in

Il Csm e gli spifferi dal Quirinale

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 13 giugno 2019.

00:00 Flat tax, i paletti di Di Maio.

01:35 Arrestato Arata, imprenditore vicino alla Lega. E Travaglio già fa le sentenze.

03:55 Lotito sbarca in Alitalia.

04:54 Cassette di sicurezza, è polemica tra Salvini e Il Giornale.

05:30 Gli italiani preferiscono il cash. La media delle transazioni con i contanti nella penisola è dell’86%. Ma quella in Europa non è molto meno…

06:10 Saltano le chiusure domenicale dei negozi.

06:24 Gran casino a Hong Kong. Ecco perché.

06:52 Lo Sblocca-cantieri da sbloccare.

07:28 Csm, l’ombra del Quirinale. Lo scoop di Repubblica.

Condividi questo articolo

10 Commenti

Scrivi un commento
  1. La cosa piú impotante che lei menziona é il numero di decreti che bisogna approvare per poter sbloccare i cantieri.
    Non so sesignir Porro si da conto che le sue mani di chirurgo arrivarono al vero tumore che impedisce che l’Italia cambi in meglio, diventi una nazione dinamica e che si possa svilppare in crescita.Questo é un problema maggiore della non attiata Spending Review, qui sitratta di eliminare una grande quantitá di di norme o decreti che regolano l’mministrazione pubblica, semplificando e razionalizzando il suo funzionamento. Questo é un lavoro che provocherá dolore per la diminuzione di burocrati ma avrá l’enorme vantaggio di accorciare i tempi di iogni azione rusltando in un guadagno che oggi non esiste perché pare che lo Stato ignori la massima : Time is Money. Una cosa é certa questa rivoluzione la possono fare solo tecnici che non hanno legami , nemmeno di simpatia, con alcun partito.

  2. E da quando in qua pretendere di usare una moneta emessa da un’autorità costituita, creata appositamente per pagare qualsiasi bene di consumo (in alternativa al baratto), è una connotazione da paese incivile?

  3. Sarebbe proprio il momento opportuno per approvare finalmente la vecchia proposta di FI di far eleggere direttamente il presidente della repubblica altrimenti ci saranno sempre gli abusi di potere del presidente della repubblica che in questi ultimi tempi sono stati tutti imposti dal PD giustizialista contro gli avversari usando proprio i magistrati e la stampa di sinistra si accoda felicemente per infangare . Non credo che ora si litighi veramente nel governo ma piuttosto si gioca a salvare la faccia mentre Salvini trova come implementare i suoi punti chiave per poi lasciare precipitare le cose al momento opportuno

  4. Gli unici paletti che può mettere dimaio sono quelli per alzare la rete da tennis quando faccio un singolo con un amico e chi perde paga la pizza.

  5. L’uso smodato del contante in Italia é soprattutto una questione di evasione fiscale, ma anche di profonda ignoranza. Parlo naturalmente di importi superiori a, per esempio, 100 euro. In Francia, dove vivo, pochissime persone in città usano il contante quando vanno al supermercato o al ristorante, ecc. Mi ricordo quando a Sanremo, tempo fa, volendo pagare un divano con la carta di credito, il negoziante si rifiuto’ di accettarla perché voleva unicamente cash. Io volevo andare dalla Guardia di Finanza per denunciarlo ma fu mia moglie che mi blocco’ per quieto vivere. Questa é l’Italia! Non saremo mai un paese civile!!

  6. A mio parere l’uso dei contanti, seppure con dei limiti, non può e non deve essere “proibito” per legge. È una questione di libertà. Se poi i costumi e la tecnologia porteranno al disuso, vedremo. È qualcosa che non deve essere imposto.

  7. Meno male che qualcuno ricorda lo schifo contro Falcone… chi ha memoria di quei giorni non si è certo stupito dell’inchiesta di oggi dove tutti sembrano cadere dalla pianta come pere mature

  8. Prima di sbloccare i cantieri, occore pensare a una legge sulla corruzione SERIA, pene severe, senza sconti e restituzione e privazione di tutti i beni accumulati:
    Antonio d’angelo
    Antonio d’angelo
    1 minuto fa
    Travaglio deve ancora spiegare cosa faceva il vicedirettore Feltri al gruppo bildeberg, visto che ha sempre criticato vari personaggi invitati all’ evento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.