in

Quando i mini-bot piacevano a sinistra e ad europeisti

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 9 giugno 2019.

00:00 ll governo litiga sui Mini-bot. Soluzione più che discutibile, però (come fa Antonio Grizzuti sulla Verità) vale la pena di ricordare quando sinistra (col placet di Confindustria) e Passera per il governo Monti proponevano la stessa cosa. In realtà, per il credito verso le Pa ci sarebbe una soluzione più semplice…

05:11 Elezioni, i giornaloni esaltano l’Onda verde (che non c’è)…

06:29 Il progressista Sala vuole il Daspo per i rom abusivi.

07:10 Grillo incontra Di Maio. Ecco cosa si sarebbero detti.

08:10 Il pezzo del grillino Minenna sul costo del debito italiano. Solo l’Italia negli ultimi anni non ha diminuito il costo del proprio debito.

09:17 Salvate quella comunista della Rossanda da Maurizio Caprara.

10:17 La laica Repubblica apre con il cardinalone anti Salvini.

11:17 Doris dice la sua su Mediaset.

Condividi questo articolo

9 Commenti

Scrivi un commento
  1. Vorrei sapere se Carlottacharlie ha mai letto anche solo due righe di Rossana Rossanda.. Lo dica sinceramente e dica in quale occasione. E dato che la definisce una “marionetta”, vorrei che spiegasse il perché, anche in modo semplice
    P.S. Dubito che Porro sia andato oltre il paragrafo

  2. Porro studia …i minibot possono esere impiegati anche per pagare le imposte.
    https://telegra.ph/Galloni-a-Draghi-i-minibot-06-08?fbclid=IwAR13hSfSvF1FKxSSdUO69uPtBvE1r4cIEDAyvKK4i2yXUMnBug_p-u02JSQ

  3. Non so se faremo la fine della Grecia. Ieri sera ho visto la partita della Nazionale ad Atene, una partita di cartello per la Grecia, ebbene: uno stadio mezzo vuoto. Era l’immagine plastica di un paese messo in ginocchio da questa Europa, oltre che da se stesso. Una pena. Dice: ma il calcio è solo oppio dei popoli, ma proprio per questo è qualcosa a cui non si può rinunciare a costo di togliersi il pane di bocca, e i poveri greci neppure c’è l’hanno il pane da togliersi dalla bocca. Immaginatevi l’Italia che gioca a Napoli con lo stadio mezzo vuoto …….

  4. Caro Mr Porro di norma son d’accordo con lei ma sui minibot sta sbagliando
    Non so quale fossero i dettagli delle proposte di Bersani e Passera ma la proposta Borghi ha 2 handicap
    1) Il minibot SENZA SCADENZA e’ di fatto una moneta che e’ vietata dall’UE
    2) essendo un titolo senza scadenza e senza interessi in vendita al nominale e rimborsabile alla pari (a babbo morto) e di fatto un titolo IRREDIMIBILE e nessuno sano di mente dovrebbe acquistarlo perche’ in caso di bisogno e’ in pratica invendibile e con uno sconto fra il 70/80% se va bene!
    Si informi che fine hanno fatto i Redimibili Trieste ante 1940 senza contare che rimborsare 50 miliardi in minibot da 100Euro quale sarebbe il costo e quanti falsi arriveranno sul mercato
    Il problema cmq e’ che con gli incapaci patentati grillini in ogni materia e con questi “geni” dello staff economico della Lega il fallimento Italia e’ sempre piu’ vicino

  5. L’onda verde, il Sala, Grillo Di Maio, Minenna che è un grillazzo e forse non sa leggere, la Rossanda ed il cardinalone. Tutta gente di cui si può discutere se siano in possesso d’intelletto o solo delle marionette vuote che hanno bisogno di un regista per blaterare scemenze.
    Sui mini bot di Monti e cucuzzari ricordiamo tutto. Di quelli odierni personalmente non sono contraria già che vedo la Eu come l’assassina dei popoli, avida bestia e mi piacerebbe cascasse tutto il caravanserraglio.
    Proprio su queste pagine di Porro c’è, oggi, un bellissimo e puntuale e lucido articolo di Riccardo Ruggeri riguardante la Disneyland che l’europa si è inventata. E si è d’accordo col Ruggeri.
    Cada in fretta questa bestia avida e se siamo svegli gli daremo colpetti per farla affondare in fretta. Chissenefrega delle multe quando si sa chiaramente cosa stanno ideando da tempo nelle buie ed oscure stanze che solo una manciata di gente conosce?
    Fino quando ci fu Draghi sono stati calmi già che lui mai avrebbe permesso d’essere accomunato ad un ladrocinio ed assassinio, ci sono anche persone che ci tengono alla loro correttezza e dignità personale.
    Fino l’anno scorso ci furono governi asserviti, inutile nascondercelo; quando vinsero grulli e leghisti in Eu si preoccuparono e non dei grulli ma della Lega che ha in uggia il tormento che ci procurano ‘sti europei del menga che c’impoveriscono sempre più e sempre con l’avallo dei precedenti governi, sia chiaro, che sono stati l’antitesi dei buoni governanti e con propensione a svendere le cose non loro: il paese intero per sentirsi accettati da una ghenga di malintenzionati, pensa te!
    Quando nacque l’euro a noi sfavorevole cominciarono pensare – e toccarono con mano -, già che ci conoscono come popolo idiota ed è vero riguardo chi abbiamo mandato a contrattare il cambio e chi mettevamo al comando, come impossessarsi delle nostre ricchezze, sia auree, di risparmio ecc.. e che loro, con tutta la spocchia che hanno, non possedevano e non possiedono tutt’ora.
    Non per niente fecero in modo, anno con anno, di fermare una nostra eventuale ascesa al benessere, chè se fosse accaduto avrebbero dovuto dire addio al loro sogno d’impossessarsi, senza armi ma per sfinimento, di tutta l’Italia e le sue casseforti.
    Raccontato così sembra quasi un film fantascientifico ma si deve capire che qui nulla c’è di fantastico ma tanto di scientifico e, fin quando non ce ne renderemo conto saremo sempre in balìa dei venti contrari che soffiano agguerriti a volerci affondare per poi obbligarci lasciare mano libera agli avvoltoi che pretenderanno, per un pugno di riso, impossessarsi per legge e senza colpo ferire del paese intero e specialmente di tutto l’aureo. Qui basterebbe sapere cosa vorrebbero fare, gli europei, al nostro oro in banche americane.
    Per anni ci hanno dato pagelle e per anni si sono ben guardati di aiutarci a crescere come le panzute Francia e Germania, hanno prodotto scientificamente diversità all’interno della Eu dando facoltà ad alcuni d’essere paradisi fiscali, dando titoli di benemerènza a destra e manca e a chi ha imbrogliato grossolanamente come Francia e Germania; solo verso di noi sono stati duri, cattivi, carogna col pelo sullo stomaco. Noi abbiamo gravi colpe, – specialmente causa i cretini che ci siamo sempre scelti al comando – e nessuno lo nasconde, ma serve vedere compiutamente la realtà che non è che siamo brutti sporchi e cattivi, ma per un gioco stilato a tavolino con tigna per ottenere il risultato ottimale per gli avvoltoi Eu che non potendo volare sopra le nostre teste in cerchi concentrici lo fanno stringendoci il cappio ogni giorno di più.
    Fino quando non entrerà in testa agli italici tutti gli italici questa semplice e banale verità nulla potrà salvarli; il sapere quel che bolle in pentola porta sempre a soluzioni, e noi che non vogliamo sapere mai ne troveremo una.

  6. Pagare chi ha una retribuzione pubblica, che supera una certa quota, pagarli con dei buoni del tesoro sono soldi destinati al risparmio quindi quindi diamoli già investiti non farebbe male a nessuno poi possono reinvestirli.
    Oppure i buoni del tesoro sono un buon investimento solo per i grossi investitori istituzionali

  7. Addirittura da non perdere il retroscenista bisignani oggi? A me pare piu’ un novellista vista la sua puntuale mancanza di previsione di quello che poi accade, ma se insisti porro me lo vado a leggere sperando sia meno romanzesca e fantasiosa del solito

  8. Decenni fa c’erano in giro le 500 lire di carta che non erano banconote, ma BIGLIETTI DI STATO, ossia minibot.
    Quindi dove sarebbe la novità?
    Ps La compensazione di crediti verso le pubbliche amministrazioni con le tax esiste da tempo……
    https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/imprese/Compensazioni/CompensazioniConCreditiVersoLaPA/
    Prima di aprire la bocca non sarebbe il caso di chiamare un commercialista?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.