Commenti all'articolo Rincaro carburanti, la verità sulle accise

Torna all'articolo
Avatar
guest
30 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Antonio
21 Aprile 2022 19:42

E tanto, agli italiani i carburanti li possono aumentare anche a 5€ al litro, ci lamentiamo un po’, ma poi, in autostrada e sulle strade la gente corre come se fosse la pista di decollo di un aeroporto! E le auto, se non hanno 200 cavalli non li compra più nessuno! Sono finiti i tempi della 500 bicilindrica, usata solo la domenica! Io avevo 8 anni, primi anni 60, andavo a scuola a piedi, non mi accompagnava ne mamy e ne papy con l’auto! Oggi si gira con i SUV da 2 tonnellate con motori da 150 cavalli, per andare a comprare le sigarette dal tabaccaio sotto casa!

gio
gio
15 Marzo 2022 11:53

Considerazioni
– Le rinnovabili sono state incentivate, troppo e male! Verissimo. Oggi gli investitori privati vorrebbero costruire 60.000 MW e non cercano incentivi, ma autorizzazioni a costruire per poi vendere l’energia nel mercato libero.
– Filiera: esistono produttori italiani, ma i grandi player come Enel, preferiscono comprare all’estero. Non è un tema di prezzi, ma di dimensioni delle aziende. Ma se non comprano da noi, come faremo a crescere?

Maria
Maria
14 Marzo 2022 13:23

Nel bellunese stanno tagliando tutto quello che è possibile. Maria

maxbo
maxbo
14 Marzo 2022 11:49

Le accise le hanno introdotte quasi tutti i governi anche nel 2004 ex cavaliere che diceva che avrebbe calato le tasse e invece € 0,02 per rinnovo contratto autoferrotranvieri.E’ una tassa che pagano tutti anche evasori fiscali con Ferrari Porsche ecc perchè chi non paga le tasse,a fine anno rimangono molti soldi.Mi spiace dirlo ma è una tassa democratica facoltativa perchè chi vuole,potrà lasciare la vettura ferma o usarla solo per andare a lavorare e sabato e domenicaci sarà traffico quasi azzerato.

art3mide
art3mide
14 Marzo 2022 11:22

è sempre stato così. L’hanno sempre fatto.
Appena aumentava il prezzo al barile, tempo zero c’erano gli aumenti alle pompe di benzina.
Adesso perchè ne parla Cingolani, sembra che avete scoperto l’acqua calda.
Hanno truffato sempre.

Anna
Anna
14 Marzo 2022 8:57

Non voglio entrare nel merito della letteratura economica ma soffermarmi sulla letteratura popolare ed evidenziare come funziona per noi italiani secondo la mia esperienza di mezzo secolo: è probabile che io ieri abbia inserito nel serbatoio della mia auto a quasi € 2,3 lo stesso carburante che il mio fornitore ha pagato al prezzo precedente.
Perché da noi, in Italia, il primo a pagare l’aumento è sempre il consumatore finale, già solo per la causa prima ancora che l’effetto si sia verificato.