudice a Berlino, tanto meno un PM zelante alle Leggi e seppur raggirato unico parafulmine è, e sarà sino alla sua morte il fu Cavaliere…poi ha tanti figli….