in

“Vaccini brodaglia”. E finisce indagato - Seconda parte

Dimensioni testo

In conclusione, i social network sono pericolosi? In realtà sono dispositivi che contengono luci ed ombre. Quello che ad onor del vero sembra esser ormai realmente preoccupante è la spirale d’odio in continuo incremento tra chi è favorevole alla gestione dell’emergenza sanitaria e chi è totalmente contrario. In questo scenario, quello che si evince è l’assenza totale di quella solidarietà tra persone e capacità di dialogo che ha sempre caratterizzato la nostra cultura cristiana. Forse, deponendo tutti le “asce di guerra ideologiche” e ragionando pacatamente ascoltando le diverse opinioni, si potrebbe uscire  più rapidamente da questo “impasse sociale”.

Quella che oggi ci appare come una situazione insostenibile e complessa, potrebbe celare enormi possibilità per edificare un nuovo modello sociale all’avanguardia, partendo, perché no, migliorando la comunicazione sui social network, educando i cittadini al rispetto reciproco ed alla tutela dei diritti umani. Con questi presupposti, la paura della perdita della salute da una parte e la perdita delle libertà fondamentali dall’altra, potrebbe tramutarsi nel rispetto sia del diritto alla salute che della libertà in nuovo paradigma sociale.

Carlo Toto, 27 agosto 2021

Riferimenti:

https://www.today.it/cronaca/no-vax-indagato.html

https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/08/25/no-vax-indagato-per-istigazione-alla-disobbedienza