in

La manovra fa schifo, ma molti giornaloni sono prevenuti

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 21 dicembre 2018.

00:00 La manovra finanziaria è quella che è, ma non ci venite a raccontare che il Parlamento è stato esautorato dal governo.

02:17 Scopro con Fubini si scandalizza per le privatizzazioni farlocche. Ma lo scoprono ora? E prima?

03:45 La web tax, come sempre avviene con le tasse, rischia di creare un casino anche per le aziende italiane. Sentite un po’…

05:22 Clausole di salvaguardia del governo, una brutta continuità col passato (che però i giornaloni realizzano solo ora).

06:30 Ora tutti i nostalgici di “cane pazzo”, il generale che si è dimesso da segretario della difesa di Trump.

07:55 “Fatto”, Luigi Di Maio come Silvio Berlusconi.

09:00 La Tav e il cretino di giornata.

10:15 Il Fake Quotidiano sputtana Descalzi, ad dell’Eni.

11:35 La morte Andrea G. Pinketts, re del noir.

Condividi questo articolo
  • 74
    Shares

19 Commenti

Scrivi un commento
  1. Stimatissimo Dr. Porro, il pianto non è mai mai ridicolo, anche se la commozione prende un politico dopo un suo intervento in aula.

  2. C’é troppa propaganda sulle Fake News, sono sempre esistite. Adesso che qualsiasi inetto possa mettersi dietro una PC e inventare o ripetere qualcosa di cui non capisce niente siamo passati dall’etá della pietra al presene in meno di un secolo. Diritto di Cittadinanza bella frase ma pure parole. In passato ebbi occasione varie volte di dover organizzare o vedere organizzare un progetto. Si comincia con uno schema logico, diciamo una Flow Chart, dove si contemplano sequenze logiche, sequenze di tempo e limitazioni di risorse nelle loro imterazioni. Dalla complessitá del progetto dipenderá il tempo della sua definizione, e poi si passerá all’esecuzione e si dovranno affrontare tutte le difficoltá di esecuzione, specialmente le non previste, che sempre ci saranno.
    Questo lavoro preparatorio salta alla luce che no si é fatto per il Diritto di Cittadinanza per cui é logico aspettarsi ritardi ,extra costi e una marea di burocrati che si mangerá tutto il denaro previsto. Una marea di burocrati
    vuol dire una marea di norme e perció di corruzione.
    Quota 100, un`qltra invenzione di cervelli deboli. Fui pensionato ai 60 anni
    e fu un vero schiok passare da attore a spettatore, fu cosí grande che continuai a lavorare fino ai 72 quando una operazione mi mise fuori gara.
    Ma avevo continuato a fare come assessore cio che avevo fatto nella mia carriera con il vantaggio che il mio piu grande valore era l’esperienza che avevo accumulato. Esperienza che si perde é investimento che si perde.
    Anche questo item del bilancio non fu dovutamente studiato, come si ha visto nelle trattative con la Commissione, non solamente dal punto di vista economico ma anche perché é concettualmente sbagliato.
    Come si chiama fare promesse esagerate per ottenere voti?
    Plus ça change plus c’est la même chose.

  3. Come le chiama il buon ruggeri, fake news o fake truth, ecco di cosa riempono oggi i giornali. Il risultato è semplice, crollo verticale della credibilità di questi presunti organi d’informazione. Governo e finanziaria sono beceri, ma il bombardamento quotidiano di critiche su tutto quello che fanno o non fanno sicuramente non mina minimamente il loro consenso, serve solo a consolare chi già non li poteva vedere prima che s’insediassero. Sulla web tax non parlerei di punizione, ma diciamo che sembra il prezzo da pagare per l’evidente guerra dichiarata all’esecutivo, magari colpendo le loro tasche riusciranno a moderare la loro esacercata opposizione mediatica. Al di la della tua chiara inclinazione antigovernativa Porro, oggi non meno marcata del solito, apprezzo la tua zuppa di oggi perché fai una critica intelligente, quel che di rado si vede fare dai vari giornalai. Il caso Trump è eclatante, mattis si dimette perché Trump finalmente rinuncia a persistere con la destabilizzazione della Siria, assad non è caduto ne cadrà. Ridicolo criticare trump per aver messo a cuccia i neocon americani rappresentati da mattis, ma ancora più ridicolo che sostenga il ritiro sia dovuto al loro sucesso nell’abbattere l’isis. Tutti sanno che gli usa in siria erano invasori, che avevano armato i ribelli per far tenere viva una guerra civile, che l’isis era nato proprio per giustificare questa loro criminosa presenza e sopratutto che sono i russi che hanno debellato l’isis. I giornali piuttosto che ridicolizzare il lato più oscuro dell’america, quello che aveva raggiunto il nuovo appice con Obama, preferiscono difendere un pericoloso pazzo guerrafondaio neocon come mattis solo perché nuovo nemico di trump. Come già fecero con quel verme di maccain. Ricorda un po la storia del loro idolo Micron, della loro passione per le continue frustate tedesche per mezzo UE o per i mercati che “dovrebbero” attaccare lo spread a loro modo di vedere. Il nemico del mio nemico è mio amico? Va bene, ma non stupitevi se nessuno vi legge o vi crede più quando lo fa

  4. E’ una manovra di citrulli. Però, quelli criticanti sono ancor peggio: tutti farabutti, nessuno escluso. Loro, criticanti e predecessori, hanno letteralmente venduta la Nazione con tutta la popolazione ed è per questo che la EU di mascalzoni taceva,. I nostrani urlanti critiche, ladri della nostra dignità di popolo, hanno svenduto beni, lindustrie, lavoro, e il futuro. Ormai tutti sanno quale ghenga di farabutti malversatori e ladri ci ha governati fino il marzo scorso, lo sa anche il mondo quali esseri immondi girano in esso e quali nomi hanno. Noi, grazie alla poca attenzione e credulità, ci siamo messi il cappio al collo da soli, abbiamo lasciato “firmare ogni porcata” da qui a 30anni fa e, ancor ci sono balordi- da zittire- che vogliono più Europa e più “peripatetici” da mantenere. Gli urlanti, urlano per nascondere le loro malefatte ed incolpare gli “attuali” e per tornare al comando così da continuar la nostra vendita. Si spera non ci siano beceri a cader nella trappola “urlante”. Riguardo le balordaggini di tutti i ministri 5s non ci meravigliamo, lo sapevamo ch’erano incompetenti divorati da invidia sociale, creduloni degli idioti del web, incapaci di un pensiero “sano” , con idee e pensieri per instaurare il comunismo e farci pietire assistenza attorniati da africanmuslim. Lavorare per toglierci il cappio EU che ormai sta stringendo e manca poco a strozzarci definitivamente. Se noi, noi popolazione, non mettiamo all’angolo e fuori gioco i criticanti, non rendiamo innocui i balordi 5 eliminandoli dall’agone politico saremo causa della nostra “dipartita” dal benessere e civiltà e nulla varrà piangere, poi. Ammetto di sentire “ansia” nel leggere i giornali, ascoltare chi urla dopo aver fatto danni incalcolabili, sentire le balordaggini dei 5 che hanno in mano ministeri delicatissimi e non sanno fare il “classico zero col bicchiere”. Spesso ricordo la preghiera di Ernst Wiechert- La vita semplice- che iniziava – Buon Dio Signore, vieni a visitarci e guarda quello che hai combinato….. Amen

  5. Si è assistito ad uno spettacolo a dir poco,plumbeo in senato.
    Una manovra “buttata” in aula senza relatore perché senza discussione preliminare.
    Dettata completamente,purtroppo soltanto per quel che riguarda le coperture finanziarie,dalla commissiome UE che ci porterà l’iva(perché 53 miliardi totali di clausole,da neutralizzare nelle prossime due finanziarie,con una crescita in caduta,nn si riusciranno a trovare e vorrà dire deflazione e troika al 100%)al 26,5.
    Ritardo nella discussione di più di un’ora in attesa delle dichiarazioni pubbliche del commissari Moscovici e del delegato sull’euro Dombrovskis.
    Un disastro!
    Il redditto di cittadinanze e quota 100,già bandiere inattuabili(oltre che moralmente bieche)ridotte a uno straccio bagnato.
    Resettare tutto e ripartire da ciò che i governi Renzi e Gentiloni avevano predisposto.
    Per portare a casa un paio di miliardi velocemente,con sollievo inps e lotta al lavoro nero,urge rimettere in tabaccheria i voucher, eliminare il decreto dignità ed abolizioni della flat tax fino ai 65mila euro riportandola a 50mila che era già borderline.

  6. Aggiungo che anche “Il Giornale” è contro il governo e la manovra a prescindere.

    A me semplicemente non pubblicano i commenti pro manovra, ad esempio quelli in risposta al Direttore, una rozza forma di censura che impoverisce il pensiero del mio antagonista dialettico.

    “Penser, c’est penser en commun” diceva Voltaire….

  7. Salvini, non fatti fregare da DiMaio, rompi per monetizzare il tuo consenso, altrimenti col reddito di fannullonaggine ti volteremo le spalle ! Dovevi boicottare l’accordo con l’UE, così i 5stalle erano fregati ! Ora insisti sugli inceneritori così hai motivo per rompere e andare alle elezioni ! E fà provvedimenti per l’imprenditoria !!!

  8. Porro, è un po’ troppo facile mettere in fila delle provocazioni senza entrare nel merito! Io aspetto sempre il Porro di “non dare da mangiare alla bestia”, di stampo radical liberale. Da notare che i commentatori “classici” (Giavazzi, Alesina, De Vico, Fubini e altri) autori del ritornello di una vecchia canzone, si spostano millimetricamente verso posizioni più aperturiste. Se questo governo dura, ci troveremo a scoprirli(ci) tutti sovranisti! Per dirla tutta, Berlusconi e D’Alema sono dei geni politici rispetti ai dioscuri al comando, però nessuno ha il coraggio di dirlo!

  9. Porro, lei legge ancora gli articoli di fubini – scritto volutamente in minuscolo – ? Una volta era il Corriere. Ora si possono leggere due o tre firme al massimo.

  10. Egr. Dr. Porro, vivo all’estero e ciò comporta un diverso approccio alle notizie italiane, forse dovuto al confronto con quelle trasmesse dalle TV nazionali. Infatti qui le notizie sono cronaca di quanto realmente succede, magari un pò scarna, ma esclusivamente cronaca. Poi nei talk ognuno può dire come la pensa, ma senza degenerazioni, insulti o offese. Ora mi dirà dove vado a parare.
    Ecco: la prima cosa è l’insopportabile continuità di alcune reti pubbliche ( RAI 3 e RAINews, oltre a numerose trasmissioni) di ostentata parzialità verso le “fumose” idee di sinistra (dei cui ideali fui protagonista negli anni 70. E chi non era comunista? Oltretutto pago ancora un canone RAI per sorbirmi tali programmi. Certo basta non vederli. E allora cosa diventa un servizio pubblico ? Una TV di parte ?
    la seconda cosa è il finanziamento alla editoria. Questo è un vero “reddito di cittadinanza” per molti giornalisti. Se un giornale non vende si chiuda, significa che non interessa i lettori, o ne interessa molto pochi. Perchè dovremmo pagare per interesse di costoro? Non vi sono malattie o altre indispensabili motivazioni per mantenere questi finanziamenti. La libertà di stampa, spesso usata come alibi, la decidono i lettori. Eventuali giornalisti disoccupati si riciclino come succede ai lavoratori di attività chiuse o ormai obsolete.
    Con osservanza
    Roberto DG

  11. La manovra fa schifo?certo, se non altro perché copiata in parte letteralmente da quanto dicevano di combattere e cambiare. Certo la manovra fa schifo ma tutto quanto fatto a matrice 5s fa schifo perché dannoso al paese ed ai cittadini. E poi se vogliamo, la manovra non l’hanno neppure fatta loro; l’hanno commissionata all’europa e sono arrivate solo schifosissime fregature. Adesso cominciamo a contare i danni e rimandiamoli da dove sono venuti.

  12. MA mi domando qualcuno sa il significato della parola democratico? A dire la verità sono schifata di tutto e di tutti. Comincino Pagare di debito con lo stato INPS e gli operai i genitori di tutti questi onesti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.