Commenti all'articolo Non siamo come a marzo: ecco i veri numeri del contagio

Torna all'articolo
Avatar
guest
62 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
danilo armando donnini
danilo armando donnini
14 Ottobre 2020 14:01

perchè lì è scomparso

Filippo
Filippo
11 Ottobre 2020 15:41

gentile sig Porro, confesso di essere uno di quelli che si dovrebbe definire di sinistra. Ma la mia laurea in matematica grida vendetta.
I suoi numeri sono assoutamente corretti (e le cito un’altra fonte: https://www.ilmessaggero.it/dati_coronavirus/#regioni2 dove correttamente se vede il grafico delle percetuali – numero di positivi su neumero di “tamponati”).
E’ più che ovvio che se misuriamo più persone otterremo più positivi, ma è la percentuale quella che conta! E NON siamo a come a Marzo, questo è sicuro

Andrea
Andrea
11 Ottobre 2020 13:43

La mia curiosità da sanitario è: quanti di questi ricoverati con tampone positivo sono lì ricoverati per sintomi covid correlati???
Mi spiego: uno si rompe un femore (ma può essere appendice, ictus ecc) va in pronto soccorso e perché ricoverato deve essere sottoposto a tampone, questo risulta positivo e quindi viene etichettato come covid ( ma il ricovero non è per covid poiché asintomatico) Questo viene differenziato nei numeri del ministero??? Non credo, sarebbe bello chiederlo ai diretti interessati

Maurizio Marsigli
Maurizio Marsigli
11 Ottobre 2020 12:41

Occhio che sei rimasto l’unico giornalista a non schiacciare i tasti guidato dalla mano del padrone. Dopo questo avvertimento a fare attenzione, come dire a un rocciatore senza la corda “stai attento a non cadere” ;-) vengo al dunque: Tutto vero quello che hai detto, ma approfondendo potrebbero uscire ulteriori sorprese. A te che conosci i professionisti più quotati, propongo un’indagine statistica. Confrontiamo i morti dello scorso anno (o la media degli ultimi) con quelli di questo. In prima analisi se saranno gli stessi arrivo anch’io a capire che il Covid non ha influito sulla mortalità e chi è morto di Covid sarebbe comunque morto d’altro entro l’anno. Le cose però si complicano se la mortalità è aumentata (tralasciamo per ora il fatto che possa essere diminuita). In tal caso sarebbe semplicistico attribuire la causa al virus. Occorre analizzare l’andamento delle altre malattie. Se sono diminuite potrebbe essere perché chi è morto col Covid è stato conteggiato come morto di Covid. Ma esiste anche la possibilità che i morti di altre malattie siano apparentemente uguali agli scorsi anni solo perché l’aumento è stato parzialmente dirottato sul Covid. E questo potrebbe voler dire che i morti in più non sono di Covid, ma di altre malattie che non sono state adeguatamente curate. Con una ricerca statistica corretta si potrebbe arrivare anche… Leggi il resto »

Raffaella
Raffaella
11 Ottobre 2020 11:37

Mi chiedo e ne vorrei sapere il perchè, per quale motivo non arrivano più notizie dalla Cina in merito al covid

Matteo rigano
Matteo rigano
11 Ottobre 2020 11:14

È incredibile come asini come porro e capre come sgarbi si ergano a virologi ed epidemiologi e parlino a tu per tu con scienziati quale falli sentendosi per giunta più competenti. Colpa non loro ma dei giornali e delle televisioni che non solo li ospitano ma pure li pagano. Ma un colpo di covid di quelli giusti no?