in

Il Gretinismo

Rassegna stampa del 16 marzo 2019

Dimensioni testo

Il Gretinismo (16 mar 2019)

00:00 La tragedia in Neo Zelanda: strage contro moschea. La risposta non è chiudere i social.

01:45 Il Gretinismo. Lo sciopero degli studenti per il clima sulle note di Bella Ciao e la retorica dei politici. Ci sono dei giorni in cui ringrazi perché esiste ancora il giornale fondato da Montanelli. Uno di quei giorni e oggi quando leggi Giannino della Frattina e Vittorio Macioce sul fenomeno del Gretinismo. Daniela Ranieri sul fatto ci parla di un bambinocrazia.

06:05 E il sindaco Sala di Milano che dice? “Grazie per quello che state facendo”. Ma cosa stanno facendo gli studenti che scendono in piazza?

08:20 Giulia Sarti, l’ex olimpionico e deputato di Forza Italia Marco Marin ci spiega come sia nel dna del movimento che lancia l’agente provocatore utilizzare foto e file privati. Non ha torto.

09:30 La nuova ragazza di Di Maio.

10:38 Briatore piagnucola dicendo che dovrebbe pagare di più per la spiaggia. Mah…

11:15 I misteri di Imane, testimone caso Ruby. Il Fatto indaga…

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nicola
Nicola
18 Marzo 2019 23:27

Bravo Porro, che rimette tutti al loro posto, i bambini con i bambini alla scuola, non nelle manifestazioni ! Ti sarai fatto dei nuovi amici nella Sinistra, questa Sinistra che con la sua furia distruttrice di società a da sempre messo i bambini al posto degli adulti, sia col concetto di “emancipazione”, costruzione da solo della propria persona adulta, sia coll’interdizione delle punizioni corporali, sia colla promozione della pedofilia (direttamente negli anni sessanta, indirettamente oggi coll’insegnamento della teoria del genere e dell’omosessualita ai bambini), obbene politicizzando le scuole trasformandole in nidi di militanti !…
Hai ragione anche sull’circo ideologico, queste manifestazioni sono iniziate e finanzate dai miliardarii di sinistra per mettere sotto controllo ideologico le imprese, tutto come la vicenda dei vaccini o quella delle fake-news e di Cambridge Analitics dovevano giustificare il controllo della parola libera su internet, e quella dei “femminicidi” imporre l’idea che l’uomo è un essere del male (una donna non può mai farne uno) – contro la donna vittima perpetua !

mauro
mauro
17 Marzo 2019 11:31

gretinismo? cretinismo? non so. io ho solo la certezza che chiunque da una parte o dall’altra ha la pretesa di esprimere una opinione. senza avere le basi scientifiche x supportarle. questo vale x la piccola Greta e i suoi supporters (più spinti da ideali che da reali conoscenze.. anche se è ovvio che nel mare c’è più plastica rispetto a 20 anni fa..) ma anche per il dottor porro,noto tuttologo,che oltre che di politica o sociologia, economia e finanza si occupa di clima e scienza dopo aver letto 3 notizie alla di maio su Wikipedia. è la versione aulica del uno vale uno. il dj (beh anche un vice ministro neanche laureato) può parlare di vaccini. il barista di terra piatta o il giornalista panzironi di diete x vivere 120 anni. la scienza a volte sbaglia e va sempre tenuta sulle spine ma non è mai pericolosa come l’ignoranza che tenta di emergere

mauro
mauro
17 Marzo 2019 11:27

gretinismo? cretinismo? non so. io ho solo la certezza che chiunque da una parte o dall’altra ha la pretesa di esprimere una opinione. senza avere le basi scientifiche x supportarle. questo vale x la piccola Greta e i suoi supporters (più spinti da ideali che da reali conoscenze.. anche se è ovvio che nel mare c’è più plastica rispetto a 20 anni fa..) ma anche per il dottor porro,noto tuttologo,che oltre che di politica o sociologia, economia e finanza si occupa di clima e scienza dopo aver letto 3 notizie alla di maio su Wikipedia. è la versione aulica del uno vale uno. il dj (beh anche un vice ministro neanche laureato) può parlare di vaccini. il barista di terra piatta o il giornalista panzironi di diete x vivere 120 anni. la scienza a volte sbaglia e va sempre tenuta sulle spine ma mai come l’ignoranza che tenta di emergere.

Tommaso_ve
Tommaso_ve
17 Marzo 2019 11:19

Porro, c’è bisogno di più informazione. Più scienziati in tv, più cultura…
In questi giorni non ho sentito il parola magica del futuro rinnovabile: ITER.
Aggiungo che ‘sti str… che si spellano le mani ad applaudire le energie rinnovabili lasciano la FER 2 in cassetto. Che ipocriti!!!
FER sta per Fonti Energia Rinnovabile
Per i non addetti ai lavori ad oggi i nuovi impianti ad energie rinnovabili stanno a ZERO!!!! ZERO!!! ZERO!!! Capito?

Angelo Gidiuli
Angelo Gidiuli
17 Marzo 2019 10:07

Buongiorno a tutti e Buona Domenica.
Fino a quando, ogni giorno, oltre 200.000 (duecentomila) aerei solcano i cieli, con migliaia di tonnellate di emissioni nocive (CO2, NO2 e porcherie varie), ogni azione risulterà vana. Tanti preferiscono azioni simboliche, per distrarre l’ attenzione da problemi reali gravissimi. Meditate, gente, meditate. Comunque, Buone e Serene giornate. Angelo dal Trentino.

Andrea Salvadore
Andrea Salvadore
16 Marzo 2019 18:11

Stimato signor Porro non capisco l’importanza che si da ai social che nella stragrande maggioranza sono solo una esibizione di ignoranza e mal digerito senso di vanitá. Anche noi, quando studenti, godevamo delle feste fasciste ma perchá non si andava a scuola e e neanche in piazza ma si andavaa divertirsi. Al comparare questi giovani cge affollano piazze e discoteche con i nostri limitati tempi di diversione mi ricordo ancora che nella prima classe del Liceo Scientifico Cavour il professore di Storia e Filosofia mi diede come compito di leggere la Politica di Aristotele, avevo 14 anni, e dopo la tortura delle prime 30 pagine cominciai a capire la belezza dei ragionamenti ed ho conservato e rilegato il libro edito da Laterza 1925 ella collana Filosofi Antichi e Medievali. Lí noi cominciammo a vdere il mondo e si passó il tempo a scoprire Roma con il Baedecker in mano, ad avere una vaga idea del socialismo leggendo Sombart, ad ammirare le poesie, nascoste, d’amore del Carducci ed arrivare al tmetodo di Integrazione di Archimede. Tempo per cretinate non l’avevamo, anzi il massimo insulto per un giovane era di essere chiamato un “somaro”; oggi purtroppo sono arrivati al governo. Ma anche laureati con ricerca e 110 e lode non si aveva che una insufficiente idea del mondo e dei grandi problemi… Leggi il resto »

Alberto
Alberto
16 Marzo 2019 18:04

Un gregge di polli di batteria col cervello lavato da quarant’anni di propaganda ambientalista. La mandria con la quale la solita pseudo-sinistra radical-chic cerca di influenzare le politiche nei paesi cosiddetti democratici senza passare dalle elezioni.

nick2
nick2
16 Marzo 2019 16:41

Non conosco il gretinismo. Conosco invece il cretinismo, che si palesa nel nell’irridere ed insultare milioni di ragazzi che, in tutto il mondo promettono di battersi per un futuro migliore. Il cretinismo, che nega l’impegno dell’UE, che dagli anni 90 ad oggi ha diminuito le emissioni di CO2 di oltre il 20%. Il cretinismo che non capisce che, persino la Cina, si sta rendendo conto della follia dell’uso indiscriminato del carbone e sta dismettendo un centinaio di centrali ed investendo miliardi in rinnovabili. Il cretinismo che finge di non sapere che Il diesel sarà presto abolito (a costo di considerevoli danni a breve termine per l’industria automobilistica europea) e ci si sta concentrando sull’elettrico. I cretinisti (a questo punto i cretini) non si rendono conto che l’inquinamentofa paura! Ma in questa sede, il grande Porro, che si millanta erede di Montanelli fa credere ai poveracci suoi ammiratori, che tutti i timori riguardo l’inquinamento atmosferico siano fisime messe in testa alla gente da una élite comunista, terzomondista, globalista, che vuole distruggere il popolo chissà per quale motivo. A proposito, sarei contento se qualcuno me lo spiegasse il motivo…