Zuppa serale di Porro del 21 giugno 2020

Conte parla mezz’ora senza dire nulla

Condividi questo articolo


Poco fa il premier Conte ha tenuto la sua solita conferenza stampa a conclusione degli Stati generali. Una cosa l’abbiamo capita già dalle prime parole: questi 8 giorni del governo blindato a Villa Pamphili non sono serviti a nulla!

Ve ne parlo in questa mia zuppa serale.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


7 Commenti

Scrivi un commento
    • Conte si da le arie da intellettuale filosofo ^—^ Siccome la plebe come me della filosofia, come materia linguistica, con comprende molto. Non riusciro’ mai a capire se Conte fa ragionamenti solo per la ragione d’essere o perche’ si vuole raggiungere un qualcosa si concreto. (*—*)

  1. Porro tu invece parli ogni giorno senza alcuna utilità per il paese. Semini zizzania, avveleni i pozzi, alzi il tiro continuamente. Io Ti chiedo se sia questo il bene della collettività. Fare moderazione per uno come Te è difficile. Si capisce. Diversamente Ti ascolterebbero in pochi, ma forse sarebbe un poco più dignitoso…
    Un saluto

    • Sono d’accordo! Porro dovrebbe essere inquisito, processato, condannato e incarcerato per attività antisoviet… scusate, antigovernativa.

    • Moderati i toni dei democratici e rispettosissimi dell’altrui pensiero di tale Travaglio, Lerner, Gruber, Ferrara, Pedulla’.
      Porro dovrebbe imparare da costoro.
      Guardano un po’ dall’alto in basso gli interlocutori, utilizzano nomignoli dispregiativi, sono i custodi della verità assoluta, però sono moderatissimi.
      Bere e fumare a stomaco vuoto è pericoloso….. leggere le istruzioni prima dell’uso

  2. La mia parrocchia ha organizzato estate ragazzi per 100 bambini. Cosa fa lo stato e le maestre. Mio figlio ha sempre lavorato allanagrafe di un piccolo comune, a torino lanagrafe e chiusa, di aperto sono solo gli uffici essenziali. devo continuare x raccontare il resto. Qualcuno dovrebbe cambiare occhiali. Tutti abbiamo rischiato, ma qualcuno e stato alla finestra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *