Commenti all'articolo Manovra, bel casino!

Torna all'articolo
Avatar
guest
18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wisteria
wisteria
11 Ottobre 2018 11:10

In merito al ponte di Genova, la contestazione è evidentemente una revanche della sinistra, agevolata da una certa lentezza del nostro governo imbranato. Ma come è possibile che gli abitanti della zona si siano sorbiti per anni l’inquinamento acustico e atmosferico senza fare una piega, e ora protestino perché non hanno casa, quando non ce l’hanno nemmeno i terremotati?

Alvaro
Alvaro
10 Ottobre 2018 20:43

Caro Nicola, spero mi permetterai il solo Nicola, sto discutendo animatamente, ma educatamente, con una mia amica per le tue parole su Toninelli e la sua clamorosa gaffe sul traforo del Brennero…già in funzione, clamoroso. Tu dici chiaramente che non vuoi difendere Toninelli, ma, implicitamente, almeno io ho interpretato così le tue parole, lo fai, quando parli dei giornalisti che fanno i primi della classe da casa usando Google e Wikipedia. Quindi, come se Toninelli, stando a casa, non avrebbe commesso una gaffe così clamorosa per chi, tra le altre cose è il ministro delle infrastrutture e dei trasporti…non della sanità.
Per piacere, una cortese risposta.
Grazie.

a
a
10 Ottobre 2018 20:21

Caro Nicola, spero mi permetterai di chiamarti solo Nicola, sto discutendo animatamente, ma educatamente, con una mia amica per colpa tua.
Io dico che hai “sbagliato” quando hai parlato di giornalisti che da casa usano Google e Wikipedia, in questo modo, inplicitamente, almeno io ho interpretato così le tue parole, hai giustificato la gaffe, clamorosa, di Toninelli.
Gaffe, clamorosa due volte quando ha parlato anche di aver parlato con imprenditori che già lo usano, ignoranza, malafede o cosa mi domando ha spinto il ministro, certamente non mio, a dire certe cose?

Andrea Salvadore
Andrea Salvadore
10 Ottobre 2018 18:22

Se le ccoperture non ci saranno assistiremo a una bela zuffa tra gli alleati per compiere, ciascuno, le sue folli promesse elettorali. Chiedere aiuto alle imprese dello stato é far male a se stessi ovvero deviare denaro destinato a investimenti e man a un assistenzialismo inproduttivo.tenimento di beni pubblici produttivi, é un peccato mortale che solo dei cinici ignoranti possono compiere. La grande bugia é di voler effettuare un cambiamento nel sociale stato attraverso delle spese dello stao di netto carattere assistenziale. Il dato di fatto conosciuto da tutti é che l’amministrazione pubblica é altamente inefficente, lascia sempre un saldo positivo cioé riceve piu di cio che spende e la differenza si perde nella sua attuazione., per cui ogni aumento nel gettito ricevuto, via debito, sará in gran parte mal speso. Se non si riformano i sistemi di lavoro di questa amministrazione avremo sempre un aumento del debito superiore all’aumento dell’investimento.
I tecnici sono piu importanti dei politici ignoranti di cio che amministrano.