Zanzara tigre

Un prof cita Hume: “Uomo superiore alla donna”. E le femministe lo mettono al rogo

Zanzara 13 marzo 2024

Nell’ultima puntata della Zanzara, Giuseppe Cruciani ha esordito commentando la condanna dell’ex consigliere della Lega Lorenzo Gasperini per delle sue dichiarazioni sull’Arcigay: “Allora amici miei che siete qui in diretta o in podcast, vi faccio due esempi della polizia politica cui siamo sottoposti. Il politicamente corretto, uno schifo assoluto. A me non frega nulla della Lega, del centro-sinistra o del centro-destra. C’è un leghista che è stato condannato per diffamazione. Sapete perché? Perché ha detto che l’Archigay, leggo testualmente, «diffonde la cultura finocchista nelle scuole». La cultura finocchista nelle scuole. Non si può dire che diffonde la cultura finocchista nelle scuole. Ragazzi di cosa cazzo stiamo parlando? Basta, avete rotto i coglioni. Per me potrebbe essere pure un pazzo scatenato che ha detto questo, ma è da difendere a spada tratta la libertà di dire «cultura finocchista»”.

Cruciani è poi passato a commentare la lettera di un professore pugliese entrato nel mirino dell’ira femminista: “Seconda cosa, vi leggo adesso quello che ha scritto qualche giorno fa in occasione della festa della donna un professore pugliese, tale Spartaco Pupo. Cosa ha scritto? È uno studio di un filosofo che molti di voi non conoscono perché siete delle bestie ignoranti che si chiama Davide Hume. «Poiché la natura ha voluto che l’uomo fosse superiore alla donna, dal momento che l’ha dotato di una forza maggiore sia nell’animo che nel corpo, all’uomo spetta mitigare questa superiorità fino a che è possibile». Ora è evidente, porca la gran puttana, che questo qua non intendeva dire che l’uomo è superiore alla donna dal punto di vista morale o dal punto di vista etico, ma dal punto di vista della forza. È stato costretto a cancellare quanto scritto e ora delle femministe scatenate lo vogliono denunciare”. Esasperato, Crucini ha concluso: “Sentite, andate a fare in cul*. Basta, andate tutti a fare in cul*”.

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli