in

L’ipocrisia del Conte “operaio”

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 9 novembre 2019

00:00 La visita di Conte agli operai dell’Ilva: la follia del commento di Padellaro su Il Fatto Quotidiano.

03:05 L’Ilva non si puo’ nazionalizzare, mettiamocelo in testa!

05:20 L’unica cosa intelligente che ho letto oggi sull’Ilva è l’articolo di Renato Farina su Libero: “ridatela alla famiglia Riva!”

06:06 Salvini incontra la Segre in privato con la sinistra che continua a sfruttare il simbolo che rappresenta. Il Corriere scrive che in Italia “una destra repubblicana e antifascista è un ossimoro”. Ma per favore!

07:35 Lo scontro tra Vauro e il fascista ospiti di Paolo De Debbio. E Il Foglio vuole la chiusura del talk show…

10:10 Giuliano Ferrara invita a non usare il “santino” della Segre per una battaglia politica.

10:36 Travaglio come al solito se la prende con Renzi, strano!

11:06 Il Sole 24 Ore ci spiega che nella manovra sono stati cancellati 500 milioni di euro per l’ammodernamento dei cantieri navali di Genova. Complimenti!

12:30 Trent’anni fa cadeva il Muro di Berlino, ma nella nostra testa e nella cultura non è mai caduto veramente.

13:40 Stasera alle 18 sarò nelle Langhe a presentare il mio nuovo libro Le tasse invisibili. Vi aspetto!

Il caso Ilva lo dimostra: sono dilettanti allo sbaraglio!

La disfatta Ilva è la disfatta dell’Italia

Di Maio, quello che aveva risolto la crisi Ilva

 

 

Ti è piaciuto? Leggi anche

Condividi questo articolo

21 Commenti

Scrivi un commento
  1. Hanno detto che ci ha messo la faccia…. ma questo tizio ha la faccia di bronzo la mette dappertutto NON ha vergogna è solo ambizioso, arrogante, presuntuoso, vanitoso, inutile maggiordomo e per giunta PERICOLOSO in quanto incapace. A me da un senso di rigetto viscerale!

  2. Hanno detto che ci ha messo la faccia…. ma questo tizio mette ha la faccia di bronzo la mette dappertutto NON ha vergogna è solo ambizioso, arrogante, presuntuoso, vanitoso, inutile maggiordomo e per giunta PERICOLOSO in quanto incapace. A me da un senso di rigetto viscerale!

  3. Gli incapaci sono quelli che a suo tempo invece di consegnare l ilva a questi sciagurati dovevano darla alla cordata italiana!!!!! E poi lei è in grado di fare miracoli????? Nemneno io lo sa?? Siamo esseri umani se non lo sapesse. E la smetta di guadagnarsi lo stipendio come tanti altri giornalisti dando sempre contro al m5s. Sia coerente se ne è capace. Ultima cosa quando nomina Travaglio si metta i guanti bianchi.

  4. Dai tempi del liceo pongo, senza ottenere risposta, una semplice domanda: cosa vuol dire oggi “fascista”? Mano tesa invece di un pugno? Fascio invece di falce+martello? Antisemita come Stalin? Odio per l’Italia repubblicana, come togliatti che ha rinunciato alla cittadinanza? Dittatura come quella di castro, guevara, mao, lenin, ecc. a cui vengono intitolate strade e piazze? Mancato rispetto delle istituzioni come giuliani a cui è stata intitolata una sala del parlamento? Leggi razziali come quelle americane? Corporativismo come l’internazionale socialista? Annichilimento della democrazia come in unione sovietica? Squadracce come quelle di gap, partigiani, ceka, ecc.? Nepotismo come quello di berlinguer per la figlia in RAI? Oppure farsi trucidare (uomini e donne) ed appendere a testa in giù?

    • Meno male che c’è Porro ! Per un quarto d’ora mi pare di essere tornato, felicemente, in un mondo di persone normali….. poi si torna alla triste realtà !

  5. La grande bugia di questo paese è quella di spacciarsi per capitalusta al solo scopo di depredare quelli che intraprendono perché si possa mantenere in vita uno stato modellato sul socialismo reale.

  6. Non si tratta di destra sinistra o centro.Si tratta di fare impresa seriamente.Così come è non sta in piedi come non sta in piedi Alitalia,come non sta in piedi nessuna impresa dove lo stato ha messo mano usurpando i soldi versati dai cittadini onesti che dovevano invece essere spesi per i servizi e non a mantenere imprese che perdono soldi solo ed esclusivamente a fini elettorali.Il paese purtroppo ora stà andando dritto filato verso una brutta direzione.I soldi sono finiti ( da tempo) le imprese delocalizzano o chiudono.E cosa peggiore si stà ( giustamente) spopolando.

  7. Non sono un esperto. Tuttavia credo sia un bene che l’Ilva sia data ad un imprenditore italiano, sperando che ci sia.
    Le multinazionali o un imprenditore straniero non farà mai e poi mai l’interesse degli operai Italiani.
    Se ne sbattono alla grande.

  8. Si fà una gra confusione. L’indistria pesante a caldo, siderurgia, non ha la stessa ingegnerizzazione della metalmeccanica o della cantieristica, è tutta un’altra cosa. Ad oggi, solo lei dott. Porro e nessun altro, nessuno dalla magistratura ai politici komunisti ha affrontato le problematiche legate all’industria siderurgica, e cioè, che gli altoforni non si spengono mai. E’ un fatto tecnologico. Basta leggere qualche libro di tecnologia che si studia alle medie.

  9. Nazionalizzare il siderurgico di Taranto, il 4° centro siderurgico? sapete quanto è costato? Dal 1971 in poi perchè il debito pubblico è cresciuto in modo esponenziale? Con il 5° centro siderurgico di Gioia Tauro, mai finito, abbiamo solo fatto debiti che ancora stiamo pagando. Ed ora si parla di ritornare al passato, ma a debito pubblico non è più possibile.

  10. Beh…non c’è bisogno di scrivere un pistolotto come questo, per farci capire da quale parte pende il tuo ideale politico! Non credo proprio che occorra la tua galattica sapienza che affonda le radici “nei piani quinquennali” di sovietica memoria, per spiegarci le regole del liberismo. Detto questo credo che tu appartenga alla categoria di quei sinistrati che si servono di paroloni e frasi fatte, per diffondere…il nulla. Realisticamente invece credo che tu dovresti dedicarti con maggiore impegno ai lavori a maglia e alla preparazione di ciambelle della nonna, invece di avventurarti in tragicomiche critiche su argomenti che conosci, come io conosco il cinese

  11. Sono rimasto molto stupito di aver visto in televisione con quanto calore ed entusiastiche strette di mano è stato accolto dalle rappresentanze di fabbrica il presidente del consiglio in visita allo stabilimento di Taranto. Ammesso che Arcelor Mittal possa avere avuto dei ripensamenti sull’operazione, non si può negare che il governo abbia offerto a loro una grande opportunità per risolvere le loro indecisioni , per cui non comprendo l’atteggiamento così cordiale nei confronti di chi ha partecipato a generare una così grave situazione di imbarazzo.

  12. ciao Nicola.
    Ti ascolto sempre volentieri. Ma in Italia in quanti sani di mente siamo rimasti ?

    Un abbraccio
    Carlo 1948

  13. Dunque liberista, Macron quindi lo Stato Francese che non ha svenduto tutte le sue aziende e non le ha totalmente privatizzate è ancora in grado di fare il braccio di ferro con chi deve e può investire in Francia. questo caro liberista non le fà sorgere nemmeno un briciolo di dubbio che privatizzare a gogo come è tipico nel pensiero di un liberista più che posizione pragmatica sia una vera follia ideologica?
    E alla luce di tale domanda il libertarismo come dovrebbe essere letto come un’altro aspetto pragmatico di un giornalista economista?
    Porro, la notte porta consigio, o come si direbbe ci dorma sopra prima di darsi la zappa sui òpiedi da solo nelle contraddizioni non solo concettuali ma evidenti sul piano reale.

  14. Ma i Riva, la rivorrebbero l’ex-ILVA? Io ho i miei dubbi. E se proprio fossero disposti a riprenderla, probabilmente sarebbe come come De Benedetti con La Repubblica: a prezzo stracciato. Ma comunque non credo. Con il PD5S non ha proprio senso fare investimenti di questo tipo, visto che cerca solo un “fesso” a cui scaricare il barile.

    Comunque, secondo me, giudichi troppo negativamente il comunismo… i comunisti avranno avuto tanti difetti: mandavano le persone problematiche a “riflettere” nei gulag, c’era controllo e anche repressione. Però accostarli a questi qua mi sembra veramente troppo. I comunisti sovietici e della DDR, facevano piani quinquiennali, investivano nell’industria, soprattutto quella pesante, avevano un’idea del mondo: tutt’altra mentalità rispetto a questi qua. Insomma, non erano proprio dei rinco…ti!

  15. I buffoni sinistri alla Conte e alla Di Maio non dicono che l’ILVA è di proprietà delle Stato e che la vendita alla Societa Indiana per colpa loro (specilamente dei Grillastri) non andata in porto. Sarà lo Stato (cioè noi tutti) a pagare lgli stipendi ai lavoratori dell’ILVA. L’ILVA non ha bisogno d’essere nazionalizzata. Lo è da sempre. Abbiamo dei governanti che sono dei veri dilettanti allo sbaraglio. Dopo lo scherzetto dÄ’aver toltol’impunità era logico che la Società, che era in procinto di acquistare l’ILVA, se ritirata in buon ordine. Che Conte e di Maio, questi due katzoni pelosi, vadano a coltivare le cozze pelose e si arrampichino sulle torri come diceva Grillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.