in

Chi non la pensa come la Murgia è sessista

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 26 giugno 2020

Dimensioni testo

Chi non la pensa come la Murgia è sessista (26 giu 2020)

00:00 Il caso Mondragone con il focolaio dei bulgari e il governatore Vincenzo De Luca che faceva il fenomeno con il lanciafiamme adesso non fa niente.

05:15 Basta con il terrorismo psicologico sul Covid-19.

06:00 La Lega nomina il no-Euro Alberto Bagnai al dipartimento economia.

06:50 Il bonus del 110% sull’edilizia che servirà a poco.

07:30 Salta il taglio dei vitalizi e tutti gridano allo scandalo. Ma preoccupiamoci di altro tipo i “Pomigliano boys”.

09:25 Le nuove linee guida per come tornare a scuola a settembre. Incredibile l’articolo di Travaglio

11:05 L’intervista al prof. Patrizio Bianchi, consulente del ministro Azzolina, che si autocandida come futuro ministro all’Istruzione. Io sono disponibile a fare il ministro degli Esteri!

12:25 Vittorio Feltri si è dimesso dall’Ordine dei giornalisti, titola Il Giornale.

12:45 Autostrade bloccate.

13:10 Continua la telenovela di Palamara e del Csm

13:45 La scrittrice Michela Murgia non accetta le frasi dello psichiatra Raffaele Morelli. E poi se la prende con Vittorio Sgarbi. L’accusa è sempre la stessa: “sessisti” e “misogini”.

Raffaele Morelli perde il controllo con Michela Murgia: "Stai zitta e ascolta"