in

Conte sfida la Francia

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 24 gennaio 2019.

00:00 Conte sfida la Francia. I giornaloni fanno gli scandalizzati, ma nessuno ricorda quando la Francia ha sfidato d’Italia. Tutti a ricordare la vicenda Fincantieri e la sua possibile soluzione negativa, ma nessuno ricorda il nazionalismo francese.

03:48 Sempre Francia vs Italia. Interessante Bricco che sul Sole ci spiega perché i francesi hanno completamente svuotato il DNA italiano di Parmalat. Attenzione a piagnucolare: all’epoca della sua vendita nessun italiano si presentò.

05:18 Due presidenti in Venezuela. E per Zucconi di chi è la colpa? Donald Trump of course.

07:10 Calenda e Berlusconi rialzano la testa, ma non troppo.

07:36 Bernard-Henri Lévy condanna l’atteggiamento di Matteo Salvini. Ma sapete chi parla? Senza vergogna…

08:37 La Verità attacca l’ex presidente dell’Istituto superiore della Sanità e per me sbaglia.

09:55 Governo diviso sulle trivelle. E il Fatto malizioso pubblica la foto di Salvini con la t-shirt anti trivelle.

11:30 Landini segretario della Cgil, troverà sponda con certa parte grillina.

12:08 Brizzi prosciolto. Sentite cosa scrive il gip…

13:20 Il titolo di Libero sui gay che fatto incazzare un po’ tutti.

Condividi questo articolo
  • 143
    Shares

13 Commenti

Scrivi un commento
  1. Si sarebbe dovuto restare nella scia del minivertice di Versailles del marzo 2017 che prevedeva ciò che ad Aquisgrana si è reso attuato.
    Le famose “due velocità”.
    Il contratto di Aquisgrana è comunque un “antivirus” sulla disgregazione della UE che rimane aperto anche ad un’Italia nel caso si dovesse riprendere dalla catarsi regressista ed autodistruttiva che si sta autoinfliggendo.
    Basti vedere il “caso Dyson”,il cui boss era un fervido fautore della brexit,ed ora sta trasferendo la sede legale in Singapore per capire che per noi italiani una implosione della UE sarebbe catastrofica.
    Paradossalmente la Francia e la Germania,che in UE nn ci hanno mandato gli scalzacani tipo Salvini,Gruber,Santoro e tutta la manica di trombati foss’anche da un seggio comunale di una media citta,ma persone competenti che nelle commissioni(dove si producono i disegni di legge che nel 99% dei casi passano il voto del parlamento)lavoravano con cognizione di causa.
    Costruendo una UE a loro più consona con la delega(ignorante)anche dei vari pagliacci sia di dx,che sx italiani che scoprono sempre la travatura dell’ano a giochi fatti.
    Oggi abbiamo scoperto che l’articolo 22, paragrafo 1, del regolamento UE sulle concentrazioni è l’esatto colpo che ci lascerà con un palmo di naso.
    È stato votato nel 2004.

  2. molti giornalisti come molti politici sono servi e traditori della nazione italiana . Franza o Spagna basta che si magna.

  3. Ingredienti della zuppa ottimi e gustosi
    Certamente la sinistra completamente senza argomenti per fare opposizione può solo ricorrere alla magistratura per attaccare i loro avversari politici oppure attaccare direttamente evidenziando una memoria molto corta tipo il protezionismo francese di lunga data non collegata al governo attuale , lo stesso vale per Trump tutti gli avvenimenti mondiali sono usabili per colpevolizzarlo, viva il presidente opposto a Maduro. Bravo Nicola

  4. Signor Porro, la voglio aiutare. Il nome del presidente della Assemblea Nazionale in Venezuela e’ Juan Guaido’ con l’accento sulla o e si legge come e’ scritto. I passi costituzionali seguiti dal nuovo presidente sono previsti dalla costituzione attualmente vigente in Venezuela.Scritta da chavisti con Chavez ancora in vita e poi approvata con un referendum popolare.Quindi Juan Guaido’ non si e’ autoproclamato presidente come tutti i giornalai italiani affermano.Tutto chiaro?

  5. Personalmente trovo geniale attaccare i presunti europeisti con dell’europesimo sano. dura poi accusare i cosi’ detto populisti di essere antieuropa e salta ancora piu’ all’occhio quanto gli europeisti siano anti-europei, intesi come popoli e non come congrega di tecnocrati a braccetto. Anche la stessa Le Pen ha cambiato dialettica e personalmente ritengo che stiano segnando l’ennesimo punto sulla cricca Merkroniana. Porro non dovresti scusarti e sottolineare che non sei ne sovranista ne nazionalista, non e’ un’onta. Chi non e’ cieco ed ignorante, perche’ bisogna avere zero conoscenza della storia tanto quanto un paraocchi sul presente da anni per non sapere che nessuno e’ piu’ nazionalista di Francesi e Tedeschi. L’europeismo e’ un nome molto buonista e chic per chiamare un qualcosa che da secoli amano mettere al naso dei loro vicini, io lo chiamo anello e mi risulta che sia da sempre stato molto di moda nel bel paese. Per gli amanti degli anelli al naso sempre pronti a svendere l’interesse nazionale per quello particolare loro e dei loro amici l’europeismo e’ da diversi anni che rappresenta l’occasione della vita. Il patto francotedesco siglato verra’ spazzato via dai loro stessi popoli, m’aspetto presto un referendum francese che dia l’ennesimo schiaffo al piccolo micron che l’ha firmato. Applausi a Conte che con astuzia ha colto l’occasione per far notare che l’imperatore e’ nudo, non che di sti tempi le occasioni siano rare, ma sempre bene cogliere la palla al balzo. Sul Venezuela insieme al Canada chi ha gia’ riconosciuto l’autoproclamato premier e’ l’UE, complimenti ai giornalai che danno la colpa a Trump. Ma lo sanno che a difesa di Maduro s’e’ schierato Putin? Ma non sono gli stessi giornalai che da anni attaccano Trump in qualita’ di presunto putiniano? La credibilita’ di una certa stampa dire che e’ al minimo storico e dir poco. Grande Porro, anche oggi una bella Zuppa

  6. Secondo me Feltri ha spirito molto acuto, comunque sempre divertente.
    Voleva dire che ci sono cattive notizie sull’economia ma, in compenso buone sul fronte liberazione omosessuali. Ironia amara: le due cose sono legate, eccome! Il mondo occidentale continua la sua corsa all’annientamento, economico si ma al contempo indissolubilmente anche morale.

  7. solo un commento veloce, in quanto non servono altri commenti.
    La proposta di Conte è solo un forzatura. In effetti, se esiste una Comunità, perchè la Francia rimane li? Ma soprattutto perchè un posto la si deve dare alla Germania che ha iniziato la seconda guerra mondiale con tutto quello che è successo? Allora datela anche all’Italia.
    Se poi in Italia si svende tutto ai francesi e non solo e non siamo capaci di fare niente, sono li ..azzi nostri.
    Per favore non tocchiamo la questione sud america. Ci siamo dimenticati chi è il vero macellaio? Non il rieletto presidente, ma chi ha fatto una politica di contenimento dei popoli locali, come se fosse roba sua (leggete al contrario questa parola). Non mi scompongo per i grillini, sappiamo chi ci sta dentro, ma c’è da dire che la sinistra continua farmi ridere. Sta con i banchieri e con gli aguzzini della EU, non riempie le piazze contro il capitalismo (ma lo sostiene), non ferma le sanzioni contro la Russia, che sostiene che sia tenuta da un dittatore (ma non erano comunisti, loro?) e poi fa queste entrate contro Trump. Il resto lo lascio ai posteri.

  8. Si tratta solo di competizione. Durante la mia vita sono stato un atleta, giocatore di rugby di buon livello , serie A e serie B. Ho incontrato squadre di assoluto livello, e sempre c’é stata la competizione. Nel lavoro ero un rappresentante prima, poi titolare d’azienda dopo, sempre competizione. Gli Stati Sovrani , anche loro si competonoi territori e le possibilità di ricavare dei benefit. Nulla di strano. I politici italiani sono delle SCAMORZE ” per questo starnazzano e strillano come oche. Imparassero ad essere competenti e competitivi invece di starnazzare pieni di livore perché non hanno gli attributi e le competenze per gareggiare nel mondo.

      • Incontrando squadre di assoluto livello avete perso. Perché il rugby italiano ha sempre perso. Quindi il paragone non mi sembra calzante, se vuoi vincere. Se vuoi solo partecipare allora tutto va bene, vado bene anche io a 74 che non faccio sport ma lo guardo ed emotivamente partecipo. Suvvia.
        Lo sport è una cosa e la politica dovrebbe essere fatta colla testa, non coi muscoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *