Zuppa di Porro: rassegna stampa del 22 luglio 2020

Affidereste 209 miliardi a questi due?

Condividi questo articolo


00:00 Tutti i commenti sulla vicenda europea a partire da quelli entusiastici del Corriere della Sera, a quelli più ragionati di Repubblica, fino ai più ostili di Verità e Libero.

03:30 Alla fine anche i paesi frugali hanno portato a casa il risultato.

05:40 Massimo Franco sul Corriere trasuda amore per il governo in ogni riga…

07:10 Il trionfalismo di Mario Monti sull’accordo europeo.

08:30 Toc toc: il primo fu l’ex ministro Tremonti a chiedere gli eurobond

09:30 La foto di Casalino e Conte sul tappeto rosso…

10:00 E Luigi Di Maio intervistato dice che è merito della squadra e non solo del premier. La sondaggista Ghisleri sostiene sulla Stampa che Conte ha guadagnato consenso ma l’Italia su di lui si divide.

11:45 Ho paura a far gestire questi 209 miliardi a Conte…

13:33 Ennesima intervista di Ernesto Maria Ruffini, capo dell’Agenzia delle Entrate, che dice come vuole modificare i pagamenti per le partite Iva mentre c’è la rivolta dei commercialisti.

14:38 Milano si fa slow… un’altra minchiata!

15:33 Da leggere assolutamente il fantastico articolo di Federico Rampini, nascosto da Repubblica, che spiega come il numero Times abbia fatto un’indagine in cui dimostra come la sanità europea che tanto si vanta della sua eccellenza sia stata molto peggiore di quella americana. Il pregiudizio eurocentrico non fa vedere un dato di fatto e cioè che con il Covid sono morti in percentuale più in Europa che in America.

16:53 Nel frattempo il ministro Lamorgese vuole le mascherine obbligatorie per tutti i giovani e all’aperto. Ma non ci penso proprio!

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


15 Commenti

Scrivi un commento
  1. Nemmeno il condominio gli farei gestire a questi due dementi, li metterei prima a zappare la terra, con la zappa che usavano i nostri nonni, poi forse potrebbero capire cos’è la “fatica” e sicuramente si leveranno dai piedi per non essere volgare.

  2. Minkia Porro….negli anni l abbiamo affidato ai vari Berlusconi, Bossi con tutta la lega , Matteo e l altro Matteo ed adesso dovremmo sottrarci di avere fiducia in loro?
    Capisco il tuo doveroso e servile omaggiare a chi ti fa campare…ma a volte esageri….te ne sei accorto?

  3. io li affiderei ai Giapponesi e sono sicuro che verrebbero spesi bene e presto. Già ci sono gli avvoltoi pronti a entrare in azione. Non ho fiducia dei politici italiani, sanno fare solo promesse.

  4. @Chiara. Non avevo compreso che il Suo intervento non era rivolto al sottoscritto. Le chiedo sentitamente scusa. Cordialmente.

  5. Democrazia defunta e debito pubblico, oltre il centosessanta percento del prodotto interno lordo…. e questi festeggiano applaudono e si congratulano con se stessi. Peccato che chi applaude, oltre ai fancazzisti nullafacenti che sperano di continuare a percepire briciole, piuttosto che chiedere fermamente solo lavoro e salario adeguato, sono i tanti dracula che si preparano a succhiare soldi a questi inetti che hanno spillato un grosso prestito, agitando la paura che in Italia arriva “quel fascista di Salvini”. Ma fino ad oggi, quanto abbiamo speso per ospitare migranti? E questa Europa, piuttosto che risarcirci, ci presta quanto è già nostro?

  6. Che toni duri tutti quanti. Sicuramente concordo sul fatto che il paese sia a tutti gli effetti una colonia europea, ma non vedo lo scandalo. L’italia storicamente è stata dominata da potenze europee. Negli ultimi 150 anni si è macchiata di ignomia e meccanismi vergognosi. Certamente meglio vassalli dell’europa che gli italiani beceri e corrotti. Non si dev generalizzare, ma la morale cattolica per cui tutti devono avere la loro libertà e il bel paese dovrebbe andare a schiantarsi per colpa di una classe dirigente incompetente e ignobile non è lo scenario che preferisco. Ben venga una perdita di sovranità, piuttosto l’attenzione va a chi ci amministra. Effettivamente l’unità a oltre 20 stati sembra anche esso un carrozone.

  7. a sti due non gli affiderei neanche il porcellino con i miei risparmi , banditi , ecco quello che siete , vi auguro ogni male

    • Non solo non li affderei ai due loschi figuri ma nemmeno a me stesso… Avrei paura di spenderli prima di aver sanificato il sanificabile

  8. Caro Porro ciò che dici è sempre giusto ma l’Italia attualmente è oramai un paese MORTO. Con questa storia che tutti esaltano di indebitamento europeo (perchè di questo si tratta….) ci siamo infilati in un ‘cul de sac’ che ci costerà caro. Con la UE sul collo non ci saranno elezioni che tengano e se così fosse e come risulta evidente vincerebbe la destra non le sarà permesso governare e si ritornerà ai ricatti economici per abbatterla(vedi spread) già usati con Berlusconi. Quindi siamo ufficialmente diventati un paese a governo UE. Ringraziamo gli italioti che hanno esaltato pd e 5stalle……..

  9. Se sono arrivato grazie a Conte questi miliardi è giusto che lì gestisca lui ! Caro Porro ancora non vuoi capire bacheca a molti elettori di destra Conte piace fattene una ragione! E comunque chi dovrebbe gestirli ? Abbiamo da sinistra a destra gente che li ha fatti sempre sparire i soldi! Mah !

  10. Bravo Porro, è sempre un piacere ascoltarti.
    I miliardi? Se li gestiscono chi ci governa in questo momento siamo “fritti”, non hanno mai visto un soldino prima che prendessero lo stipendio da parlamentare quindi possono gestire cifre che non sanno nemmeno da quanti zeri sono formate? Comunque, loro sono gli “intellettuali” e, gli altri, i “pecoroni”. Speriamo se ne vadano prima altrimenti “perderemo”, e non si sa dove, gran parte di quei miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *