Zuppa di Porro: rassegna stampa del 26 luglio 2020

Assedio a Fontana, silenzio su Casalino

Condividi questo articolo


00:00 È partito l’attacco alla Lombardia. Anzi sono tornati all’attacco. Il titolo peggiore su Fontana e quella del Messaggero.

04:55 Il compagno di Casalino fa trading online ma nessuno dice niente, tranne la Verità.

07:20 Berlusconi ribadisce il suo sì al Mes.

07:54 Tolgono le multe alle Ong e le mettono a chi non indossa la mascherina. De Luca docet!

09:08 Il sindaco di Lampedusa chiede lo stato di emergenza.

09:40 Proroga sulle cartelle esattoriali racconta Il Sole 24 Ore.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


14 Commenti

Scrivi un commento
  1. Caro Porro, confrontare un sistema politico che garantisce vantaggi a parenti ed amici con una persona che gioca i suoi risparmi in un sito per sfigati, non è la stessa cosa. Su certi siti se hai 10000 euro puoi comprare fino a 1000000 di euro solo on una operazione utilizzando le leve finanziarie previste. Se ha speculato su Atlantia guadagnandoci sopra dei soldi hai ragione tu ma a quanto pare ha perso solo soldi come fanno il 99% delle persone che apre conti in quelle società finanziarie.

  2. Porro…Dottore…speriamo di non dover ‘ricominciare’ a breve sul Recovery Found,che se ‘accettato’ da sto governo + aggiunte in corso d’opera di ‘responsabili’ già con nome e cognome ed ‘inviati’ da chi ‘ha interessi’ extrapartitici da difendere,che ‘prevede'(impone)di spendere il 40%(quarantaxcento)dei 209 miliardi a ”SUD e dintorni”,ma proprio ‘d’intorno-d’intorno’,max Gaeta,e non a nord,altro che ‘Mezzogiorno di fuoco’.NB:Lei da che parte ‘penderà’?

  3. Su covid ed idrossiclorochina, dopo che Bolsonaro pare essere guarito, senza aver particolarmente sofferto, grazie ad essa:
    https://www.newsweek.com/key-defeating-covid-19-already-exists-we-need-start-using-it-opinion-1519535

  4. Caro Nicola, ripeto il mio punto di vista: difendere per partito preso chi si inguaia da solo, con vicende ancora tutte da chiarire, non è una buona idea.

    Che poi gli altri ci marcino, e che nascondano le malefatte dei propri amici, poco importa: è uno schema da cui bisogna uscire e che negli ultimi decenni non ha portato a niente di buono.
    Anzi, forse è proprio uno dei fattori che ostacola l’emergere di persone valide nel centrodestra.

  5. Tra una compagnia che smette di trasmettere TV ed Internet e una quarantina severa ho goduto un po di pace ed ho capito che le comunicazioni familiari valgono un milione di visioni televisive e nessaggi elettronici. Quel che avviene in Italia mi ha stufato, migliaia di parole e pochissimi fatti, partecipare e commentare le esibizioni visive era diventato un hobby per un vecchio che ha ripreso il piacere di leggere. Il centro-destra non é un partito liberale é solo un’insalata di ambiziosi che di liberalismo non hanno idea. Potrebbero rappresentare una speranza se solo dimenticassero il loro egoismo.

  6. Sono convinto che ci sono dei pupari che muovono l’informazione , la magistratura, la burocrazia, … mentre i politici e la massa popolare spesso fanno la parte dei classici utili idioti.Lo scenario di lenin nel suo ultimo memoriale.E’ difficile capire in tempo il fine delle loro tresche finanziarie, industriali, di concorrenza etc. … perché andrebbero stanati e studiati i loro contesti e poi dimostrare gli effetti delle loro mosse ; ma qui é il problema ,perché non si mettono mai in mostra , si scambiano le informazioni fra di loro e promuovono gli attacchi ai politici , alle imprese , alle istituzioni, etc.. , sollecitando e arruolando di volta in volta la truppa utile ai loro scopi. Così fu distrutta la chimica a favore delle industrie tedesche, la siderurgia e la metalmeccanica è attuale , la filiera alimentare della SME a favore delle imprese francesi , tutto questo é avvenuto con il beneplacido di giornalisti, che facevano ed ancora fanno l’opinione pubblica, di alcuni partiti politici come il pci e suoi discendenti, che ovviamente il loro appoggio fu determinante e così via. E’ chiaro che il nemico é la lega ed il suo crescere va abbattuto perché non risponde agli interessi di queste persone.

  7. Al Messaggero – quotidiano che, non a caso, nell’ultimo hanno ha avuto un calo del 25% delle copie vendute – non si scrive nulla se il padrone non è d’accordo. Quale interesse ha il proprietario del quotidiano prediletto dagli uscieri dei ministeri ad attaccare così violentemente la Lombardia? Lascio la risposta a chi ne sa più di me.

  8. L’ennesimo attacco disgustoso a Fontana e alla Lombardia dai
    sinistrorsi, giusto perché il centrodestra governa: trovassero
    qualcos’altro per attaccare…Invece Casalino, col suo boy che
    gioca in borsa pur essendo “indigente” va bene? Lampedusa:
    finalmente Martello si accorge di quello che sta succedendo?
    dove è stato finora? Andava bene la capitane Carola allora?

    • Dobbiamo essere sereni: è in partenza Lamorgese per trattativa con la Tunisia per il blocco delle partenze.
      Se fino a ieri ne arrivavano 600 al giorno dopo ne accoglieremo 1000.
      Così anche la Bellanova potrà darsi da fare per chiudere il cerchio.
      E Conte potrà finalmente chiedere il Mes.
      Voglio vedere fino a che punto vogliamo lasciarci prendere in giro.

      • Mi consola sapere dell’impegno della banda coi
        cosiddetti migranti. La Lamorgese in Tunisia?
        Definitivamente magari? Portiamoci anche la
        Bellanova, già che ci siamo. Da un pezzo ci
        prendono in giro !!!

  9. È talmente evidente come sia l’ennesimo polverone mediatico ad hoc per attaccare la regione.
    Basta leggere il Messaggero per capire quanta malafede ci sia dietro. L’emergenza Covid è stata una vera manna per certa gente, sono mesi che le provano tutte per affossare la Lombardia.
    Ci siamo già dimenticati della richiesta di Crimi di commissariare la regione, la richiesta di ricentralizzare la sanità (Brrr), la “spassosissima” pantomima mascherine di Boccia mentre i medici morivano, la vergognosa accusa di “genocidio”, gli articoli di Serra, la -indecente- performance del grillino Ricciardi in parlamento, etc etc?

    Fontana può essere certamente accusato di essere un pirla, come giustamente definito in altro commento, per aver prima non considerato il conflitto d’interesse e dopo per aver maldestramente tentato di rimediare, raccontando pure ingenue frottole. Un pirla appunto, non un ladro. E i pirla vanno puniti alle urne, non in tribunale o con la gogna mediatica di parte.
    E vorrei comunque ricordare il momento di estrema emergenza in cui ci si trovava all’epoca, quando mancavano maledettamente i dispositivi medici ed era molto difficile reperirli. Ecco, forse in quei momenti la priorità non era proprio l’opportunità o meno di certe operazioni…
    È lo stesso motivo per cui Zingaretti (che non sopporto), per me non va massacrato per la questione dei 13 milioni € delle mascherine. In quei momenti, con l’acqua alla gola, mi sembra comprensibile che la priorità fosse accaparrarsi materiali medici essenziali “in ogni modo”, senza stare tanto a cincischiare.
    Ma la differenza è proprio questa: la solita, gigantesca la malafede.
    Su Zingaretti si fa finta di niente, su Fontana si costruisce tutto questo mega-scandalo giornalistico, raffigurandolo come un bassotto col malloppo in mano. Solito doppiopesismo.
    Il tutto con l’ovvio fine di attaccare la parte politica avversa e la regione.

    • Una ulteriore piccola differenza tra le due vicende: qualche milione di euro.
      Mi perdoni la venalità ma in questo momento non mi sembra ci siano eccedenze di liquidità da sperperare.
      Se fosse successo in Lombardia i tribunali sarebbero stati riaperti in tutta Italia con processo per direttissima.
      Tra le tante cavolate fatte da Fontana figura quella di aver seguito le direttive del governo, Zaia ha fatto il contrario e i risultati si sono visti.
      Quindi, se vogliamo salvarci sappiamo cosa non dobbiamo fare

      • Perfettamente d’accordo. Se c’è una cosa che davvero va rimproverata a Fontana è l’essersi troppo appiattito sulle decisioni, sbagliate, del governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *