Un’idea per liberarci dai fanatici del lockdown

roberto speranza(2)
roberto speranza(2)

Il professor Luca Richeldi, direttore di Pneumologia all’Ospedale Gemelli di Roma e componente del Comitato tecnico scientifico, ha recentemente dichiarato che coloro che si vaccinano al 90% non sono infettivi. Il restante 10% di probabilità nel trasmettere il virus ammanta la medicina di un grado di incertezza che attesta l’inaccessibilità al rischio zero, imponendo una strategia di convivenza con l’insidia del contagio. D’altronde il governo di Mario Draghi si genera dall’esigenza di riconoscere la pari dignità della crisi economica rispetto a quella sanitaria, con quest’ultima che sta egemonizzando la gestione dell’emergenza pandemica. Se l’ex banchiere centrale vuole adempiere al suo mandato originario dovrebbe accelerare il processo che affranchi i cittadini dalle catene opprimenti delle chiusure indiscriminate, che ci vincolano nella mobilità e ci inibiscono le interazioni fisiche.

Per giugno dobbiamo raggiungere non l’immunità “di” gregge, ma l’immunità “dal” gregge per liberarci dalla irragionevole passività e sottomissione ai fanatici del lockdown che si identificano nel ministro Roberto Speranza. Pertanto, si proceda a somministrare la salvifica dose a tutte le categorie a rischio, come gli over 70 e le persone affette da patologie, dimodoché i vaccinati non saranno infettivi nei confronti dei non vaccinati. Quest’ultima porzione di cittadini, al netto della componente più fragile messa al sicuro dalla profilassi vaccinale, è statisticamente irrilevante alla letalità del Covid.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
109 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Cavallanti
Marco Cavallanti
4 Aprile 2021 20:38

Sono più che d’accordo con il testo dell’articolo. È ormai più di un anno (se poi penso che io sono di Codogno…) che siamo letteralmente prigionieri o come agli arresti domiciliari. La gente, o almeno la stragrande maggioranza, non ne può proprio più. Il resto, la minoranza, ed i fautori delle regole, fanátici delle chiusure ad oltranza ed ossessiva a tal punto che non vede ad un palmo del suo naso le conseguenze ben più catastrofiche che tutto ciò comporta, dovrebbe fare un attimo un ragionamento e chiedersi se proprio questo maledetto covid sia mortale per “tutti” o se si possa convivere con le solite misure precauzionali e ritornare alla libertà e normalità. Proteggere e vaccinare gli anziani e soprattutto quelli che hanno patologie a rischio, questo si che è quello che veramente importante da fare.

Marco
Marco
4 Aprile 2021 15:55

Speranza è uno dei pochi ad avere le idee chiare, basate tra l’altro su dati scientifici. Oramai non c’è più limite al dominio del dio danaro. Possono pure morire milioni di persone e intanto con il loro sacrificio permettere l’arricchimento di quelli che restano e che venderebbero l’anima al diavolo per quattro soldi. Salvini è un cialtrone, così come la meloni, che per quattro voti venderebbero la propria madre. In Italia il governo non sta chiudendo più di altri paesi europei ( Francia, Germania, regno unito, etc). Dobbiamo comportarci come quell’assassino di bolsonaro? Semplicemente si devono sostenere le persone che non hanno risorse per vivere, e non le persone che anche se in questo momento non stanno guadagnando, hanno solidi conti in banca. Se serve a dare da mangiare a chi non ne ha dimezzassero gli stipendi assicurati. Ve lo sta dicendo uno stipendiato lavoratore ospedaliero.

Sandro Climastone
Sandro Climastone
4 Aprile 2021 11:42

Articolo molto puntuale e di precisa denuncia per ancora mancanza di giuste, opportune e tardive direttive di governo per riportare l’economia della nostra Italia a correre e recuperare il tempi perduto da scelte inopportune e pochissimo illuminanti, per quella famosa luce in fondo al tunnel.

Massimiliano Borsa
Massimiliano Borsa
4 Aprile 2021 10:18

Sarebbe tempo di adottare la tecnica inglese: posporre la seconda dose per coprire la percentuale maggiore di popolazione nel tempo più breve. L’esperienza inglese dovrebbe superare ogni riserva scientifica nazionale. Non vorrei venisse vanificato il lavoro di organizzazione del piano nazionale per mancanza di dosi.

MARIO
MARIO
4 Aprile 2021 10:04

Più che un articolo scientificamente corretto, è un articolo politico che alimenta solo la tensione sociale, di cui proprio non se ne avverte il bisogno

Gio47
Gio47
4 Aprile 2021 9:10

Nemmeno io ho dei dubbi sulla responsabilità di Mattarella.

Francesco
Francesco
4 Aprile 2021 8:40

In un anno di pandemia abbiamo avuto circa 100mila deceduti, lo 0.16% della popolazione italiana (60 milioni) Se però a questi togliamo: 1) Le migliaia di anziani morti nelle RSA dopo che i malati di Covid furono messi dentro queste strutture (??? Con quale criterio fu decisa una simile cosa ? I responsabili andrebbero processati per delitto colposo e strage di Stato, per quanto mi riguarda). 2) Le migliaia di deceduti che, una volta guariti dal Covid, morirono per incidenti o altro (ricordo uno che annegò), e che vennero catalogati come morti PER Covid 3) Le decine di migliaia di deceduti che sono morti per infarto/ictus/cancro ma che, avendo il Covid, sono stati catalogati come morti PER Covid 4) Le migliaia di deceduti morti seguendo i protocolli sbagliati a inizio pandemia (rettificati, almeno spero, dopo che quei due Medici fecero le autopsie, casa che era stata sconsigliata dal Governo) ……. bè, se togliamo tutti questi quello 0.16% verrebbe ridimensionato di molto. Se poi andiamo a controllare i dati ISS (Istituto Superiore della Sanità), ci rendiamo conto che solo il 3.1% (3 mila e 100 persone) dei deceduti non aveva altre patologie. Per cui, a tutti gli effetti, questi sono gli unici, veri, effettivi morti PER Covid Se però guardiamo qual’è l’età media dei deceduti, sempre dai dati ISS scopriamo che… Leggi il resto »

F.G. CAMUSSO
F.G. CAMUSSO
4 Aprile 2021 8:38

A TUTTI QUELLI CHE CALDEGGIANO I LOCKDOWN (E IN PARTICOLARE AI POLITICI) TOGLIEREI SUBITO LO STIPENDIO SICURO CHE PRENDONO CHEE PRENDONO A FINE MESE E CHE SE NE FREGANO QUINDI DI QUEI POVERETTI CHE SENZA LAVORO NON MANGIANO PRCHE’ A LORO NON MANCA NULLA!!!!!