Zuppa di Porro: rassegna stampa del 10 agosto 2020

Onorevoli accattoni e moralisti ipocriti

Condividi questo articolo


00:00 Tutti se la prendono giustamente con i cinque parlamentari che si sono presi il bonus di 600 euro. Insopportabile il moralismo della Perina sulla Stampa, quella che difendeva Gianfranco Fini sulla casa di Montecarlo.

02:00 Fa bene Nannicini a ricordare anche i Navigator.

04:40 Ripubblica continua con il solito allarmismo sul virus.

06:00 L’emergenza è finita ma la nostra libertà è ancora minacciata.

08:05 La celebrazione del Corriere della Sera a Conte…

08:44 Arriva un’altra minchiata: il tunnel sottomarino al posto del ponte sullo Stretto.

10:57 La ministra del Lavoro Catalfo ci dice che il blocco dei licenziamenti non avrà ricadute sull’economia. Questi sono matti!

11:38 Bonus casalinghe, una presa per i fondelli!

12:10 Da leggere Cottarelli sulla riforma fiscale.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


18 Commenti

Scrivi un commento
  1. Che governo inutile , infatti se vuoi un governo pupazzo e servo metterci dei morti di fame e vedrai che per il posto diventeranno anni italiani al 100%

  2. E’ tutto sbagliato:
    Ci dovrebbe essere innanzi tutto una legge che vieti ai parlamentari, nazionali e regionali, di mantenere qualsiasi attività esterna (precedente o no), onde evitare ogni conflitto d’interessi.
    Si eviterebbero questo genere di furberie “legalmente irreprensibili” da leggi mal concepite!
    Per quanto concerne gli “amanti del MES”: Ieri ho rivisto su Canal+ il film “Adults in the rooms”, film di Costa Gavras, tratto dal libro dell’ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis sulla crisi greca del 2015 e sulle spietate e drammatiche trattative con la “Troika”.
    Sarebbe utile che questo film fosse diffuso dalle nostre TV per ricordare ai nostri “partigiani del MES e del Recovery fund, ecc..” ciò che loro aspetterebbe veramente da questa “solidarietà europea”!

  3. Come il giornalista che scrive di cronaca nera fosse proprio lui l’assassino , appunto per avere da scrivere ; far ammalar la gente per “curarla “ , infettare per poi vaccinare coi “ Quantum dot ” molto ma molto più convincenti del TSO ; aprire i confini per disgregare società conflittuali e ghettizzate dal razzismo , montante delinquenza , bande di spacciatori . Come passa la paura del cittadino di fronte a ciò ? Eh beh , con una costituzione più bella del mondo , agenzia delle entrate , magistratura , tribunali , corpi speciali , finanza , polizia , carabinieri , esercito , forestale , servizi segreti , polizia postale , elicotteri , droni , e Rin Tin Tin . Siffatto paese deve giocoforza mantenere un apparato statale , tassazione oltre il 60% . Fantascienza ? Roba da complottisti ? Peccato che ad esprimere tali scenari fosse un tal Umberto Bossi , circa 31 anni orsono alla Berghemfest di Alzano Lombardo , settembre 1989 . Guardate caso le coincidenze , anno domini 2020 , vedi covid ….la strage è servita . Dunque oggi il supersistema ingegnerizzato del Presidente INPS scopre , udite udite , 5 banditi , dicasi 5 , beneficianti la cifra colossale , ab extra , di addirittura 600 euro !!! Il sistema mafio saraceno parassita cattogiallorosso , conosce a perfezione la filosofia e la doppia morale , da applicarsi rigorosamente agli infedeli , ossia ai cittadini recalcitranti alla sottomissione del regime totalitario che non prevede prigionieri. Ma i boccaloni giovaniloidi del centrodestra , ignari totali del “De brevitate Vitae “ di Seneca , subito ad agitarsi , “ fuori i nomi “…….. !! Così Torna a parlare l’anziano Bossi di secessione , non a torto , perché , essendo politico di razza ha subodorato la coazione a ripetere , lo stile , direzione smarrita della opposizione , vocazione a sindrome di Stoccolma . Trappoloni da prete , amico di merende di Rignano , sfinge al colle più potente della SS Trinità , che infatti bestemmiare Dio non è reato ma , “ vilipendio al capo dello stato “ si . La defezione al voto , è prova provata di un NON DIRITTO , perché se servisse a qualcosa non lo permetterebbero . A proposito , state per caso decidendo chi votare alle regionali ? Pizzini dell’ INPS da far girare , manine che armeggiano gli spread , che aspettano di premere telecomandi per fare boom , manine sui bottoni per mandare a processo avversari politici , per nome e per conto galantuomini sentenziati di morte e via cantando di de profundis ogni giorno nefasto e SINISTRO della storia dell’unionismo italico , regime criminogeno di magistratura delle torture e delle pene , forze dell’ordine, bravi gradassi mantenuti a servizio di sultani e califfi papponi necrofili con 20mila euro mensili , ed ai muezzin della comunicazione , esproprio di contante e di territorio , lockdown , immigrazione contro privati , spaccio , rapine con immunità in casa , scuole e caserme tutto fa brodo di cultura dell’oppressione che il parassita adotta sotto il naso di sempre più smarriti e impauriti cittadini .Quando al tempo della seconda guerra mondiale , in Italia facevano un attentato ai nazionalsocialisti di Adolf , costoro entravano in una cittadina e rastrellavano casa per casa gli abitanti , li portavano in piazza e applicavano la “ decima “ , ossia pescavano 1 cittadino ogni dieci e davanti a tutti li fucilavano . Ecco siamo nel FUTURO , previsto 31 anni fa ! Antinazisti ed anticomunisti , antistatalisti ed antisaraceni UNITEVI , se ci siete battete un colpo , perché stanno bussando alla vostra porta !

  4. Intanto che vi dannate per i 600 euro ed i verbali secretati, Gualtieri ha chiesto il SURE: ora sono veramente cavoli amari…

    https://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2020/Richiesta-alla-Commissione-europea-lattivazione-di-SURE-per-oltre-28-miliardi-di-euro.-Per-Catalfo-e-Gualtieri-un-esempio-positivo-di-solidarieta-tra-gli-Stati-membri-e-a-favore-dei-lavoratori-europei

  5. @ Guido Moriotto
    È ovvio che qualche “uccellino” abbia fatto la spia…forse che Tridico, dopo non averne imbroccata una, stia cercando di “recuperare” facendo vedere che tutti i suoi sforzi (…) per fare arrivare i soldi siano stati vanificati da personaggi pubblici che ne hanno approfittato? Può essere. Ma mi scusi, Guido, non sia ingenuo credendo che i dati di tutti noi non siano alla mercé di “chiunque” e che non si possano estrapolare alla bisogna – alla faccia della privacy, quella sì, di cittadini comuni…

  6. Scusate ma io non sono d’accordo, chi ha ottenuto la cifra indebitamente va perseguito e ne va chiesta la restituzione, così come, se non erro, era previsto. Se i soldi inizialmente, sono stati distribuiti “a pioggia” è normale che l’INPS faccia, ex post, i dovuti controlli, perché mi risulta che fosse previsto un tetto di 35 mila euro relativo alla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente. Il fatto che lo abbia percepito chi non ne aveva diritto ed in più ha un incarico parlamentare, richiede che siano fatti nomi e cognomi, altro che privacy! Non può passare in sordina che chi siede negli scranni del Parlamento e abbia un reddito ben oltre la cifra stabilita come tetto non ne paghi le conseguenze, che devono includere necessariamente anche la relativa segnalazione pubblica. Non è che si possa far valere il diritto alla privacy a persone che ci rappresentano pubblicamente e che devono gestire i soldi di tutti, troppo comodo. O, tra i tanti privilegi di cui godono, vogliamo mettere anche questo? Mi sembra eccessivo…

    • @Giovanna.
      Al di là delle tue considerazioni anche giuste e stabilito che non c’era allora alcun tetto di reddito, chi ha fornito e a chi la lista dei beneficiari e richiedenti essendo depositata nei server centrali dell’INPS?
      Le domande sono tutte on line e vanno tutte lì, nel cervellone INPS. Nelle domande non c’è scritto consigliere, assessore…
      E chi ha verificato che nella lista dei richiedenti e beneficiari c’erano 2000 tra consiglieri comunali, assessori, sindaci, consiglieri regionali e parlamentari?
      Chi gli ha fornito la lista dell’INPS e chi ha fatto il lavoro di verifica e incrocio da cui emergono quelle 2000 posizioni?
      La questione delle questioni è questa, non ti pare? Non è solo violazione della privacy, è molto peggio.

  7. @Michele.
    È proprio questo il cuore del problema. L’INPS ha la lista di chi ha chiesto e di chi ha ottenuto il bonus.
    Da questa lista giacente nei server centrali dell’INPS chi l’ha fornita al “nucleo” informatico che ha riscontrato 2.000 “politici”, dai semplici consiglieri fino ai parlamentari, nell’elenco dell’INPS, distinguendo addirittura chi l’ha chiesto e chi l’ha ottenuto?
    Nelle richieste, tutte on line, non c’è scritto consigliere assessore parlamentare.
    All’INPS qualcuno ha commesso un reato molto più grave del parlamentare che da cretino ha rubacchiato i 600 euro togliendolo a chi ne ha davvero bisogno.
    Un reato penale.

  8. Io credo che il problema dei cinque parlamentari che in sfregio alle più elementari norme etiche abbiano e ottenuto o non, il bonus di 600 Euro, poi diventati mille, non sia il vero problema, che tra l’altro, data la minima incidenza numerica dei coinvolti, confermerebbe l’integrità etica e morale del nostro Parlamento. Ma la questione grande come una casa sta nel fatto che qualcuno all’INPS, a conoscenza dei fatti, possa aver informato membri dell’attuale Maggioranza a fini elettoralistici. Questo è un fatto clamoroso che potrebbe configurarsi come attentato alle Istituzioni in genere. Se fosse così, non solo il Presidente dell’INPS, ma anche i vari membri del Governo messi a conoscenza dovrebbero dimettersi ed essere mandati a giudizio. Cordialità

    • @Michele.
      È proprio questo il cuore del problema. L’INPS ha la lista di chi ha chiesto e di chi ha ottenuto il bonus.
      Da questa lista giacente nei server centrali dell’INPS chi l’ha fornita al “nucleo” informatico che ha riscontrato 2.000 “politici”, dai semplici consiglieri fino ai parlamentari, nell’elenco dell’INPS, distinguendo addirittura chi l’ha chiesto e chi l’ha ottenuto?
      Nelle richieste, tutte on line, non c’è scritto consigliere assessore parlamentare.
      All’INPS qualcuno ha commesso un reato molto più grave del parlamentare che da cretino ha rubacchiato i 600 euro togliendolo a chi ne ha davvero bisogno.
      Un reato penale.

  9. Ritengo assolutamente scontato che, senza un tetto a chi potesse richiedere i 600 euro, ci siano state decine di migliaia di richieste da parte di “gente” con redditi anche milionari.
    Chiunque abbia un commercialista in confidenza, sa di richieste indegne da parte di “gente” facoltosa.
    Una scommessa (vinta): sono più numerose le richieste “eticamente scorrette” rispetto al numero di quelli scientemente esclusi.
    Sono un ingegnere, quindi Inarcassa e non Inps, fuori da tutto : chissà perché li il limite di ca 35000 lo hanno messo (di fatturato! non di reddito! DI FATTURATOOOO) , meno di quanto spendevo in un anno per spostarmi ovunque alla ricerca di lavoro per chi ora non lavora più con me.
    PS. Sarebbe utile sapere che nella mia categoria (ancora una volta) le donne sono quelle che più usufruiscono di p. Iva, no riuscendo ad essere assunte. Quindi (ancora una volta) trascurate totalmente da questi pseudosinistroidi.

  10. Domandina maliziosa, ma non troppo.
    Premesso che i 3 o 5 parlamentari hanno fatto una richiesta indegna e pure cretina, dietro questa vicenda c’è una manina di provenienza INPS e M5S, e un “lavorio” di ricerca sulle liste dei beneficiari.
    Obiettivo: spostare il tiro dalle bugie e responsabilità di Conte sulla chiusura del Paese e finalizzarle sul referendum per il taglio dei parlamentari.
    Perché dico questo: per un motivo semplicissimo.
    Nelle domande, fatte tutte on line, non è richiesto, ovviamente, di specificare se il richiedente è consigliere comunale, assessore, sindaco, consigliere regionale o parlamentare. Ovviamente.
    È allora come si arriva ad una lista di 2000 persone tra consiglieri, assessori, ecc. ecc.?
    Chi ha avuto a disposizione le liste nazionali degli aventi fatto richiesta e ottenuto il bonus e poi ha avuto il tempo e l’opportunità di incrociarle con le liste nazionali o regionali o provinciale dei consiglieri comunali, assessori, consiglieri regionali e parlamentari?
    Le liste dei beneficiari le ha solo l’INPS!
    Tridico e dintorni, Di Maio e dintorni sanno molto di più di quello che danno a capire.
    Dott. Nicola Porro, ci pensi un pochino su.
    Possibile che qualche giornalista non voglia andare a capire come mai escono queste liste così precise sui numeri e su queste tipologie di richiedenti-beneficiari del bonus?
    Chi ci ha lavorato su?

    • Io sempre ribelle a queste notizie travagline senza fondamento, penso ad un’altra fuffa 5* e guarda caso, pur non conoscendo i nomi dei richiedenti bonus partite IVA, si denigrano e accusano a sproposito, tre parlamentari della lega. E poi penso:” se fossero stati della Lega o di FdI, Tridico li avrebbe già superesposti al linciaggio. Ergo? notizie false ed al momento buttate li con intento perverso come si verifica quotidianamente su certa stampa di sinistra. L’Inps non ha pagato le partite IVA vere e si giustifica con delle “minghiate”

      • ma vogliamo parlare anche del diritto della privacy?? in linea teorica anche se avessero fatto richiesta (ridicoli a par mio) nonostante tutto dovrebbero essere “coperti” del diritto di riservatezza. Dico questo non per difendere l’eventuale figuraccia fatta, ma per il concetto che chiunque, senza nessun ritegno (vedi Fontana) sputtana al mondo le tue informazioni private

      • Come no…’senza fondamento,vero?Per questo dunque Salvy ha intimato ai tre di ‘denudarsi’ e…non uscire allo scoperto,però,che già bastava quel che si ‘vedeva pendere’ sui giornali e che non era proprio un ‘belvedere’?Che ca…volo vorresti difendere dunque se anche il loro ‘proprietario’ s’è incazzato perchè sicuramente,al contrario di quel che pensa qualcun altro commentatore,gli darà na bella mazzata nei consensi ?Stai a parlare,oltre che appartenere,a quell’etnia che dai socialisti di una volta non ha proprio nulla d’imparare…li ha,negli anni del babbo del trota,superati,anche.Via Arpe…la scrivania con i 150milioni,di lire oohh!,(50 erano già stati spesi x la camp elett di alcuni big contro il ‘volere’ dello statuto verde) del Sama di Enimont,messi a riposo dal ‘pirla e dal pirlone’ e…evaporati in una notte stellata(con più di 5stelle,non scherziamo,nel cielo).E se il pirla è stato colui che ha cantato,chi li fece ‘evaporare’ dunque?Magari affidandoli alla famiglia che optò x ‘impiegarli’ nell’edilizia residenziale,forse?Certo,certo…come no…allora tutto sto casino xchè bisognava sputtanare un loro 5stellato che non si riusciva ad espellere dal gruppo stellato ,e si è scelto d’infamare altri,dato che ‘aver compagni al duol,scema la pena’vero?

        • T’ha fxxxxxx nei ‘pensieri sporchi che avevi’ proprio Salvy…che proprio oggi ne ha sospesi(che cxxxx significa solo ‘sospesi’ e non espulsi?)due dei tre….ma tanto a te proprio non te ne può fregar di meno:l’importante è continuare a vedere,di notte nel cielo ‘gli asini volare’ ,come magari stai a fare da anni ed anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *