in

Il dramma di Noa

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 5 giugno 2019.

00:00 Le nomine pilotate dal Csm. Sai che scoperta. E ora si rischia la paralisi.

02:15 Forza Italia, intervista di Berlusconi.

02:27 Porti chiusi, quelli che vivono nella torre d’avorio come Cassese.

04:36 La pace armata nel Governo e la teoria del breadcrumbing

06:50 Ambiente, Del Viscovo spiega sul Giornale perché fermare tutte le auto serve a poco in termini di CO2.

07:40 La storia mortale di Noa, che scuote l’Olanda e l’Europa.

09:44 Arriva la bocciatura Ue.

10:00 L’aiutino Fed.

Condividi questo articolo

4 Commenti

Scrivi un commento
  1. Qualcuno dica a Cassese che l’Australia è un’isola, nessuno entra!
    Qualche anno fa sotto Natale, a Milano hanno fatto il blocco totale delle auto perchè c’erano i livelli di inquinamento alto. Risultato? In quei giorni l’inquinamento è salito ancora di più.

  2. Ottima zuppa che condivido. Purtroppo il vero cancro vergognoso del Paese è lasciare che la magistratura policizzata abbia praticamente potere assoluto sui politici eletti dal popolo e sulle decisioni dei vari governi , ci vuole un governo molto forte per porre fine a questo scempio facendo leggi chiare da implement subito . Il caso Noemi è triste e purtroppo è dovuto a eccesso di libertà di scegliere senza gravi basi

  3. L’insulsa battaglia contro la CO2, che noia.
    Dal protocollo di Kyoto (1998) ad oggi è aumentata da circa 360ppm a 415ppm e nonostante tutte le pale eoliche e gli impianti fotovoltaici installati e l’immensa mole di risorse finanziare destinate allo scopo.
    La CO2 è direttamente proporzionale alla crescita della popolazione mondiale… una soluzione ci sarebbe per ridurla: proponiamo ai gretini di sacrificarsi per il bene dell’umanità, in loro memoria innalzeremo sostenibili statue ed edificheremo alternativi mausolei completamente biodegradabili a futura memor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.