Zuppa di Porro: rassegna stampa del 3 aprile 2020

Megalomania e provincialismo di un premier

00:00 Questo non è il momento di criticare, dicono i giornali unici del virus: un’immunità che vale solo per Conte.

02:30 I sindaci del Pd della Lombardia scrivono al governatore Fontana per criticarlo. Ci vuole coraggio!

05:30 Straordinario l’articolo di Marcello Veneziani che ci fa capire chi è veramente Conte.

07:27 Il Sole 24 Ore ci racconta il rinvio degli obblighi fiscali per le imprese.

08:42 La manfrina degli hacker dell’Inps e le spese pazze per il sito.

11:35 Conte risponde a Ursula Von der Leyen.

13:10 I rapporti tra Francia e Germania raccontati da Magnaschi su Italia Oggi.

13:45 La presidente della task force è una chirurga estetica e ed candidata grillina, così scrive Sergio Rizzo su Repubblica.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

8 Commenti

Scrivi un commento
  1. Nicola, se mi permetti di darti del tu, ti seguo da tanto ma è la prima volta che scrivo. Ti voglio ringraziare, perchè mi dai ancora qualche minima speranza che esistano persone sane di mente in questo Paese.
    La notizia di Sala e Gori mi aveva gettato nello sconforto. Da Travaglio, Boccia, Crimi e company ti puoi aspettare di tutto, ma se pure due persone in gamba, “pratiche” e serie, di cui una il Sindaco di Milano, se ne escono con una polemica demenziale del genere contro la Regione, invece di prendersela con lo Stato cialtrone che dopo un mese non è nemmeno riuscito a procurarsi le mascherine per i medici…vuol dire che è proprio finita. Vuol dire che la mala fede o la stupidità (non so neanche quale sia peggio) ormai regnano sovrane a ogni livello. E vedere fior fiore di giornali, un tempo portavoce del pensiero liberale antistatalista, sfruttare queste polemiche per portare avanti una campagna di ricentralizzazione di quei pochi poteri in cui Roma non mette becco, è da non credersi. Più lo Stato dimostra la sua inadeguatezza, più poteri gli si vogliono dare. Tutto al contrario, pazzesco.
    Come dicevo, la tua Zuppa mi ha ridato un pò di speranza…

  2. cittadino Porro,
    da liberale storico, orgoglioso di essere stato espulso dalla GLI milanese da un segretario che vent’anni dopo, indossate le comode vesti di consigliere comunale di Forza Italia, venne arrestato con cinquemila euro di tangente dentro un pacchetto di sigarette, spero presto arrivi un nostrano, igienizzante, 9 termidoro.
    I piccoli, microscopici Robespierre italici, lumachine invero, debbono essere messi di fronte alla responsabilità delle loro azioni, nulla di più e nulla di meno.
    Non è più tollerabile che in Italia la responsabilità politica, ovvero la responsabilità delle azioni politiche, quindi dei politici, assuma sempre il senso di formula assolutoria con la quale ogni sciocchezza, ogni legge fatta male, ogni finta semplificazione, ogni errore gestionale -se a bloccare il sito INPS fossero stati davvero degli hackers la Polizia Postale li avrebbe rintracciati in meno di sessanta minuti, vedi immediata reazione ai gravi insulti insulti diretti alla cittadina Boldrini- diventi immediatamente “colpa di nessuno”. NO. Non è così che funziona, non è così che una comunità civile possa davvero funzionare.
    Invochiamo un nostrano 9 termidoro che spazzi via questa classe politica, questa classe burocratica, questa classe tecnocratica di sé dicenti politici, esperti, dirigenti.
    Magari, con il senno di poi, proviamo ad evitiare il Direttorio, il Consolato e l’Impero…

  3. Se esci, senza un apparente valido motivo, rischi multe salatissime, rischi condanne penali, rischi la galera, rischi di avere la fedina penale sporca per sempre. Con queste premesse, i nostri comandanti (politici), sempre in tv, elogiano la solerte capacità di sacrificio che gli italiani dimostrano nel momento di bisogno. Ma, *****, avete messo regole degne di una dittatura, ci trattate come delinquenti, e poi vi meravigliate che nessuno esce ? l’ipocrisia di fondo, presente nei discorsi strampalati dei nostri, stando a casa, costretti ad ascoltarli, diventa, giorno dopo giorno, sempre più insopportabile.

  4. VAI DOVE TI PORTA IL CUORE? MAGARI! IORESTOACASA, PER ORA!
    Quando vorrei andare a zonzo come facevo appena ritornato nella mia Terra: ho rivisto tutto ciò che ricordavo da bambino e da ragazzo in bicicletta percorrendo sentieri in campagna tra papaveri in fiore mischiati ai fiori di lampacioni. Già, i miei amici mi chiamava cipoddino: poiché la povertà in tutte le famiglie di Salariati, braccianti e dopo da Coltivatore Diretto, certamente non morivano di fame, visto l’abbondanza di madre natura che offriva e senza pesticidi, semmai era il tifo e malaria si moriva: infatti, i miei genitori persero 5 figli, miei fratelli, e così successe in ogni famiglia trovavi troppi lutti da addebitare alla povertà e mancanza di medicine e vaccini, e solo negli anni ’50, vennero dottori e Infermiere, Masserie in Masseria ad eseguire la Campagna di vaccinazione. Io per esempio, fui preso da tre energumeni Salariati, e mi posarono su un tavolo per farmi le vaccinazioni che tuttora sono visive sul braccio. Intanto, noi bimbi andavamo a scuola dentro un ovile, e sembrava una processione di scolari con mano un ceppo, paglia stoppino e olio da accendere il fuoco nel grande camino. Ovvio, che in classe faceva freddo, anche del fatto che quasi nessuno possedeva un cappotto, bicicletta o moto: unico mezzo era la somara: poi, arrivarono aiuti Usa: pacchi doni, vestiti quasi per tutti, anche se ci fu uno scandalo da parte del Vescovo di Tursi, il quale fu trasferito a Vercelli: i pacchi non consegnati furono trovati in una discarica facendo ammalare alcuni poveri. In cielo, seguivano voli di C130 che irroravano DDT, e intessa disseminate pastiglie di Chinino. Ci fu qualche danno collaterale, visto la tossicità. Intanto, mia sorella e mio fratello, guarirono dalla malaria, io e Giuseppe, immunizzati. Oggi, si sta come d’autunno sugli alberi le foglie, non per povertà, che purtroppo avverrà, ma per negligenza iniziale di Politici incapaci, questa è la pura verità: chi bibitaro e fa il Ministro degli Esteri, e chi Avvocato Azzeccagarbugli Premier: una volta i Cosiddetti buoni, indossavano la Divisa, oggi l’arma dei Decreti: e ti trovi sotto coprifuoco da un nemico invisibile. E io pago!
    https://vincenzoditolve.wordpress.com/2020/04/04/vai-dove-ti-porta-il-cuore-magari-iorestoacasa-per-ora/

    • Sei dunque un supporter di Silvio Salvini & company. Vuoi mettere le mirabilie di quando “comandavano” loro… i competenti.
      Il movimento ha preso il 33% dei voti per caso, vero? Cattivi e stupidi questi elettori che hanno la nausea al solo pensare da chi sono stati malamente governati, e ogni volta traditi.
      Sono sicuramente delle persone per bene e di livello morale INECCEPIBILE.
      Hanno commesso degli errori? sicuramente, ma stanno imparando.
      Non oso immaginare da quanta meschinità e malafede sono circondati.
      Il movimento è giovane, migliorerà, grazie ad azioni e fatti concreti, onestà moralità e competenza
      supportati da noi simpatizzanti e militanti –i parlamentari del m5s hanno in termini assoluti più LAUREATI– faremo un po’ di pulizia da tutti i pidocchi, gli abbuffini, e i parasstiti che infestano le Istituzioni DEMOCRATICHE.
      Se non ti piace la loro azione e volontà politica e credi che quella dei tuoi idoli sia più adeguata ed efficace dovrai purtroppo per te aspettare nuove elezioni, e la democrazia bellezza.
      Sapete solo insultare, argomentate se ne siete capaci, e siate più educati e civili e vi prego onestà intellettuale nelle argomentazioni.
      Credo molto nel movimento, se mi deluderanno completamente anche loro, pazienza, mi sarò illuso ancora una volta, ma continuerò a credere sempre a un paese unito prospero Liberale e Democratico.
      PS. Non ti piacciono i decreti e le imposizioni dovute dall’epidemia in corso? io ti farei uscire di casa se ti ammali ti paghi tu le cure, se poi infetti qualcuno e muore te ne vai dentro e buttiamo la chiave.
      Potresti rimetterci le penne tu stesso.
      Ma forse a te e a tanti non interessa della vita degli altri, senza alcun rispetto per i tanti nostri carissimi anziani che ci hanno lasciato e che ci hanno permesso di vivere negli agi che non avevano da giovani.
      Saluti.

  5. contro la Lombardia e contro le regioni che hanno costruito un sistema che sta in piedi anche con la depredazione da parte dello stato centrale. E la prossima beffa a noi lavoratori del Nord viene subito dopo.
    I miei genitori e io abbiamo lavorato tantissimo: più loro perchè io ho anche studiato. Abbiamo costruito un piccolo patrimonio. Ho perso mio padre. repentinamente. Inaspettatamente. Non abbiamo fatto in tempo a prepararci. Si va in successione: quante famiglie della nostra Regione avranno questa incombenza e lasceranno sul piatto statale milionate di euro? Se le pagassi alla mia Regione avrebbe un senso, forse, stante il fatto che su quel patrimonio già abbiamo pagato le Imposte sui Redditi, e lo abbiamo costruito con il rimanente. Quante famiglie si trovano in questa situazione?
    e da un Twit di Feltri di qualche ora fa sembra ci impongano anche una patrimoniale. Quando finiranno i furti degli sciacalli? Non avevamo fatto e vinto un Referendum? Toc Toc…

  6. Mi sa che i sindaci pd lombardi che starnazzano, hanno la faccia che dice lei,
    per il resto concordo, ma siamo nella palta. Ci mancava la chirurga estetica,
    se si chiama Forensa c’è di che preoccuparsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *