Voglio sputare il rospo su Giuseppi

So perfettamente di essere nessuno nel panorama politico italiano, di più, so di non rappresentare nessuno, di più, sono pure vecchio, e ai tempi di COVID 19 non è una gran bella cosa, di più, so che ciò che sto per scrivere sarà probabilmente ridicolizzato dall’establishment. Ma non posso non dirlo.

Lo devo ai miei genitori e nonni, tutti operai Fiat, antifascisti prima, poi anticomunisti e antiazionisti, che hanno lottato per la Repubblica. Lo devo alla mia dignità di padre, di nonno, di cittadino, di cattolico, di uomo. Per dirlo intendo avvalermi dell’unico privilegio che mi sono costruito in una dozzina d’anni, il Cameo, un pezzo giornalistico solitario, che esce per i soli abbonati (ma abbonarsi è gratis) di Zafferano.news, e che alcuni giornali cartacei e digitali a volte riprendono. Uno strumento che può permettersi, essendo niccianamente al di là del bene e del male, di dire sempre e solo quella che considera la verità.

È mesi che giro intorno a questo problema, essere un liberale nature (aggiungo nature poiché ormai si dicono tutti liberali, senza esserlo compiutamente), devoto al voto popolare (sono per il sistema elettorale svizzero rafforzato da referendum popolari), mi ha sempre trattenuto. Ma ciò che è successo l’altra notte, una surreale conferenza stampa a reti unificate, alle 3 del mattino, su un tema vitale per il Paese, e le successive ignobili accuse fatte alla stampa, mi hanno convinto.

Ho scritto subito una “Lettera aperta” al Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, poi l’ho buttata. Mi sono detto: “cala trinchetto”. Dovevo sputare il rospo, senza intermediazione alcuna. Dovevo, pur sapendo che non vale nulla, per dignità giornalistica e umana, prendere una posizione definitiva, con una locuzione secca. La scrivo in grassetto e la metto fra virgolette: “Come cittadino comune mi rifiuto di essere ostaggio di un Partito in via di dissoluzione, che ha scelto e supporta un Premier dimostratosi sul campo politicamente inetto”.

Riccardo Ruggeri, 10 marzo 2020

Zafferano.news

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

10 Commenti

Scrivi un commento
  1. E’ veramente l’ora che Giuseppi abdichi al trono: nelle sue conferenze è inconferente, logorroico ed inconcludente. Già come si pone ai veri italiani che hanno cultura ed allo stesso popolo italiano in generale è di una tragicomicità unica. Mai visto che i DPCM emessi li sappia prima la sua stampa di Palazzo e li dispensi prima dell’ufficalità! Anche nell’emergenza (di protezione civile per salute pubblica) è una pagina buia della storia repubblicana da archiviare veramente per l’onore di Italia e degli italiani! L’Europa ha rivelato di essere non altro che un elite finanziaria neoliberista che calpesta le libertà dei popoli trattandoli come popoli di serie A e serie B: cultura cattocomunista del Paese, con la vostra grande boria, Vi siete resi conto di che cosa è questa Europa? Gli italiani hanno diritto, se viviamo veramente in questa apparente democrazia, ad autodeterminarsi non a rinunciare alla loro vita per questa spietata elite finanziaria dominante. Ora lottiamo con coraggio…ma arriverà l’alba…e se Europa deve esserci deve essere quella delle nazioni non delle pletore inconcludenti e boriose franco-tedesche. Avanti ITALIA….per l’onore della ns. nazione.

  2. Se dovesse firmare il Mes con Gualtieri, inetto sarebbe un complimento. Ricordiamo che il MES è stato creato con lo scopo di salvare le banche tedesche e di metterlo nel di dietro all’ Italia. Un ricatto bello e buono, ti danno i soldi ma dal giorno dopo la politica finanziaria del tuo paese la decide l’ unione europea.

    Il problema è che viene appoggiato da persone (faccio fatica a definirlo partito) senza ne arte ne parte che hanno 13000 euro di buoni motivi per andare avanti.

  3. Come cittadino comune non pensi che dovresti scendere dal tuo trono di saggio chic e cominciare ad invitare gli altri cittadini a comportarsi in modo civile per affrontare il problema?

    Sarebbe molto più utile!

  4. Ma è mai possibile che questo forum si sia ridotto ad un botta e risposta con Sal ?

    Ignoriamolo !

    Avanti con commenti costruttivi, che portano idee e spunti per riflessioni

    ovviamente anche in disaccordo con gli articoli ma , per favore con dei contenuti.

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *