Yoko Ono, la pacifista che tifa ergastolo - Seconda parte

Condividi questo articolo


Dov’è l’amore, Yoko? Dov’è l’arte, dove l’elevazione, la saggezza in tutto questo, Yoko? Noi sappiamo che, quando venne ucciso, John il libertario, John il pacifista, John il cantore del mondo immaginario senza bandiere e senza dèi si era votato alla causa repubblicana, addirittura reaganiana (anche su questo, meglio soprassedere): dobbiamo dunque concludere che anche tu, per luce riflessa, per osmosi…? Ma neppure questo è importante, quello che conta davvero è che la tua morale sembra proprio come la tua vecchia band: “plastic”, di plastica, come una tua installazione. Come la tua coscienza, il tuo ruolo nella sottocultura edonistica del Novecento. Iocco Cocco non lascia niente di apprezzabile, poteva lasciare almeno la pietà. Invece tra due anni Chapman, il balordo che uccise Dio, a 67 anni presenterà un’altra istanza. E Yoko Ono, a 90 anni, ancora si opporrà. “Niente per cui uccidere o morire/E nessuna religione/Immagina tutta la gente/Che vive la sua vita in pace”. Solo versi di una canzone, cara Iocco. Una canzone non tua.

Max Del Papa, 29 agosto 2020


Condividi questo articolo


15 Commenti

Scrivi un commento
  1. Ascolti Del Papa , adoravo i Beatles , possiedo tutti i loro vinili , ero a Genova al Palasport nel ‘65 a vederli (ascoltarli era praticamente impossibile ) , avevo 20 anni .
    Quando una quindicina di anni più tardi quel ******** di Chapman lo eliminò dal mondo e spense la musica che John aveva nel cuore e nella mente , io lo avrei strozzato con le mie mani e come me milioni di persone.
    Per cui , per quanto abbia sempre detestato Yoko Ono , apprezzo il suo atteggiamento nei confronti dell’assassino di suo marito che lei ha sempre amato , contraccambiata.

  2. Se proviamo ad immaginare che nella vicenda non sia coinvolta l’egocentrista e manipolatrice Yoko Ono, che scalpore ci sarebbe se un assassino scontasse la propria pena sino all’ultimo giorno?
    Non abbiamo rivendicato più volte la certezza della pena?
    Se poi il punto della discussione sia la virata a 360 gradi dei buonisti quando ad essere colpiti sono loro stessi beh non ci sarebbe nulla di eclatante. È storia

    Vb

      • La pena non è una vendetta. Se è stato condannato a scontare 40 anni 40 devono essere.
        Un uomo per colpa di un altro non respira più, guindi è stato condannato alla pena di morte!

        Vb

  3. C’è un fantastico video su YouTube che mostra un concerto del 1972 con John Lennon, Yoko Ono (sempre simpaticissima) e Chuck Berry. Ad un certo punto, mentre cantavano, Yoko Ono inizia a fare dei versi strani, una roba davvero oscena! Infatti dopo un po’ succede l’inevitabile e per spiegarlo c’è il primo commento al video che è davvero epico!

    There are 3 great music legends in this video.
    1. Chuck Berry
    2. John Lennon, and
    3. The guy who switched off Yoko Ono’s microphone during Johnny B Good.

    Il video è questo: https://www.youtube.com/watch?v=ZbGuxGGOIV0

    • Ho visto il video: Chuck Berry e John Lennon cantano in coppia, mentre una pazza a un certo punto decide di emettere versi striduli, del tutto avulsi dal contesto. La maggior parte dei commentatori la sbeffeggia senza pietà, come si merita.

  4. Bravo Porro , leggo sempre volentieri i suoi articoli e questo , come sempre , non fa una piega : ritratto obiettivo dei soliti idoli di una sinistra ipocrita , opportunista , ” predica bene e razzola male “

  5. Bravo Porro , leggo sempre volentieri i suoi articoli e questo , come gli altri , non fa una piega : ritratto obiettivo dei soliti idoli di una sinistra ipocrita ,
    opportunista , ” predica bene e razzola male “

  6. Sia Lennon che Iocco Bill mi erano sembrati due furbetti che si esibivano a letto per emergere e fare contratti miliardari. Dei Beatles mi è sempre stato il più antipatico. Dato che sono i buoni a morire prima, mentre i cattivi hanno la vita lunga, Chapmann ha una debolissima speranziella che la megera tiri i cracchi prima dei novant’anni e della prossima occasione di uscire

  7. Se mettiamo da parte che nella vicenda sia coinvolta una manipolatrice cosa c’è di strano che una pena venga scontata fino all’ultimo giorno?
    Non ci siamo forse scandalizzati come questo venga puntualmente disatteso specialmente nel nostro paese?
    Se poi invece il centro della questione è che il pensiero dei buonisti faccia virate a 360 gradi quando sono loro ad essere colpiti beh è storia vecchia e scontata, nulla di cui stupirsi.

  8. Yoko Ono era il nulla assoluto sia come persona sia e specialmente come “artista”, il Lennon innamorato ne vedeva la grande sua Musa, ma spesso anche il mitico John, che personalmente non mi è mai piaciuto per il suo intellettualismo da bignami, che nascondeva appunto contratti miliardari e cosmopolitismo straccione. Ma si sa il popolo bue vede in ogni stupidaggine di canzonetta Mozart. Il sig. Chapman, nonostante l’orrendo delitto, si puè ritenere abbondantemente punito, ma la Ono ovviamente causa la sua testa non darà mai il là. .

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *