in

Amadeus sessista? Ormai il politicamente corretto è una farsa

Il politicamente corretto alla fine finisce per fare vittime anche fra chi, per stile o per convenienza, si è sempre adattato senza battere ciglio ai suoi dettami. Ne sa qualcosa Amadeus, il levigato e accorto presentatore a cui è stata affidata la conduzione di Sanremo quest’anno, vistosi accusare di “sessismo” per una frase innocente pronunciata nel presentare una delle dieci co/conduttrici del festival, la fidanzata di Valentino Rossi. La quale è stata lodata da Amadeus non solo per il fatto di essere “bellissima”, come tutte le altre conduttrici che lo affiancheranno, ma anche per aver scelto di “fare un passo indietro” rispetto al noto campione a cui è legata.

In sostanza, di aver rinunciato alla pubblicità che ne sarebbe arrivata se avesse deciso di mettersi “sotto i riflettori” famelici dei media. Ad aprire le danze è stata Claudia Gerini la quale ha usato parole dure contro il presentatore reo, a suo dire, di aver avallato una immagine subalterna della donna, invogliata a indietreggiare e a lasciare all’uomo con cui sta gloria e onori. Ora, a parte il fatto che utilizzare il successo del consorte sarebbe esso sì un atto poco meritocratico e antifemminista, quasi che le donne dovessero sempre appoggiarsi a protettori di vario genere per affermarsi; a parte ciò, è evidente che un passo indietro in una coppia lo potrebbe fare anche un uomo  (e di casi del genere ce ne sono stati in passato non pochi a cominciare da quello del celebre marito di Margaret Thatcher).

Ma la domanda che bisogna porsi, al di là delle interpretazioni, è perché la Gerini ed altre donne possono impunemente attaccare chiunque fa un complimento al “gentil sesso” e possano vedere sessismo dappertutto? Probabilmente ciò avviene perché si è creato un clima di opinione mainstream favorevole non tanto alla non discriminazione delle donne ma a una messa in mora di ogni diversità di genere fra gli esseri umani. La donna non solo deve poter avere giustamente le stesse chance degli uomini, ma deve nascondere le sue specificità e anche la sua bellezza se del caso.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

9 Commenti

Scrivi un commento
  1. il ministero della verità di Orwell….siamo già a questo punto…

    il festival di sanscemo, un balcone per fare propaganda antipopolo e non un festival della canzone ITALIANA! propongo di non ascoltarlo!

  2. Ormai San Remo è il festival del nulla. Si parla di tutto tranne della Canzone Italiana. Personalmente credo che Amadeus non solo non è un sessista, al contrario è succube della figura femminile al punto che, non si è mai verificato, ha scelto di avere 10 vallette. Uno spreco economico ma sopratutto inutile visto che si dovrebbe parlare della Canzone Italiana e non di una sfilata di donne.

  3. Eccheccacchio ! Se c’é una che non ha mai indietreggiato quella é Claudia Gerini ! Già a 18 anni aveva capito che é sbagliato. Infatti non si tirò indietro con Gianni Boncompagni che di anni ne aveva 58 e si fidanzò con lui, che incidentalmente era pure il regista del programma cui lei partecipava, ma si sa che l’amore é cieco.

    La medesima ha comunque recentemente sgombrato il campo da illazioni dichiarando che ”A Gianni Boncompagni non devo nulla. Non mi ha aiutato per niente, mi è stato accanto, ma non professionalmente. E’ stato importante per la mia formazione di donna, ma a livello lavorativo zero: non ha aggiunto e non ha tolto niente. Non è la Rai l’avrei fatta lo stesso”. Vabbé ! Se la buonanima non é mai stata c……, mazziata sicuramente sí !

    Chi se non la nostra Claudia Gerini poteva quindi levare la sua voce in difesa delle donne per bacchettare quel sessista di Amadeus ? Brutto e sordido maschilista che non solo tiene le ragazze un passo indietro ma neppure ci si fidanza ! Eh no ! Mica si fa cosi !

  4. Raramente sono in disaccordo col professor Ocone, ma questa volta è così. Il femminismo non c’entra nulla, dubito che ci sia qualche padre che voglia per sua figlia, il destino di stare un passo indietro a chiunque. Sono certo che lo sventurato presentatore, intendesse dire che meritoriamente la signora in questione non avesse profittato della celebrità del fidanzato, ma appunto pensare una cosa e dirne un’altra, è sintomo di poca padronanza dell’espressione e della lingua e dunque poco difendibile.

  5. Ocone per la parità scegliamo anche uomini belli invece di presentarli ipocritamente intelligenti solo perchè brutti o poco più che accettabili.?

    L’intelligenza di Amadeus sfida quella delle veline di striscia la notizia che quantomeno sono pagate per tacere ed esibire mentre Amadeus che è pure bruttarello. lo si paga pure per ciacolare del nulla.

    • Se la tv deve essere superfice e superficialità a iosa che lo si faccia pariteticamente, fuori Amadeus e dentro Gabriel Garko che ad intelligenza stanno pari ma fisicamente ( gusti nonmiei ma di massa) pare acchiappare assai.

  6. Con la Rula diventa una celebrazione al PD e chi la pensa diversamente deve stare zitto nell’angolo come i bambini in castigo.

     “I giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo.

    (Sandro Pertini. Messaggio di fine anno agli Italiani, 1978)

  7. Ma è un festival delle canzoni o un festival delle belle donne?

    PS

    È poi non lo vedrò, perché le canzoni sono spesso una serie di lagne, simili tra loro.

  8. Secondo me sei tu che sei fissato con il politicamente corretto e lo vedi un po’ dappertutto. Comunque……

    Il “problema” della bellezza lo si deve essenzialmente a cento anni di maschilismo durante i quali la donna bella (ed automaticamente oca) era relegata in una sorta di inoffensiva e subalterna imbecillità naturale.

    Mi viene in mente una (delle decine) di scene dei film di 007, in cui il nostro eroe prima di iniziare a parlare di cose serie con un suo collega, congeda con una pacca sul sedere la bellissima e scema girl (della quale aveva appena finito di gustarne le grazie)

    Decenni di questa robaccia avranno pur suscitato qualche (eccessiva) reazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *