Zuppa di Porro: rassegna stampa del 17 marzo 2020

La presa in giro del decreto fiscale

Condividi questo articolo


00:00 Il decreto fiscale del governo giallorosso, che ancora non è stato pubblicato, ha qualcosa di buono è qualcosa di pessimo.

03:50 Parte del decreto scritto dai funzionari dell’Agenzia delle Entrate. Che andrebbero presi a…

08:40 Il decreto dice che nei prossimi due mesi un imprenditore non può licenziare. Che scemenza!

10:27 Le borse continuano a crollare, condivido l’idea di Antonio Tajani…

11:14 Alitalia, può sembrare paradossale ma questo è l’unico momento buono per aiutare la compagnia di bandiera.

12:24 Secondo Il Giornale sta rallentando la curva dei contagi. Nel frattempo Guido Bertolaso già a lavoro per nuovo ospedale.

13:45 Madame Chanel Lagarde, da leggere Federico Fubini sul Corriere della Sera.

15:50 Italia Oggi ci racconta cosa scriveva Lagarde a Sarkozy.

16:30 Boris Johnson cambia idea ma rispettando le libertà personali.

17:33 Il Sole 24 Ore racconta che c’è il serio rischio che la nostra catena agroalimentare non regga.

18:40 Il nuovo consulente di Palazzo Chigi esulta perché lo smog è limitato.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


5 Commenti

Scrivi un commento
  1. Ciao a tutti, volevo segnalare a voi e al Dott. Porro che se il decreto “cura italia”non e’ stato modificato, i 600€ di bonus, non sono previsti per le partite iva iscritte ad altre casse previdenziali, ad esempio: agenti di commercio (di cui faccio parte), architetti, commercialisti ecc.

    VERGOGNOSO!

  2. Nella rottamazione delle cartelle Equitalia avevo L Isee superiore al minimo per rientrare nello sconto più grande perché ho una casa di,proprietà ma pignorata, quindi non posso venderla, non ho possibilità di pagare imu e altre gabelle quindi mi indebito sempre di più.

    non posso usufruire di mettere in cassa integrazione una mia dipendente perché devo prima pagare le ferie arretrate.

  3. CVD, non c’è decreto senza le solite fregature. Sacrosanta verità del Belli, noi siamo sempre sudditi poiché, loro, i quaquerequa funzionari boriosi per rivalsa operano sempre con il principio “Io sò io, e vvoi nun zete un *****”. Sono dei pazzi, non comprendono nulla, neppure la elementare logica. Come faranno gli imprenditori a pagare a fine maggio se sono stati chiusi?. La colpa di avere questi inetti al governo, nati da un buffone, oltre da coloro che li hanno votati è del Presidente Mattarella che non pone fine allo scempio italico

  4. MENTI E DEMENTI con i seicento € e cento € non risolvi niente ==con quei miliardi, subito dopo il corona virus , investite in strutture ( autostrade , depuratori , ripristino torrenti ) ripartite equamente in tutta Italia si creerebbe ricchezza (PIL) ( occorre equità, ragionevolezza ,)

  5. Buongiorno dott.Porro, in questi giorni di reclusione forzata, pur non avendo commesso nessun reato se non quello di lavorare come dei disgraziati, il “nemico invisibile” capace di paralizzare il mondo, ha avuto anche degli aspetti positivi. Non l’ho mai seguita più di tanto, anche perché avendo un ristorante potrà ben capire che non siamo molto a casa e soprattutto davanti alla TV. Appena ho letto che lei aveva contratto il virus mi sono documentata da subito per capire come stava. Ho così scoperto il suo sito e la sua zuppa quotidiana. All’inizio l’ho guardata perché volevo vedere come stava una persona contagiata, poi ho capito che era più interessante quello che diceva e mi sono fortemente appassionata alla sua zuppa quotidiana e ai suoi interventi da non poterne fare a meno.

    Io è mio marito abbiamo un ristorante ad ANGERA (VA), la sponda magra del Lago Maggiore. Dopo questa emergenza diventerà la sponda anoressica del Lago Maggiore.

    Ho letto, cercato notizie in merito al nuovo ed ennesimo DPCM, ma non hanno il coraggio di pubblicarlo perché la rivoluzione dovrebbe essere d’obbligo di fronte a tali misure.

    Come Lei ha spiegato in maniera semplice ed efficace siamo morti senza aver contratto il virus e se per il virus si studierà fino a trovare il vaccino che salverà l’umanità per noi non esisterà vaccino che ci salverà.

    Dopo aver sentito il commercialista, considerate le prospettive paventate, oggi ci troviamo già di fronte ad un grosso interrogativo: vale la pena continuare o, in maniera oggettiva, sventolare bandiera bianca in segno di resa?

    Il problema più grande è che noi sappiamo fare questo, lo abbiamo sempre fatto con molta umiltà e, a detta di molti, ci riesce anche bene. Il mio compagno ha 52 anni e sta in cucina e io 45 e sto in sala e abbiamo 6 dipendenti. Se dovessimo appendere il cappello al chiodo che cosa potremo fare? Ad oggi io il virus, grazie a Dio, non l’ho provato sulla mia pelle ma questa situazione che ci ritroviamo addosso senza averla scelta non è meno dolorosa.

    Continuerò a seguirLa perché mi piace troppo e l’abbraccio virtualmente forte perché mi piace il suo modo di URLARE come stanno realmente le cose.

    Ad majora

    ippolita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *