in

Conte convoca gli Stati generali. Risate…

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 6 giugno 2020

Dimensioni testo

Conte convoca gli Stati generali. Risate... (6 giu 2020)

00:00 Franceschini e il Pd se la prendono con il troppo attivismo di Conte. E intanto arrivano gli Stati Generali…

03:45 Decreto Rilancio, una marea di emendamenti in particolare sull’ecobonus.

04:49 Arrivano gli incentivi sulla rottamazione dell’auto…

06:00 Da leggere l’intervista su Repubblica del capo di Ryanair contro il protezionismo italiano.

07:28 Le follie del ministro Azzolina sulla scuola.

09:15 Il Corriere della Sera è rimasto l’unico giornale del virus.

10:40 Il responsabile all’emergenza Covid dell’Emilia Romagna ammette gli errori fatti sul lockdown.

11:15 Scontro Salvini-Forza Italia mentre Di Battista vuole prendersi la leadership dei 5Stelle.

12:30 Quanto vale il partito di Conte? C’è chi dice il 14%.

13:15 L’ipocrisia sullo sgombero della sede di Casapound.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
34 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
DE FINA PAOLA DONATELLA
DE FINA PAOLA DONATELLA
8 Giugno 2020 17:50

Porro:come sempre i tuoi commenti sono chiari e puntuali !!!Bravo!!

umberto
umberto
7 Giugno 2020 10:03

Porro la Azzolina è soltanto incapace come tanti ministri

stefano
stefano
7 Giugno 2020 7:38

Questa INUTILE BUFFONATA delle mascherine e dei guanti quando avrebbe fine?Questa tristissima PAGLIACCIATA quando potrà avere fine?
Questa PRESA IN GIRO LEGALIZZATA quando avrà fine?

ILARIA CHIARA
ILARIA CHIARA
7 Giugno 2020 3:22

Caro Nocola,ci manca solo il partito di quell’ incompetente( giusto x essere carina),di Conte! Ma posso sapere,che abbiamo fatto di male x meritarci un cretino simile al governo? Ti assicuro,che i miei gatti,sarebbero riusciti a governare il Paese meglio di lui! Ma anche mio nipote di 4 anni,se gli spieghi,come mai,non si devono far entrare,alcune persone,x che’ portatrici di un epidemia,lui non li fa’ entrare (4 anni), mentre,questa sottospecie di persona, fa’ più danni che altro. Non so’ se il mese prossimo,lavorando,a stretto contatto, con le redazioni,io, riprendero’ a inizio mese prossimo o a settembre,vedremo che succede, ma un conto e’,restare chiusi,x decreto,e un altro conto,e’ che il cretino al governo( e sono ancora gentile), NON CI FACCIA RIAPRIRE E RIPARTIRE. Ti sembra normale tutto cio’?

sandro
sandro
6 Giugno 2020 23:28

QUESTO E’ IL PAESE DELLE BANANE GOVERNATO DA INCAPACI CHE NON HANNO MAI LAVORATO E LA POLITICA E’ PER LORO UNA VINCITA AL SUPERENALOTTO MA FAREBBERO BENE A TORNARE DA DOVE SONO VENUTI PERCHE’ QUANDO SI TORNERA’ A VOTARE SARANNO SPAZZATI VIA.VOGLIAMO SOLO UN GOVERNO DI GENTE CAPACE ,DEI POLITICI VERI,PROFESSIONISTI E INDUSTRIALI CHE SANNO COSA FARE PER RISOLLEVARE LE SORTI DEL NOSTRO PAESE

Franco Maloberti
Franco Maloberti
6 Giugno 2020 19:23

Con riferimento al post di Rosario Nicoletti sull’intervista di Bagnai apparso su “La verità” e il mio post sulla Zuppa di ieri, riguardante il distruzionismo, vorrei esaminare meglio i “disparati obiettivi anche contrapposti” che motivano recenti evidenti azioni di danneggiamento dell’Italia (Bagnai parla di ritardo doloso). Avere un paese al guinzaglio serve molto a Germania, Francia, Olanda, paesi del nord e, per motivi strategici ed egemonici, a USA. Avere un paese pieno di poveri serve alla chiesa che ha bisogno di pecorelle da salvare che non debbano passare dalla cruna di un ago; serve ai sindacati che hanno un assoluto bisogno di sfilanti porta bandiere e urlatori di slogan (che per questo pagano un obolo); serve ai comunisti, ora mimetizzati con il nome di democratici (sic!), per rimpolpare la dimagrita schiera di operai e operaie (anche perché i pensionati e pensionate sono stati un po’ ridotti dal virus), questo, ovvio, per difenderli dai “padroni dalle braghe bianche”. Avere un paese impaurito e sconcertato serve a distrarre la gente e ad allontanare le elezioni. Serve poi alle varie caste per conservare i privilegi e continuare a sguazzare nel benessere immeritato.

Queste sono le categorie di nemici da combattere e, assieme a loro, tanti collaborazionisti e utili idioti.

Andrea
Andrea
6 Giugno 2020 18:27

@Evaristo. Vada in Inghilterra e si faccia 2 settimane di quarantena. Proprio ora che l’Italia è ripartita: mercati pieni, lunghe file a negozi e supermercati, parrucchieri estetisti profumerie pieni, bar pieni con tavolini che non trovi un posto manco a pagare, lunghe file alle gelaterie alle pizzerie compresi asporto, parchi pieni, treni pieni, code alle autostrade, spiagge piene ecc

Roberta
Roberta
6 Giugno 2020 18:01

Ciao gran figo ❤❤❤