Zuppa di Porro: rassegna stampa del 3 luglio 2020

Caso Berlusconi, Travaglio datti pace!

Condividi questo articolo


00:00 Conte e Zingaretti si incontrano (e siamo felici per loro) ma in realtà tutti i nodi restano là dove sono, a partire dal codice degli appalti e dall’abuso d’ufficio che sembrerebbe aiutare, lo dice pure il Fatto Quotidiano, la sindaca Appendino.

02:50 Repubblica dice che il conto del virus lo pagano i giovani, in realtà è il conto di questo governo…

04:33 Le politiche attive sul lavoro non servono a nulla e costano 1 miliardo e mezzo, come racconta bene Valentina Conte su Repubblica.

05:35 Il decreto semplificazioni sta affondando…

06:40 Il Sole 24 Ore denuncia il caos Liguria con la fuga dal porto di Genova.

09:40 I Marò vengono processati in Italia e come sempre il più preciso di tutti nel raccontare la vicenda è Danilo Taino.

11:33 Giorgia Meloni e Matteo Salvini mantengono la loro linea sulle elezioni rispondendo a Silvio Berlusconi.

12:58 Tutti contro il giudice Amedeo Franco, il magistrato degli audio rivelati a Quarta Repubblica. Travaglio datti pace!

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


19 Commenti

Scrivi un commento
  1. A quei “signori” che danno del leccaculo …non pensate che voi magari avete lo stesso atteggiamento con le vostre mogli … libertà di opinione e pensiero …siete dei fascisti!!!!

  2. Sentire i commenti si capisce che provengono tutti da comunisti.Quando dico comunisti, intendo tutta la sinistra.Nessuno di loro volge lo sguardo verso il mondo comunista . Andate a vivere in quei paesi.E’ troppo comodo fare il comunista nel paese democratico

  3. Porro lascia stare Travaglio, prima impara a dire la vera verità e poi confrontati sui fatti veri. Dimenticavo a furia di leccare il **** al puttaniere ol cazzaro e alla ranocchia dalla bocca larga la lingua ti si secchera
    Vai a scuola di verità, ti migliorerà sicuramente

  4. In considerazione di quel che si sta dicendo e facendo per il nulla …. sul caso Berlusconi, vorrei Totò Rina presidente della Repubblica caria ha honorem considerato che non c’è più.
    Perché solo in Italia succede che il popolo viene preso in giro

  5. Purtroppo Berlusconi, cheaveva avuto ampi consensi, in tanti anni di Governo ha contribuito a ridurre l’Italia in una situazione di degrado economico e sociale. Lo dico con tanto dispiacere

  6. Purtroppo Berlusconi, cheaveva avuto ampi consensi, in tanti anni di Governo ha contribuito a ridurre l’Italia in una situazione di degrado economico e sociale. Lo dico con tanto dispiacere

  7. Porro datti pace l ultimo governo dei maestri lega Meloni Berlusconi spread.600. Sull’ orlo del fallimento.scappati x dar posto a Monti fornero..ora fanno i professori..che coraggio

  8. @Pietro46
    Risposta solo parziale, Egregio, lei ha omesso di esprimersi sulle dichiarazioni di Palamara per lanciare l’ipotesi.
    Ma questo è nel DNA di un certo pensiero.
    I pensieri puri non li ha più neanche il Papa figurarsi se si possa aspirare di trovarli in quella politica che ha sempre governato con qualche aiutino esterno.
    Però trovo alquanto strano che questi “puristi” oggi abbiano bisogno dell’appoggio dell’uomo più corrotto (anche per loro definizione) d’Italia.
    Comunque stia tranquillo i faccendieri stanno già lavorando affinché il tutto venga sotterrato, come avvenuto in passato.

  9. Ascolta cosa ha commentato su questo audio ad orologeria per resuscitare Tutankhamon e poi vedi chi è Berlusca. Gli appunti borsellino te li sei dimenticato dove c’è scritto che Berlusca era sul libro paga di cosa nostra. La frode di Mediaset è un fatto accertato ti piaccia o no..la giravolta l’audio di giudice morto che non si può difendere mi dice una mazza a me

  10. Riguardo i marò, una cosa che ricordavo, ma mi sono cercato su internet prima di rischiare di sparare frescacce: lo Stato italiano ha già pagato 10 milioni di rupie (poco meno di 150 mila euro, all’epoca mi sembrava fossero circa 130-135 mila euro, me lo ricordo benino perché mi sembrò una cifra assurda) a famiglia, dei due pescatori uccisi. Praticamente a quelle latitudini equivalgono a un 4-500 anni di stipendi. Quindi, visto che il governo italiano segue la tendenza del suo popolo (avere la memoria corta ed evanescente come le RAM di un PC), ricorderei al tribunale dell’Aia che l’obolo è stato già ampiamente elargito ai danneggiati e da quanto letto su “Il Riformista”, pare che questo fatto sia avvenuto il 30 maggio 2012, per ottenere la libertà su cauzione, che infatti venne concordata, salvo poi (recito a memoria) essere arbitrariamente revocata dai tribunali farsa del Kerala (con i farseschi rinvii ad oltranza), che segnarono l’inizio del calvario dei due fucilieri.
    Qui ciò che ho trovato a conferma di ciò che ricordavo:

    www.ilriformista.it/chi-sono-i-due-maro-le-tappe-del-caso-internazionale-che-vede-coinvolti-latorre-e-girone-125449/amp/

  11. Sono daccordo che siamo governati da incompetenti. Aspettiamo le regionali e vediamo se questi cialtroni saranno premiati e rieletti oppure mandati a casa.

  12. Tutto giusto e sacrosanto sulla difesa di Berlusconi ma Voi giornalisti vi siete MAI interessati in modo efficace e duraturo e non avete MAI fatto indagini approfondite sulle miriade di sentente ai danni del popolo che gridano vendetta e nessuno ha mai indagato sulle cricche di malaffare pro loro utili di TUTTE LE SEZIONI FALLIMENTARI E DELLE ESECUZIONE IMMOBILIARI SPARSE IN ITALIA dove vengono definitivamente spossessati a fini della cricca i residui beni dei falliti

  13. Ma quante chiacchiere. Ma non vi rendete conto che in Italia non funziona più niente. Dai politici che non capiscono le leggi che approvano ai funzionari pubblici che quelle leggi, a volte scritte con i piedi, dovrebbero applicare. Sono anni che si fa carriera per appartenenza a questa o a quella corrente politica, a questo o a quel sindacato con la meritocrazia che se ne va a farsi fottere. La nostra classe dirigente è un’ accozzaglia che, definire di asini, fa torto all’asino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *