Zuppa di Porro: rassegna stampa del 28 marzo 2020

Burocrazia e donazioni, oggi sto con Fedez

Condividi questo articolo


00:00 Parla Mattarella e se la prende con l’Unione Europea.

02:05 L’intervista di Conte al Sole 24 Ore? Totalmente inutile!

02:30 Si rompe l’asse franco-tedesco?

03:15 Per Ernesto Galli della Loggia il premier Conte è il nuovo De Gaulle.

04:52 Con i dati vogliono dimostrare per forza che le misure adottate sono giuste.

06:30 Parla il Papa ma la vera impressione è piazza San Pietro deserta.

07:43 Gli italiani non hanno ancora visto un euro dal governo.

08:55 Allarme liquidità…

09:27 Può sembrarvi strano ma oggi sto dalla parte di Fedez.

12:08 Tutti a godere perché Boris Johnson è positivo al virus. Tra questi pure un medico, complimenti!

14:05 I militari sono l’unica cosa che ancora funziona.

14:50 Donald Trump impone alle industrie di produrre ventilatori.

15:24 Intanto c’è la corsa all’oro…

15:44 Giuliano Ferrara è diventato un Marco Travaglio qualunque.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


21 Commenti

Scrivi un commento
  1. La rottura dell’asse franco-tedesco è il fatto che ci consente (forse) di non finire nel tritacarne della Troica. Quanto durerà? C’è solo da sperare: tutto è legato ad un filo. Conte ha improvvisamente cambiato idea, rinnegando il MES (forse, vuole fare veramente il De Gaulle, salvatore della Patria), mentre molti gerarchi del PD sono a favore della distruzione dell’Italia. Avremo gli Eurobond? O ci sarà consentito fare ancora debito?

  2. io ho fatto donazioni per ospedali del mio territorio ma non so come giungeranno e come saranno amministrati questi soldi; purtroppo soldi dati per vari terremoti o sciagure si sono persi o fermati nelle banche per questo ho subito approvato quello che hanno fatto fedez-ferragni anche se sinceramente non li conosco o condivido il loro genere artistico

  3. Meno contagi più morti? = Pietà! La burocrazia corre davvero più del coronavirus. Monti Della Loggia= De Gaulle? Boh! Codacons Ferrara+Travaglio= Banda Bassotti nei momenti peggiori.

    Un benvenuto ai militari, una grande garanzia.

  4. Premetto che non ho molta simpatia per la Ferragni, ma obiettivamente devo riconoscere che Lei e Fedez hanno fatto una cosa straordinaria e in tempi brevissimi. Quindi va tutta la mia ammirazione a questi due personaggi che a differenza di tante altre persone alle parole hanno preferito i “fatti”… Trovo invece scandaloso l’intervento del Codacons che critica la procedura seguita per la raccolta fondi …

  5. Caro Nicola

    dovremmo tutti rivedere,o vedere se non se ne è ma avuta l’occasione, Brazil, capolavoro di Terry Gilliam.

    Il momento in cui Harry Tuttle viene annientato fisicamente, fino a scomparire dal turbine dei moduli di carta, è l’immagine perfetta per rappresentare la morte che la nostra burocrazia ci infligge quotidianamente.

  6. “Oggi sto dalla parte di Fedez.”

    Per rendersi conto che il mondo si è capovolto basta questa frase. Purtroppo.

  7. Vorrei che fossi tu il presidente del consiglio al posto di de Gaulle -Conte Ti ho chiesto l’amicizia ma non mi hai risposto.Buona giornata. Io per passare il tempo racconterò agli amici di fb un un’altro capitolo dei libri della Xinran o la storia della mia famiglia al tempo della guerra così staranno in casa con più pazienza.

  8. Giuliano Ferrara si è tolto la maschera e si mostra per qullo che è (secondo me) un esponente di sinistra pro immigrazione pronto ad imporcela con ogni mezzo. Ferrara paragona Salvini allo sparatore di Macerata ma si scorda del tutto i motivi per cui questo signore si è rovinato con una azione sbagliata e sconsiderata, ossia per vendicare (?) la morte della ragazzina Pamela uccisa, in modo terribile, da un immigrato africano. Di Pamela e degli italiani in generale a questi signori della sinistra non frega nulla. Ci considerano meno dei moscherini. Tante sono le prove ma non ve le elencherò convinto che Pamela basti e avanzi per far capire chi sono questi buoni accoglienti ma completamente menefreghisti per quelli che dovrebbero essere i loro connazionali.

  9. Grande Fratello Vip, Amici di Maria, i cuochi di qua, i cuochi di là, e cazzate varie…sono tutte trasmissioni registrate prima di marzo (spero) ? perchè, se così non fosse, come si può spiegare che l’obbligo del domicilio forzato vale solo per gli operai in cassa integrazione, mentre per cameramen, registi, addetti al sonoro, addetti alle luci, al montaggio, tecnici elettricisti, conduttori, conduttrici, ospiti e compagnia bella…lo stipendio e lavoro è garantito a prescindere. In Italia si può chiudere tutto, ma guai a chiudere la Tv. Guai.

  10. Porro oggi sono d’accordo su tutto con te. Però vorrei chiederti un parere sull’intervista di Renzi a L’Avvenire: “”con il virus dovremo convivere mesi e mesi. Per questo adesso dovremo riaprire fabbriche e scuole. Altrimenti moriremo di fame non di Covid.””

  11. Egregio Dott. Porro, buongiorno.

    Non sono un fan di Fedez e Ferragni ma hanno fatto bene, in special modo ad indirizzare gli aiuti direttamente e non attraverso i carrozzoni.

    L’Italia sta evolvendo, dallo Stato all’età dei Comuni.

    Con buona pace di chi crede che lo Stato, peraltro un’invenzione moderna, sia indispensabile.

    Cordiali saluti.

    • Tutto torna utile, dunque un plauso ai soldi raccolti dalla coppia.

      Mi chiedo pero’, con i milioni che guadagnano a palate solo attraverso un click….non potevano fare un “regaluccio” anche a livello personale ? Lo ha fatto Totti, ad esempio

  12. avevo scritto commenti di fuoco contro fedez all’epoca delle manifestazioni contr l’expo, non mi piaciono le sue canzoni, non ho mai seguito in alcun modo sua moglie e non mai letto un articolo che parlavano di loro.

    Ora mi sento di dire grazie di cuore a fedez e a alla ferragni per quello che hanno fatto, molto meglio di tanta altra gente, evidentemente un figlio fa miracoli. Grazie ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *