Un Natale, tre contrordini: il governo sa solo chiudere

Condividi questo articolo


È più facile vincere al Lotto che indovinare quale sia la linea del governo giallorosso sulle festività natalizie. Mesi fa avevano detto che a Natale saremmo stati aperti, poi ci hanno ripensato, poi ancora una retromarcia pro apertura e adesso di nuovo l’idea del lockdown natalizio.

Una sola cosa possiamo dire di questo governo: non ha una vera, reale e efficace strategia per controllare l’epidemia.

Giancristiano Desiderio, 14 dicembre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


Un commento

Scrivi un commento
  1. Una riflessione sulle incongruenze di come si celebrerà il Natale 2020.
    Ma per la Pasqua 2020 che è la solennità più importante (senza Pasqua il Natale ha poco senso) qualcuno ha fatto storie: tutti a casa e i volonterosi a guardare la messa in tv o a leggere la Bibbia come suggerito dalle autorità ecclesiastiche.
    Non è che per Pasqua c’è meno consumismo di contorno? Allora ha ragione Kim, anche se la sua mira è verso un bersaglio diverso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *