Commenti all'articolo Conte ci insegna il bon ton, ma senza il Vaffa non era nessuno

Torna all'articolo
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
SERGIO
SERGIO
28 Gennaio 2020 17:41

Ciao Nicola, forse il/i microfoni basta posizionarli più vicino alla bocca.

thalia
thalia
28 Gennaio 2020 15:51

Di tutti questi commenti super akkulturati io invio sempre il mio, fatto di pensiero semplice in quanto leggendo, stamattina qua e là ho incontrato una dichiarazione del capo antimafia che da buon calabrese non ha votato nessuno. C’era qualche ambiguità pare scrivesse, pur non dettagliando(?) e a pensar male si fa peccato, cosine di questo genere io ne ho molte, in pensieri,parole ,opere e omissioni, ma guarda un pò sempre ci azzecco! Mi rifaccio alla donnicciola che è corsa a tirare Salvini dalla giacchetta pardon, felpa, e trascinarlo a suonare al citofono di un presunto pusher . Chi avrà inviato questa volenterosa a commettere un atto si eroico? Emilia abbonda di rossi eroi fino al midollo. Poco male se fossimo preoccupati dell’andazzo oramai radicato nella libera società, per i nostri figli che muoiono di detti veleni, no, si erige a giudice il corrioso volpone in cerca di rinnovata celebrità, ma non vediamo che per non parlare si fa perdere una partita importante all’avversario, giacché siamo dello stesso partito. Allora i5* oltre ad aver tradito ideali interni, personali o di professione,ammesso ne abbia mai avuti, deve essere fatto fuori per inciucio continuato.

Elisabetta
Elisabetta
28 Gennaio 2020 14:22

Si chiama consumatore compulsivo moderno… ed anche questa è coerente.( il microfono e microfonino) Eh beh, Cruciani, Arpisella,Meluzzi, Sgarbi,etc… tutte figure sobrie non solo nei modi ma soprattutto negli aspetti carratteriali ed umorali e che dire dell’immagine ossia aspetti degli involucri, sono in perfetto pandan con i contenuti. Mah forse avranno il problema di essere “amati” per ciò che sono e non per ciò che possiedono (capitali)’? Ha ragione Porro, perchè l’emilia patria dei fighetti e la calabria patria dei mafiosi, casomai, l’emilia patria dei fighetti mafiosi ( colletti bianchi) e la calabria patria dei buzzurri mafiosa ( manovalanza)? Ma è questione di confusione di definizioni, lobbies e mafie , uguali ma diverse.? Na na Porro, la flessione dei mercati ha preso la “scusa” al volo della “pandemia” per la speculazione e braccio di ferro tra paperoni della finanza. Ogni scusa è buona per raccimolare spicci , spicci che come diceva Totò:” E’ la somma che fa il totale!” Gran parte dei specultaori medio piccoli viene decimata, un modo liberale del mondo finanziario con cui fare “embargo”ed assalto alle aziende. Evolute forme di protezionismo, per chi sà usare metafore , analogie e non si ferma alla forma delle definizioni. ma usabili solo per interessi di grandi lobbies liberali. Eh Porro ma per i big data ci vogliono gli Stati/ Governi… Leggi il resto »

Andrea
Andrea
28 Gennaio 2020 14:20

Non capisco perchè gli Italiani non scendono in piazza

franco ferraris
franco ferraris
28 Gennaio 2020 14:16

In effetti che in Calabria la malavita possa influenzare il voto si può ipotizzare,ma che in Emilia vinca la mafia (comunista) è sicuro.

lucia
lucia
28 Gennaio 2020 13:46

oltretutto non è stato votato da NESSUNO