in

Lo show di Berlusconi al Quirinale

Zuppa di Porro: la rassegna stampa del 13 aprile 2018

  • 1
    Share

2 Commenti

Scrivi un commento
  1. SOLUZIONE GENIALE AL PROBLEMA DI FORMARE IL GOVERNO

    Caro Porro,

    legga bene quel che le scrivo, perché il problema del governo (coi veti incrociati) in realtà è del tutto analogo al vecchio problema del lupo, della capra e del cavolo = il pastore (Mattarella) deve portare dall’altra parte del fiume (la legislatura di 5 anni) lupo, capra e cavolo, sapendo che lupo e capra non possono stare soli insieme (il lupo mangerebbe la capra) , né possono stare soli insieme capra e cavolo (la capra mangerebbe il cavolo).
    Ecco la soluzione al problema del pastore, e A quella del governo…

    1) Capra traghettata sola dall’altra parte del fiume : lupo e cavolo rimangono dall’altro
    2) Pastore torna indietro prende lupo e lo mette dall’altra parte, riprende capra e torna indietro rimette capra a riva e carica cavolo
    3) lascia cavolo + lupo dall’altra parte, torna indietro e riprende capra e la riporta sull’altra riva insieme agli altri
    Governo:
    1) primi 2 anni = Di Maio presidente, Lega + M5S mettono i ministri. FI + FdI si astengono (non sfiducia) e stanno fuori
    2) secondi 2 anni = Salvini presidente, Lega + M5S mettono ministri, FI + FdI stanno fuori
    3) ultimo anno = Uno di FI presidente, FI + FdI mettono ministri, Lega +M5S si astengono e stanno fuori.
    In tal modo Lega + M5S (che hanno preso + volti) governerebbero ben 4 anni su 5 con loro ministri , e l’ultimo lo farebbero Meloni e qualcuno di FI, con M5S e Lega astenuti e senza ministri (non sfiducia).
    E’ il modo più logico e razionale per risolvere il problema, anzi, visto che sono stato il primo a proporlo, a me dovrebbero sicuramente dare un ministero, oh yes!!

  2. PATETICO! Peggio di Pippo Baudo quando viene invitato in qualche trasmissione, e si mette a fare il prepotente e a “rubare la scena”, quasi fosse lui il presentatore. Ma così si rende solo ridicolo e altamente sgradevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *