Commenti all'articolo Vaccini: la Germania ha fatto bene

Torna all'articolo
guest
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gaetano
Gaetano
30 Dicembre 2020, 12:41 12:41

Beh che l’italia avrebbe fallito sui vaccini era stato preannunciato fin da subito dopo che si è scoperto che ad interessarsi del piano per la vaccinazione sarebbe stato Arcuri! Infatti aveva dato ampiamente prova d’essere incapace, ma non solo, coi vaccini anti-influenzali! Non ci resta che aspettare di sapere quale sarà il prossimo incarico che gli assegneranno!

Valeria P
Valeria P
30 Dicembre 2020, 12:04 12:04

Concordo perfettamente con il professor Desiderio e davvero non capisco da dove nasca la polemica. Cosa c’è di sbagliato nel fatto che un Governo si preoccupi del benessere della nazione che guida e rappresenta? Assurdo sarebbe un comportamento contrario e cioè che un Governo si autolimitasse nelle sue possibilità di agire in difesa del proprio paese, dei cittadini che lo mantengono, per rispettare un qualche astruso accordo più burocratico che politico….l’Europa non dovrebbe essere sancita da “accordi” e “patti” vari ma si dovrebbe fondare sulla naturale vicinanza culturale, storica ed etica di popoli che vivono in prossimità e hanno condiviso secoli di storia. L’Europa “imposta” per via politica e burocratica che senso ha? Detto questo credo che sia criminale un Governo che non faccia di tutto in questo momento per mettere a disposizione del proprio paese la maggior parte di dosi di vaccino possibile nel minor tempo possibile. Tutte queste chiacchiere inutili fanno disgusto…invece di agire e fare qui si discute, si ragiona, si argomenta….le siringhe, i medici mancanti, i bandi….le primule!! Io sono italiana ma vivo in Svizzera…vi assicuro che qui nessuno si sognerebbe mai di aprire discussioni di questo tipo e nessuno si sognerebbe mai di proporre le primule! Ma che razza di proposta è? Qui i vaccini sono arrivati prima e in quantità consistenti, l’esercito si è… Leggi il resto »

rosario nicoletti
rosario nicoletti
30 Dicembre 2020, 11:07 11:07

Per lo “sgarro” teutonico è scattata l’invidia, sentimento che pilota l’Italia, lo stesso che ha fatto del PCI il più forte partito comunista europeo, ed i cinque stelle il maggior collettore di voti. La penso come Desiderio: a differenza della Germania, il nostro governo non sa difendere gli interessi degli italiani. La questione Astrazeneca è sempre più misteriosa: stando alle apparenze, questo vaccino sarebbe ottimo, ed allo stesso tempo da non usare. Il tutto dipenderebbe dalla latitudine. Sono i miracoli del nostro tempo.

Laval
Laval
29 Dicembre 2020, 23:12 23:12

Di fatto la Germania ha rotto il patto Unione Europea togli ‘unione, restano i franco-tedeschi.
Qualcuno tenta di difendere la Germania per gli acquisti ulteriori infischiandosene delle regole e il motivo per cui il governo giallo-verde sta zitto è il fatto che non avremmo avuto le siringhe e quindi il vaccino non si poteva usare dimostrando l’ennesimo flop della sinistra italiana.

Valter Valter
Valter Valter
29 Dicembre 2020, 22:01 22:01

Perfetta la diagnosi di Desiderio: l’ugualitarismo vaccinale ricalca quello che la sinistra ha perseguito ovunque sia andata al potere: morte, miseria ed infelicità in parti uguali per tutti. Si poteva immaginare che il PD e Leu, eredi di quella ideologia, aggregati ai 5s che della sinistra sono la variante geneticamente modificata, ovviamente nel senso dell’imbecillità da cretinismo assoluto, sarebbero stati capaci di sottrarsi al loro karma ?
Quindi ? A noi italiani, ormai assuefatti ad essere trattati come pecore, dell’immunitá di gregge toccherà appunto solo il gregge mentre l’immunità se la prenderanno gli altri.

Gianluca
Gianluca
29 Dicembre 2020, 21:13 21:13

Che stia succedendo il finimondo non può essere un caso, abbiamo messo il nostro destino in mano a un partito fondato da un comico, che ha espresso il capo di governo estraendolo dal cilindro come un coniglio (ma chi lo conosceva Conte?), soggetto che si è reso protagonista della più colossale operazione trasformistica della storia repubblicana, che ha nominato un ministro della salute che scrive libri ridicoli avendo la preparazione scientifica tipica di un laureato in scienze politiche. Da questo guazzabuglio è scaturito Arcuri, l’uomo delle provvidenze percentuali, uno che andrebbe sottoposto a procedimento amministrativo per danno erariale dopo aver ordinato alcune milionate di inutili e probabilmente dannosi banchi a rotelle. Questo trio le dimissioni doveva averle presentate da tempo, è ancora in sella e ne pagheremo le conseguenze.

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli