in

Zangrillo: “La depressione sta uccidendo più del virus”

Dimensioni testo

Torna il professor Alberto Zangrillo, che per un po’ di mesi era quasi sparito dalle scene, dopo le critiche subite per le opinioni sul Covid che aveva espresso la scorsa estate. E torna con un intervento di assoluto buon senso, con il quale ci ricorda che in Italia non si muore soltanto di Covid.

Intervistato da Alessandro Sallusti sul Giornale, Zangrillo rivela: “Il pronto soccorso del San Raffaele”, il suo ospedale milanese, “è molto gettonato e viaggia su una media di 120 accessi giornalieri; siamo passati da una media del 50% di pazienti Covid nella prima ondata al 30% di ottobre, al 13% di febbraio-marzo 2021, quindi almeno 8 pazienti su 10 sono affetti da gravi patologie che nulla c’entrano con il virus”.

E invece pare che in Italia ci ricordiamo solo di quello. Non esistono più “cancro, malattie cardiovascolari e neurologiche?” Magari… Semplicemente, fingiamo di non vederlo. E indubbiamente, l’insistenza ossessiva sull’emergenza coronavirus ha impedito a tanti pazienti di curarsi bene. Questa è una vera e propria emergenza nell’emergenza, purtroppo fagocitata dai media che parlano solo di bollettini e chiusure. Evidentemente, chi muore d’infarto o non si cura il tumore non ci suscita panico: fa tutto parte del piano.

E Zangrillo ricorda anche l’importanza delle cure domiciliari, scandalosamente trascurate in un’Italia che ha preferito ospedali e lockdown: “Giocare tutta la partita in ospedale equivale a giocare una partita di calcio in 8 contro 11, il vostro medico di base è fondamentale”.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
111 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Montecristo
Montecristo
5 Aprile 2021 18:33

Almeno un pensiero ce l’ho, caro Giovi, ma lei chissà?

paolospicchidi@
paolospicchidi@
4 Aprile 2021 0:54

@Marina Vb si la GB ha fatto meglio, uno dei vaccini l’aveva in casa… comunque ovviamente non è l’abbassamento dei ricchi ai poveri la mia uguaglianza ma il contrario… se avessi un pulsante da schiacciare con cui scegliere chi vaccinare per primi sceglierei i più fragili, esposti e anziani del Mondo e credo farebbe lo stesso lei… quel pulsante non esiste… i vaccini non cadono dal cielo e le persone che li hanno inventati, fabbricati e commercializzati hanno “trovato” un compromesso tra il “si salvi chi può cioè i ricchi e forti e il prima i fragili, gli anziani e gli esposti… infatti non hanno terminato di vaccinare la loro intera popolazione che sono già arrivati da noi e in parte tramite COVAX anche nei Paesi poveri… l’altruismo ti salva la vita… se vaccini gli altri anche a gratis… non ti tornano indietro le varianti
Buonanotte

Montecristo
Montecristo
3 Aprile 2021 16:58

Ma avete letto o sentito in tv cosa ha scritto il bravo Speranza sul suo libro “Perchè guariremo.Dai giorni più duri a una nuova idea di salute” e dice testuale, “la sinistra, grazie a questa pandemia potrà recuperare la sua egemonia culturale”, adesso ditemi se un ministro della salute che scrive queste cose non ha fatto scelte politiche con un fine da interesse di bottega comunista. Speranza è l’uomo più inadatto e inutile che poteva capitare a noi poveri creduloni. In un posto dove in tempi normali forse sarebbe riuscito a non fare troppi danni, ma in tempi di covid ha causato la catastrofe che tutti vediamo. E dopo più di un anno siamo alle stesse condizioni di un anno fa. I vaccini? Se ogni nazione li avesse comprati per conto proprio, li avrebbe pagati di più, ma ora sicuramente non sarebbe in speranzosa attesa…

Lorenzo Medici
Lorenzo Medici
3 Aprile 2021 15:47

Non è comprensibile come mai Speranza sieda ancora in un ministero invece di trovarsi nella carcere di Regina Coeli, in attesa di giudizio.

Gianluca P.I.
Gianluca P.I.
3 Aprile 2021 15:10

Premesso che i centomila e passa decessi “legati al Covid” sarebbero in gran parte avvenuti ugualmente se solo si fosse registrata una normale epidemia influenzale, avendo mediamente i deceduti oltre 80 anni e svariate patologie in corso d’opera, è chiaro che i danni arrecati alla psiche, alla vita di relazione delle persone e a tutto ciò che ne consegue saranno immani. Togliere due anni di vita sociale a un adolescente o a una persona anziana è un danno non risarcibile e neppure quantificabile, ma un danno rimane e i danni di solito qualcuno è tenuto a risarcirli.

paolospicchidi@
paolospicchidi@
3 Aprile 2021 14:36

@Marina Vb e se la Germania e la Francia li avessero pagati il quadruplo e il Giappone 8 volte il loro valore… non sarebbero stati venduti a loro piuttosto che a noi?
Zangrillo ha il suo peso… Montanari, Tarro, posizioni “Porriane , ecc ecc sono ben presenti anche in casa mia (la mia dolce metà).
Io credo che Conte, Draghi, Speranza abbiano fatto le stesse cose che ha fatto Johnson e quindi non credo che abbiano fatto scelte politiche. Se poi lei mi chiede se non era meglio tentare la via “svedese” io le rispondo – SI – tentare… se poi per le morti e per gli ospedali la cosa fosse diventata insostenibile… zone rosse, arancioni…
Le stime i calcoli di Speranza, Governo, Conte, Draghi, (vogliamo parlare anche della mia efficiente/efficiente? Regione Lombardia e di ARIA) le stime dipendono da errori ma forse anche da altro vedi ARIA… ma in massima parte dall’arrivo dei vaccini che non crescono sugli alberi…
Io credo che si sia fatto bene ad acquistare i vaccini insieme all’Europa… un po’ per uno… uguaglianza tra Paesi ricchi e poveri… ugualianza tra le Regioni Italiane… sarebbe stato bello anche uguaglianza mondiale… tenendo conto del numero degli anziani…
Marina questo suo “prima noi pagandoli il doppio”… mi rattrista… e la condivisione… e l’Eucarestia…??

Luana Amici
Luana Amici
3 Aprile 2021 14:14

Purtroppo le persone serie, non manipolabili, in questo Stato, forse come in altri… sono una Voce che grida nel deserto… ma il deserto lo stanno inondando di marciume. Spero che uomini come Lui possano avere la Forza per rinnovare questo sistema balordo!!! Siamo stanchi che solo un corpuscolo di gente senza Anima controlli la nostra LIBERTÀ di ESISTERE E SCEGLIERE!

Luciana Agostini
Luciana Agostini
3 Aprile 2021 13:52

parole vere