in

Zacinto presenta “Visioni”, il primo libro QR CONCERT che trasmette la musica allo smartphone  

Dimensioni testo

Una trentina di pagine, caratterizzate da grafica e colori evocativi, che aprono a un mondo trapuntato di note non appena varcato, grazie a un Qr code e alla telecamera dello smartphone, il digitale. E’ l’idea di Visioni” di Piero Salvatori: il primo QR Concert ®, di Zacinto Edizioni, marchio editoriale focalizzato sull’innovazione che pubblica narrativa, poesia, teatro, musica ed esplora nuovi linguaggi anche crossmediali.

 

Prima nasce la Storia poi la Musica

Visioni è un volume piccolo nelle dimensioni ma grande nell’anima per leggere e ascoltare musica dal proprio telefono. Significativa la genesi dell’opera: l’idea nasce durante i lockdown, nei tanti confronti tra l’autore e l’amica Viviana Barozzi, nel tentativo di individuare un mezzo sia per dare presenza fisica alla musica in un momento in cui i teatri, le sale concerto erano rimaste prive di voce a causa della pandemia, sia di regalare una nuova materialità alla musica. Un modo per far rivivere quel piacere di accarezzare le note con le dita e di stringerle tra le mani, che generazioni ha trovato nell’acquisto di un cd o di un vinile. Il piacere di un qualcosa di solido per una forma d’arte, un linguaggio che è insieme universale ed etereo. “Prima nasce la Storia poi la sua Musica; come piccoli e brevi film. Io racconto le mie scene e subito dopo la mia musica diventa la loro colonna sonora. In ogni nota, in ogni cambio di ritmo, in ogni nuova atmosfera, ritornerete a vedere con i vostri occhi e il vostro cuore ogni singola frase, ogni singolo luogo, ogni singolo sguardo che li hanno ispirati”, spiega Salvatori, etrusco di origine ma milanese di adozione. Compositore, violoncellista e pianista, Salvatori infonde in Visioni tutta la melodia della propria vita di artista: avvezzo a introdurre i propri concerti raccontando al pubblico i pensieri, i sentimenti, i ricordi, le persone, i luoghi che li hanno ispirati, trasporta tale delicato approccio sulla carta e poi, tramite il Qr Code, tra i pieni e i vuoti di un immateriale pentagramma. Così da dare acceso a tutti all’inseguirsi di temi, arpeggi, ponti tonali con cui racconta nell’ordito musicale le sue emozioni, proietta la pellicola della sua vita intrecciando analessi e prolessi. Leggendo,  ascoltando i dieci brani musicali scelti –  i maggiori successi di Salvatori – si viaggia con l’autore lungo l’Italia tra Capri (“Infinity”) e Chamonix (“Open”) ci si sofferma davanti ai colori delle  pennellate delle Lettere di Van Gogh (“Visioni”, da cui prende il nome l’intero volume); si ascolta il sogno di una corsa d’amore al chiarore della luna (“Fucsia”) , il ritmo dei passi della vita di due bambini che crescono (“Hid & Lenny”), fino a “Flyaway”, “Via Crucis 3.33” e “Giallo Arancio”: “La mia prima composizione”, scrive lo stesso Salvatori. Posta però qui alla fine del volume, quasi a imprimere all’insieme un andamento circolare, dove l’Omega si confonde con l’Alfa, la fine con l’inizio. Forse per il musicista anche una trasposizione delle tante ore passate con il proprio strumento a studiare, a perfezionarsi o che il compositore dedica al labor limae delle proprie opere. Sono di un meraviglioso paesino Etrusco dell’Alto Lazio, Caprarola, luogo selvaggio dominato da verdi colline, ricchi noccioli, un potente Lago di Vico, un meraviglioso Palazzo Farnese, abitato da genti forti, legate alla terra e amanti delle Arti”, racconta Salvatori. “Da queste radici – prosegue – ho tratto lamore per la musica ma anche per la lettura e la scrittura. Con questo volumetto e con la grafica delle pagine web dove sono caricati i brani, che ho realizzato personalmente, sento di avere dato completezza creativa alla mia ispirazione”.

 

Un album green che dialoga con la carta

QR Concert ® dunque è un libro ma non è solo un libro; è un album musicale ma non è di plastica; è musica ma non è solo musica; è un emozionante dialogo e incontro tra la carta stampata, lo strumento di comunicazione più antico ed elegante e la creatività delle nuove tecnologie. Questo libretto è delizioso, molto intelligente – riassume Ornella Vanoni nella sua presentazione (un videoclip attivabile dal QR Code in copertina) – è un libro piccolo, perché un libro deve essere piccolo oggi, ma è veramente unidea straordinaria, molto bella, molto carina, molto invitante. Musica e sensazioni, emozioni … e Piero Salvatori è uno straordinario musicista”. Zacinto è quasi per definizione la metafora del viaggio e per noi un racconto che prende le vesti di multiformi letterature, commenta Aulo Chiesa, amministratore unico della casa editrice. Zacinto, prosegue Chiesa, esplora nuove frontiere: narrativa, poesia, teatro, ma anche arte, linguaggi fotografici e digitali, viaggi, moda, design, sostenibilità, sociale, new media, tendenza Il QR Concert Visioni” si inquadra perfettamente in questa filosofia: è “sostenibile” perché non ripropone il vinile ma è anche moderno e inclusivo”, perché può avvicinare i più giovani al libro e i meno giovani allo smartphone.”

 

Visioni 

Il volume, presentato venerdì 20 maggio presso ADI Design Museum di Milano, è in vendita sul sito www.biblionedizioni.it, sui principali book shop on line e da metà mese arriverà progressivamente nelle principali librerie italiane. Al prezzo di 15 euro.

 

 

 

Contenuto consigliato