Commenti all'articolo Ponte di Genova. Ricostruirlo senza gara europea?

Torna all'articolo
Avatar
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Orlo
Orlo
24 Settembre 2018 19:16

Mi sono letto il “decreto Salvini” e sono rimasto basito sul passaggio che vorrebbe eliminare il patrocinio gratuito nei casi che la richiesta d’asilo si dovesse rivelare inamissibile.
Dietro a quella che può apparire una via dettata “dal buon senso del padre di famiglia” che nn vuole vedere la propia economia intaccata dal parassita,si nasconde una visione inumana per “un padre di famiglia” che nn dovrebbe voler crescere dei mentecatti.
Il passaggio porterà il gratuito patrocinio tendente al numero zero e codesto impedirà a molti veri rifugiati(circa 20000 all’anno)di poter restare legalmente in Italia.
Nn fermerà,dunque,il delinquente che prenderà da subito la via illegale ma soltanto l’onesto.
Da nn perdere di vista anche il fatto che si sta toccando un pilastro della giustizia che attiene alla sua neutralità,dal momento che anche molti italiani autoctoni ne fanno uso in caso di loro indigenza economica in caso di incappo giudiziario.
Come si noterà c’è un ulteriore intacco dei diritti a tutela dei più deboli,a prescindere dal colore della pelle.

claudio
claudio
24 Settembre 2018 18:30

Ho avuto già modo di esprimermi sui tempi per la realizzazione del ponte e resto dell’ idea che quel ponte non sarà pronto prima del 2023.
Sperando pure che il torrente Polcevera non ci si metta di mezzo …

PDA
PDA
24 Settembre 2018 14:24

Il codice degli appalti pubblici riguarda lavori, forniture e servizi che un ente pubblico vuole appaltare e per quello deve seguire le regole previste. Ma se é Autostrade che paga, mi sembra sia un società privata e quindi non é obbligata a seguire il codice degli appalti.

Maria Venera
Maria Venera
24 Settembre 2018 14:19

Mr. Casalino ha mandato ad alcuni giornalisti il suo sfogo e questi giornalisti a loro volta lo hanno divulgato: Casalino usa spesso questi mezzucci
In una democrazia una persona così squallida sarebbe stata licenziata sui due piedi

Per il ponte, ma non solo su questo, i grilli dimostrano il niente che sono

joseph
joseph
24 Settembre 2018 13:39

Ora ci dobbiamo preoccupare delle ditte europee che potrebbero essere anche multinazionali? Quando l’infrastruttura è d’importanza strategica lo Stato, che non. sia una Colonia o un Protettorato di qualche altra entità deve muoversi con un’altra ottica. Ognuno difenda illuso mercato più o meno aperto considerando che il Mercato non è mei concorrenziale ma è ordinato per dimensioni . Se il ripristino dell’Infrastruttura è urgente si deve affidare la ricostruzione a ditte in grado di garantire l’opera sotto il profilo tecnico e finanziario per non dovere subire i danni per insolvenza finanziaria. Quindi il governo ,( ha già dovuto subire l’iniziativa d’interdizione interna) deve prendersi la responsabilità di decretare rimuovendo ostacoli della vigente normativa riguardo agli affidamenti di opere pubbliche. E,per il futuro, il legislatore dovrà/dovrebbe provvedere Normative che consentano al Governo in carica a disporre affidamenti d’urgenza a Imprese o ad ATI( associazione temporanea d’Imprese), senza attendere gli esiti giudiziari ( I Magistrati dovranno inventarsi procedure avanzate d’indagine con particolare attenzione al tempo che cancella anche le prove che vanno cercando. Nel caso di Genova poi ,Le responsabilità sono certamente plurali e di diversa gradazione e vanno dall’esame del progetto originario approvato, a quello eseguito che potrebbe essere stato modificato in corso d’opera per opere speciali in fondazione che sono costosissime e che ordinariamente sono difficili da controllare nella loro… Leggi il resto »

Marco
Marco
24 Settembre 2018 13:38

Anche ammesso e non concesso che le rapine fossero calate da 3400 a 2562, sono sempre 7 (sette) rapine al giorno per 365 giorni (invece che 9); questo dovrebbe farci sentire al sicuro ? Il problema resta immutato.