in

Daisy: storia brutta, ma anche ridicola

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 3 agosto 2018

Samsung Galaxy Watch

Ancora sul caso Foa. Il figlio che collabora con Salvini diventa un problema. Lega all’assalto degli eletti di Forza Italia. (00:00)

La storia di Daisy, la ragazza di colore ferita all’occhio: il razzismo non c’entrava nulla. Il padre di Daisy che ieri sulla Stampa si sentiva maltrattato da questo Paese, secondo La Verità, è stato in galera per cinque anni condannato per mafia. E poi gli aggressori, individuati. Roba da riderci e piangerci al tempo stesso. (02:35)

Il Corriere parla dei troll contro il Quirinale. Ci bastano i giornali, diciamo noi, come sul caso razzismo. Splendido e colto Feltrino. (05:50)

Fake news: Virginia Raggi e il ministro Toninelli e la visita “a sorpresa” sulla Nomentana. Ci prendono in giro. Sentite questa… (07:55)

Decreto dignità, che ieri è stato approvato, resta una cagata. Sul tema, Bella intervista di Zoppas, industriali veneti, sul Corsera. (09:33)

La guerra tra Lega e Forza Italia. (10:40)

Storie dall’Inghilterra: Amazon e i negozi locali (11:05)

Le storie (ridicole) delle Olimpiadi diffuse e quella della Torre Eiffel chiusa per sciopero (12:35)

11 Commenti

Scrivi un commento
  1. Caro Nicola,

    Sono molto dispiaciuto per la contestazione di Forza Italia sul nome di Foa.
    Viviamo da decenni in un paese in cui domina il pensiero unico della sinistra. Una pseudo “cultura” che ha distrutto i nostri valori tradizionali , che ha disorientato intere generazioni producendo il vuoto pneumatico di pensiero cui assistiamo oggi; che ha distrutto la Famiglia Italiana.
    E la RAI, straoccupata dalla sinistra a tutti i livelli ed in ogni settore della comunicazione, e’ stato il megafono di questa malversazione della politica, entrando sistematicamente nelle case degli italiani, togliendoci la pace, senza il minimo rispetto per i tanti contribuenti, la maggioranza silenziosa del paese, che non si riconoscevano nelle posizioni ” progressiste e buoniste” propagandate come detersivi.
    Nota: Un inciso: A qualcuno dei signori “buonisti”, solidali solo verso se stessi, propugnatori della difesa di ogni forma di liberta’ totalmente dissociata da ogni senso di resposabilita’, e’ mai venuto in mente di pensare al danno irreparabile arrecato ai bambini, ai figli di queste multifamiglie, di questi multi matrimoni celebrati come fossero un passatempo temporaneo, unicamente per soddisfare i propri egoismi?
    Al nome di Foa ho dato un sospiro di sollievo, sperando che finalmente si potesse sperare in una comunicazione, da parte del servizio pubblico, piu’ aderente alla realta’ ed anche di migliore qualita’ ( … non e’ che ci voglia molto per migliorare questa tristezza quotidiana…).
    Invece, purtroppo, pur comprendendo parzialmente le ragioni delle Parti in causa, si finisce sempre per tralasciare l’interesse superiore del Paese, trascurando il cittadino ed il contribuente.
    Sono molto dispiaciuto.
    L’altra mattina, su RAI International, alle 8.00 del mattino, mio figlio di 5 anni guardava la televisione, facendo colazione: In RAI davano un programma in cui si raccontava, con testimonianze assolutamente eloquenti, e come se fosse la cosa piu’ naturale del mondo, la storia di una madre di famiglia che aveva tradito e lasciato il marito, per mettersi insieme ad una sua ex compagna di scuola con cui aveva avuto una relatione ai tempi del liceo !
    Avete capito? Si presentava la storia quasi come un modello da emulare!
    Ma dove siamo. Dove andremo a finire?
    E’ possibile che in una fascia oraria aperta a tutti, soprattutto ai bambini che guardano i loro programmi, si debbano proporre simili scempi, proposti come posizioni di avanguardia?
    Qui non c’entra la difesa dei diritti del diverso: qui siamo alla propaganda ed alla sponsorizzazione del peggio della depravazione e della perversione.
    Mi dispiace molto, per Foa, per i miei figli e per l’Italia.
    Rosario

  2. Che qualcuno di Forza Italia vuole andare nella Lega non mi meraviglia più di tanto, sono sempre quegli che corrono in aiuto ai vincitori. Non è la prima volta che succede e neanche l’ultima. Buon Viaggio!

  3. Salvin votando il decreto DiMaio mi ha deluso l’azione contro gli sbarchi bene…ma il vero banco di prova è l’economia.
    Votando il decreto scritto sotto dettatura dai sindacalisti di sinistra, Salvini, ha commesso un gravissimo errore.

  4. Suggerisco di trattare argomenti più seri, ad esempio, cercare di spiegare a tutti gli Italiani il CANCRO che si ritrovano con l’insostenibile debito pubblico

  5. Dì a Salvini che invece di rompere col presidente della Rai stesse attento al decreto indegnità che ha fatto votare dalla Lega e fa letteralmente schifo: pensa che gli imprenditori che finora votavano Lega continueranno a votarla?
    La Rai è poco importante, è una lezione a Salvini che sta facendo il prepotente, ma saranno i leghisti che se ne andranno dalla Lega quando avranno capito la porcata che hanno dovuto votare

  6. Però curioso ‘sto fatto che industriali veneti si preoccupino perdita posti lavoro. Mai saputo che industriali sognino piena occupazione. https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  7. Nicò, si’ gruosso. Dalle nfaccia. traduzione per non napoletani: Nicola, sei grande, continua con questa forza sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *