in

Altro che “cani da guardia”: dai giornalisti applausi prostrati a Draghi

Zuppa di Porro 23 dicembre 2021

Dimensioni testo

00:00 Sigla!

00:15 Lo stile dei nostri favolosi colleghi giornalisti è che quando Mario Draghi entra nella stanza per fare il suo discorso, scatta un applauso. Vabbè: i custodi della democrazia sono imbarazzanti. Devo dire che il custode di Conte, Marco Travaglio, è uno dei pochi che se accorge.

04:50 Nonno contro bisnonno: tutto il resto è noia. E pensare che Giorgia Meloni che si definiva donna e mamma l’hanno sfottuta fino all’inverosimile.

07:10 Secondo Belpietro il premier scappa dai disastri del Covid mentre Minzolini sul Giornale mette in guardia i ministri di Forza Draghi.

11:25 Quirinale, il vero candidato nell’ombra è Luciano Violante.

11:55 Oggi si decide sui tamponi per i vaccinati e sulle mascherine, e i contagi salgono.

12:50 Sono stati reintegrati nel Movimento 5 Stelle gli espulsi grillini…

13:33 L’ex governatore Pittella è stato assolto. L’ennesimo caso di malagiustizia di cui non parla nessuno.

15:05 Superbonus, Draghi fa arrabbiare i grillini…

15:30 Fermi tutti: stiamo bruciando gas come se non ci fosse un domani, alla faccia delle vostre auto Euro4 che teniamo in garage.