in

Conte-Renzi, ma vanno a casa davvero?

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 14 febbraio 2020

00:00  Vi leggo i titoli sulla crisi tra Conte e Renzi. Intanto è pronto il gruppo dei responsabili. Ma voi ci credete davvero che questi andranno al voto?

02:48 L’ex ministro Fioramonti dice che il coronavirus è figlio della società Occidentale. Toc toc!

05:20 L’economia italiana è la peggiore dei 27 paesi in Europa.

06:05 Giorgetti parla con Antonio Polito e dice che la Lega non vuole l’uscita dall’euro. Toc toc: converrebbe che parlasse con Borghi e Bagnai più che con i giornali.

07:23 La follia della riforma penale.

08:46 Mattarella rassicura i cinesi.

09:25 Solo Il Fatto Quotidiano continua a credere che il reddito di cittadinanza serva a qualcosa.

11:29 Caso Gregoretti, Salvini trova un alleato insperato in Antonio Di Pietro.

11:54 Il Foglio dei moralisti e bacchettoni sfotte La Zanzara mentre Vittorio Feltri sfotte Francesco Merlo.

13:13 In una trasmissione clandestina il vice presidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Schlein, dice di essere stata sia con uomini che con donne e diventa l’eroina di Gramellini e Concita de Gregorio. Ma chissenefrega!

14:35 Ennesima intervista sul Corriere della Sera a Stefano Simontacchi.

15:24 Conad licenzia come se non ci fosse un domani, ma tutti zitti…

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

15 Commenti

Scrivi un commento
  1. tranquilli, alla fine il pifferaio di frettole svelerà il solito bluff, tra le due corde alle quali deve impiccarsi, far finta di governare coi 5 stelle o elezioni, alla fine sceglierà la prima, che rimanderà la sua inevitabile fine politica di qualche mese ma almeno gli farà arraffare qualche nomina, che è l’unica cosa che gli interessa, altro che prescrizione o benetton. il fatto è che i sondaggi da Lista antonio la trippa del suo ridicolo partitino l’hanno decisamente spiazzato, nella sua follia e confidando come sempre nell’idiozia degli italiani era convinto davvero in due mesi di arrivare al 20% per poi “dare le carte”come piace tanto dire a questi intrallazzoni della politica. purtroppo per lui il suo narcisismo patologico non gli farà mai entrare in testa che la gente non lo vota più non per il destino cinico e baro o per i magistrati cattivi che osano mettere il naso negli affari suoi e della sua famiglia (l’unica cosa più a orologeria della giustizia italiana è il garantismo renziano, vedi differenza tra papà tiziano e nave gregoretti…)ma perchè ormai nell’immaginario collettivo lui è l’emblema del ballista, dell’inaffidabile, dell’inattendibilie, dello schizofrenico, la sua incoerenza patologica fa si che nessuno lo prenda più sul serio ma lui ancora imperterrito insiste coi suoi patetici proclami e le sue risibili minacce che ormai non fanno più paura persino ai crimi o ai bonafede, sembra sempre più hitler nel bunker che coi carri armati russi alle porte di berlino è ancora lì con la mappa a schierare le truppe verso la vittoria finale.

    il problema vero è che tutto questo, oltre a quella dei “vivaisti”, prolungherà anche l’agonia dell’italia, con questo assurdo governo che ormai non decide più nemmeno dove mettere le fioriere, tenuto insieme solo dall’ossessione per quella vera e propria droga per questa gente che è il potere, che si trascina per forza d’inerzia senza la più pallida idea di come affrontare i veri problemi di questo paese e concentrandosi solo sull’unica cosa che gli riesce bene, raccontare balle agli italiani tra l’ennesima bufala sul rilancio del sud (33 miliardi??? ahahahahahaha!! ma dove li prende dalla plastic tax??), improbabili riforme lampo del processo penale (bonafede e i suoi predecessori non hanno fatto una mazza per 30 anni e adesso tutto fatto in una settimana??ma mi faccia il piacere!!), solite mance elettorali propinate col solito trucco di dare 10 (con il cuneo fiscale)con la destra e togliere 100 (con l’aumento dell’iva) con la sinistra che tanto qualche imbecille ci casca sempre, e porcherie di ogni tipo nascoste dalla stampa di regime, dalla ripresa a go-go degli sbarchi e quindi del magna-magna dell’accoglienza al loro marchio di fabbrica, la solita puntuale gragnuola di tasse ai soliti noti, chi lavora e produce, per finanziare il parassitismo di Stato incarnato dall’elettorato loro e dei 5 stelle, fancazzisti,delinquenti, truffatori e mafiosi di cittadinanza, ministeriali sindacalizzati (appena arrivati si sono precipitati a bloccare la riforma Bongiorno antifurbetti), onlus fasulle, finto cooperativismo, carrozzoni di Stato a loro vicini politicamente tipo anpi, cinematografari di regime, presunti Enti di cultura o arti varie, inutili baracconi clientelari copiosamente foraggiati al solo scopo di procurare voti.

    consoliamoci solo pensando che alla fine di questo schifo qualcosa di buono uscirà. renzi e 5 stelle, due facce della stessa medaglia di malgoverno e trasformismo finalmente spariranno, nella speranza che i cocci delle macerie che lasceranno non siano messi insieme dai loro degni eredi, cioè sardine e santori vari.se così sarà gli italiani ci saranno cascati un’altra volta. e allora che dire? se la vuoi proprio sta bicicletta allora non rompere e pedala!

  2. COMING OUT 5st-dichiarazione shock:Fioramonti “il coronavirus è mio figlio” ECONOMIA ITALIANA : primato del cerchiobottismo giallorosso, subito dopo i primi 26. LEGA non vuole uscire dall’euro. Contento l’euro! LA FOLLIA della riforma penale. La madre dei cretini è sempre incinta. MATTARELLA rassicura i cinesi. Faremo sbarcare il coronavirus. IL FATTO QUOTIDIANO crede ancora nel reddito di cittadinanza, in assoluta Buonafede. GREGORETTi-SALVINI-DI PIETRO :il nuovo triumvirato. IL FOGLIO sfotte la Zanzara, Feltri sfotte Merlo chi sfotte l’ELEFANTINO? ELLY SCHLEIN : ho amato uomini e donne. Avrà chiesto il permesso alle Sardine? CONAD licenzia come se non ci fosse un domani. I Sindacati insorgono con parole di fuoco

    Chi vuol essere lieto sia di diman non c’è certezza”

  3. Porro ascolta, Bagnai ha un blog, vai a farci un giro sopra e poi segnalaci quando ha detto che l’Italia deve uscire dall’Euro. Il discorso e’ diverso, l’UE deve cambiare o se no l’Euro non e’ sostenibile, se la risposta e’ “Euro ad ogni costo”, guarda la Grecia e valuta tu se preferisci accettare qualunque conseguenza piuttosto che ipotizzare d’uscire dall’Euro. Meno 40 di PIL e piu’ 70% di rapporto debito PIL, questo e’ stato il prezzo greco per tenersi l’Euro. L’Euro e’ irreversibile solo se cambia l’Europa, se no e’ un esperimento destinato a concludersi prima o dopo. Questo non significa che se la Lega va al governo indice un referendum per uscire dall’Euro, ma se la scelta diventasse Troika o uscita, avrebbe il coraggio non solo di chiamare il referendum Greco, ma di farne rispettare l’esito. Sarebbe un disastro? Forse si, peggio delle suddette cifre? La vedo dura! Ma ognuno e’ libero di pensarla come vuole

  4. E tutta una manfrina per le nomine.

    Col 20% hanno occupato tutte le posizioni in Italia e in Europa. .Sono specialisti nella gestione del.potere e quindi immagino che vogliano 401 sulle 400 nomine a disposizione e per questo stanno facendo baraonda.

    Vedrete che un nell’interesse di tutti loro) accordo lo raggiungono.

  5. Questo lo dovremmo verificare con elezioni, ma….siccome le “destre” sono pericolose allora non di può.

    Personalmente non mi sono mai considerato di destra ma quando sento quella testa fina di Zingaretti parlare delle “destre”, facendo intendere si tratti di vandali nazisti, allora va XD

  6. Fino a quando non leggerò sui giornali la data delle elezioni politiche non crederò alla fine della legislatura. Sono troppi i parlamentari abbarbicati ad uno stipendio, che non vedranno mai più. Il Presidente della Repubblica dovrebbe porre fine a questo immondo spettacolo.

  7. A casa non ci vanno, ma Renzi non ha le idee politiche dei giallo-rossi e renderà la fine della legislatura un inferno, sarà un’agonia per i giallorossi. Quando andremo a votare, Conte e compagni capiranno che una morte veloce e indolore era meglio…

  8. Ma Forza Italia che cosa farà in caso di sfiducia di Renzi?

    Perché il partito del Berlusca ha oltre 100 parlamentari (se non erro) che si ridurrebbero a 4 (5?) in caso di elezioni.

    Faranno suicidio di massa oppure confluiranno in massa nel governo Conte TER come responsabili? (il cosiddetto governo dei responsabili)

    Chissa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *